Le tecnologie delle fonti rinnovabili di energia

E-ON è uno dei più grandi gruppi operanti nel settore delle energie; totalmente privato, conta decine di migliaia di dipendenti e fatturati da capogiro. Insieme, E-ON, ENEA e Il Sole 24 Ore, sono i promotori del bel volume Le tecnologie delle fonti rinnovabili di energia e propongono un’agevole ed appassionata lettura sui temi cardine del futuro. Gli specifici approfondimenti forniti sugli aspetti tecnologici e le particolarità su ciascuna fonte, lo stato di sviluppo ed utilizzazione delle tecnologie, lo rendono strumento utile per le imprese e gli investitori; la semplicità espositiva ne consente la lettura a tutti, ampliata dall’organizzazione delle informazioni in esso contenute.

Dopo un interessante approfondimento delle linee guida e dei criteri di sviluppo, i diversi contributi, selezionati dai curatori dell’opera – Pietro Maria Putti, avvocato e docente all’Università Politecnica delle marche, è esperto del settore nuclearee sub-commissario all’ENEA; Oreste Bramanti è attualmente direttore per le Energie Rinnovabili di NIS  Gazprom Neft – affrontano le particolarità di ciascuna fonte rinnovabile; si percorre il mondo dell’energia da biomasse, quindi eolica, geotermica, idroelettrica, per giungere a quella solare. L’organizzazione delle informazioni per ciascuna tipologia è simile: si va dall’esposizione della fonte, alle tecnologie di utilizzazione, a quelle per la produzione, ai fattori che ne limitano la produzione o alle future prospettive. I lettori possono così, vista l’organizzazione per tematiche (ad esempio tutte le fonti, ovvero le tecnologie di produzione), scegliere le informazioni che sono a loro più utili. Questo fa sì che il volume possa rivolgersi a differenti lettori, senza correre il rischio di essere banale o generico o al contrario senza che debba necessariamente rivolgersi ad un pubblico fatto di addetti ai lavori. L’approfondimento specifico su particolari temi, lo fa ritenere un utile manuale di studio, che ben si adatta al grado di richiesta informativa del lettore.

Ma occorre pensare non solo alla produzione dell’energia; anche lo stoccaggio della stessa, quando non viene utilizzata, rappresenta un problema da porci. Per questo il volume propone un capitolo interessante e che guarda al futuro, parlando dei vari sistemi di accumulo in cui conservare l’energia prodotta, per renderla utilizzabile quando non vi è la possibilità di produrne. L’excursus tra le varie tecnologie è completo e dimostra quanto ancora ci sia da fare in questo settore, generando curiosità, nonché illustrando nuovi campi della ricerca in cui concentrare le risorse future. Per questo ne consigliamo la lettura anche ai tecnici che si interessano di politica, affinché possano trarne giovamento nei processi di valutazione delle proposte di ricerca e sviluppo che vengono avanzate dalle strutture pubbliche e private.

Pietro Maria Putti, Oreste Bramanti (a cura di ), Le tecnologie delle fonti rinnovabili di energia, Gruppo 24Ore,2013, pagg.396, € 50,00

 

Articoli correlati