Input your search keywords and press Enter.

Festival della ruralità a impatto e km. 0

Sviluppo sostenibile, ecoturismo, esaltazione della biodiversità. Una fucina di iniziative, un cantiere di progetti rivolti nella stessa direzione; creare una rete tra agricoltura, ambiente e turismo. Di questo e di altro ancora si è parlato alla presentazione della quarta edizione del Festival della Ruralità organizzato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Legambiente. Il tema su cui verterà l’edizione 2016 è DOPPIOZERO – chilometro zero, impatto zero; ovvero temi come agricoltura biologica, sicurezza agroalimentare, cicloturismo e tesori dell’enogastronomia murgiana.

La conferenza stampa di presentazione del Festival della Ruralità. Da sin: Francesco Tarantini (Legambiente) Cesare Veronico (Parco Alta Murgia), Annamaria Curcuruto (Regione Puglia)

La conferenza stampa di presentazione del Festival della Ruralità. Da sin: Francesco Tarantini (Legambiente) Cesare Veronico (Parco Alta Murgia), Annamaria Curcuruto (Regione Puglia)

Cesare Veronico, Presidente dell’Ente Parco, ha ricordato che «stiamo presentando la candidatura del Parco Nazionale dell’Alta Murgia come Riserva Biosfera UNESCO: un percorso partecipato che condivideremo con istituzioni, aziende e associazioni del territorio. E che è stato possibile grazie anche a manifestazioni come questa, che creano occasioni di dialogo, promuovono buone pratiche, dimostrano concretamente come la qualità delle produzioni e dell’ambiente siano funzionali reciprocamente».

Dal 22 al 25 settembre, dunque, la città di Bari e le masserie dei Comuni di Corato, Ruvo di Puglia e Andria, ricadenti nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ospiteranno un programma ricco di appuntamenti sull’ambiente e per l’ambiente. Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia, ha sottolineato l’attenzione che quest’anno si dedicherà al tema della sicurezza agroalimentare attraverso una serie di workshop sul tema delle contraffazioni alimentari. «Oggi il settore agroalimentare rappresenta il 14% del Pil nazionale e l’Italia è il primo Paese d’Europa per prodotti tipici certificati. Purtroppo, però, preoccupano gli illeciti legati alla filiera agroalimentare, ossia le contraffazioni del made in Italy. A tal fine è importante approvare il disegno di legge che introduce i nuovi reati agroalimentari». E poi escursioni, agropasseggiate, ciclopasseggiate «per parlare di cicloturismo – ha continuato Tarantini – in un Parco che, per la sua stessa conformazione, si candida a diventare il più ciclabile d’Italia».

A cura dei circoli di Legambiente durante il Festival della Ruralità si terrà anche la versione speciale di Puliamo il Mondo 2016, “Alta Murgia Pulita”. Non dimentichiamo che quello dell’Alta Murgia è l’unico Parco italiano ad avere una App, scaricabile su Google Play, per segnalare all’Ente, da parte dei visitatori, la presenza di eventuali rifiuti nel parco.

«La Puglia è già al 50% un territorio tutelato da parchi, riserve», così a sua volta l’assessore alla Pianificazione Territoriale e Aree Protette Annamaria Curcuruto. intervenuta alla presentazione. «Questi festival rendono visibili le attività, informano la popolazione e chi ci viene a trovare. La Regione vuole lavorare in sinergia  con parchi e agricoltura, facendo rete. Anche le infrastrutture, con le ciclovie, sono coinvolte e il futuro è fare sinergia per il rispetto della natura e lo svilppo sostenibile e il vivere sano. Il vivere sano è uno dei principali attrattori del turismo  pugliese. E’ il sistema della bellezza che ci rende attrattivi. E dobbiamo difendere i nostri attrattori, come i boschi di ulivi millenari, dai quali arriva quella produzione di olio che usavano anche i Romani non solo per l’alimentazione ma per l’illuminazione. E che per questo tanto arricchì il porto di Brindisi, utilizzato per trasportarlo», ha concluso la Curcuruto.

Il festival, che quest’anno è costato all’incirca 70mila euro – a fronte dei 90mila della scorsa edizione – si aprirà giovedì 22 settembre con Il Parco in Piazza, evento promosso da Coldiretti Puglia e Legambiente, a Bari in Piazza del Ferrarese, dalle 10 alle 21. Sarà allestita una mostra mercato delle aziende agricole di Campagna Amica.  Per ogni altra informazione clicca qui:

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *