Maratone digitali, streaming e app: la Giornata della Terra si scopre “social”

La Giornata della Terra

Mai come quest’anno sarà un evento virtuale. E così anche l’edizione 2021 della Giornata della Terra vedrà una mobilitazione online. Il 22 aprile, infatti, in tutto il mondo si celebra l’Earth Day e il rispetto del Pianeta, per un giorno, passerà soprattutto dalla comunicazione dinanzi agli schermi.

Tra messaggi green, condivisioni virtuali e comportamenti concretamente sostenibili c’è anche Facebook per contribuire a proteggere l’ambiente. In occasione dell’Earth Day, il colosso si mobilita e invita le persone a mantenersi informate e partecipare a iniziative sul cambiamento climatico con nuove funzionalità sulle proprie piattaforme.

Le iniziative di Facebook

Innanzitutto, vengono previste nuove funzioni per le chat su Messenger, con 360 nuovi sfondi, temi e adesivi per la chat creati e illustrati da Lucas Wakamatsu.

C’è poi l’occasione di condividere su WhatsApp il proprio sostegno a favore del pianeta: l’applicazione informatica di messaggistica istantanea presenterà il nuovo pacchetto di adesivi “Stand up for Earth” con immagini che raffigurano alcune delle sfide ambientali che stiamo affrontando in tutto il mondo e sottolineano l’importanza di azioni come il riciclo, la riduzione dei consumi di elettricità e il risparmio di acqua.

Sarà inoltre possibile condividere come si sta aiutando a risanare la Terra: Facebook invita le persone a postare le proprie azioni a favore del cambiamento climatico intraprese durante la Giornata della Terra e ogni giorno, usando l’hashtag #RestoreOurEarthChallenge.

Leggi anche. Earth Day, eventi e impegno per la “Giornata mondiale della Terra”

Apple Tv

Anche Apple TV + celebra la Giornata della Terra con l’uscita del documentario speciale The Year Earth Changed e le seconde stagioni di Tiny World e Il pianeta notturno a colori.

Queste anteprime si uniscono a una raccolta selezionata di contenuti Apple TV + che abbracciano il tema della salvaguardia del Pianeta, inclusi film, serie ed episodi che celebrano la missione della Giornata della Terra, tra cui: Here We Are, Long Way Up, The Elephant Queen e Fireball: Visitors from Darker Worlds.

Mostrando immagini esclusive girate in tutto il mondo dopo un anno senza precedenti, The Year Earth Changed è un documentario che adotta un nuovo approccio al lockdown globale e alle storie che ne sono derivate. Dall’ascoltare il canto degli uccelli nelle città deserte e assistere alle balene che comunicano in modi nuovi, all’incontro con i capibara nei sobborghi sudamericani, in ogni parte del mondo le persone hanno avuto la possibilità di interagire con la Natura come mai prima d’ora. Nello speciale di un’ora, gli spettatori saranno testimoni di come i più piccoli cambiamenti nel comportamento umano – ridurre il traffico delle navi da crociera, chiudere le spiagge in alcuni giorni all’anno, stabilire rapporti più armoniosi per la coesistenza tra esseri umani e regno animale – possono avere un profondo impatto sulla Natura.

Il documentario, narrato da David Attenborough, è una lettera d’amore al pianeta Terra, che evidenzia i modi in cui la resilienza della Natura e la sua capacità di riprendersi i propri spazi possono darci speranza per il futuro. The Year Earth Changed è prodotto da Natural History Unit della BBC Studios, diretto da Tom Beard, e prodotto da Mike Gunton e Alice Keens-Soper.

Leggi anche. Aprile, il Mese del Pianeta grazie al progetto Revolution

Un evento virtuale

Per l’Earth Day The Nemesis lancerà un grande evento virtuale in live streaming per condividere con la community digital un messaggio di sensibilizzazione, sostegno e speranza sulle tematiche che riguardano l’ambiente e la relazione tra l’uomo e la natura. Questo messaggio sarà veicolato attraverso la gamification, offrendo agli utenti che parteciperanno alla diretta sulla piattaforma la possibilità di vivere un’esperienza coinvolgente, interattiva e divertente, in cui sentirsi protagonisti.

Nel corso dell’evento del 22 aprile, in diretta su The Nemesis alle 21:30, i Marcondiro regaleranno una performance live, in streaming su un fantastico mega schermo, che gli avatar potranno godere dalla riva.

I Marcondiro sono sperimentatori dell’arte popolare colta e con il loro ultimo progetto musicale Data accompagneranno gli spettatori in un viaggio dove l’arte non appartiene più a chi la crea, ma viene data in pasto al popolo, quello di internet. E proprio con questo spirito, i Marcondiro sono stati la prima band in Italia ad aver pubblicato un videoclip di un progetto musicale in NFT.

E visto che la natura è da sempre, forse, la più grande musa ispiratrice, il mondo virtuale di The Nemesis sarà arricchito da opere d’arte digitali coerenti con il tema dell’Earth Day. Come? Attraverso un contest, che verrà lanciato sul profilo Twitter: chiunque potrà candidarsi per esporre la propria opera d’arte all’interno del mondo virtuale di The Nemesis che ospiterà l’evento del 22 aprile.

Multimedia marathon su RaiPlay

Dopo il successo del 50° Earth Day nel quale RaiPlay è stata parte integrante della kermesse globale #Earthrise, il 22 aprile 2021 a partire dalle 7.30, si celebrerà il 51° Anniversario della Giornata Mondiale della Terra con la seconda edizione di #OnePeopleOnePlanet – the multimedia marathon, 13 ore di diretta streaming con la regia di Gianni Milano.

La kermesse si articolerà in una staffetta di voci e di cuori condotta da tanti volti e personaggi noti come Marco Liorni, Francesca Fialdini, Pino Strabioli, Paola Saluzzi, Carolina Rey, Marco Frittella, Barbara Capponi, Mario Tozzi, Marino Bartoletti, Marcelo Masi, Gianni Milano, Alessandro Antinelli, con collegamenti da diverse parti del mondo e numerosi moduli tematici su giovani, terza economia, sostenibilità, innovazione tecnologica, economia e sviluppo sostenibile, testimonianze internazionali, scienza e ambiente, sport e religione, musica e spettacolo, cucina sostenibile e Patto Educativo Globale.

Dagli storici studi televisivi di Via Asiago la diretta televisiva proseguirà ininterrottamente per 13 ore fino alle 20:30 con collegamenti alle più importanti reti radiofoniche e televisive della RAI impegnata al fianco dell’Earth Day e delle numerose organizzazioni non profit coinvolte e sarà animata da interventi, approfondimenti, testimonianze, performance e campagne, in diretta su Rai Play e on demand sulla piattaforma www.onepeopleoneplanet.it.

Gli spettatori da casa potranno partecipare interagendo con la piattaforma web e social di #OnePeopleOnePlanet attraverso i tag @earthdayitalia @focolarimedia e gli hashtag della giornata: #OnePeopleOnePlanet, #OPOP21, #IoCiTengo, #EarthDay2021, #EarthDay, #GiornataMondialedellaTerra, #Agenda2030, #GlobalGoals, #focolaremedia, #focolaritalia.

Future Food Institute e FAO

La città di Pollica, Capitale della Dieta Mediterranea e casa italiana dei Climate Shapers, ospiterà la seconda edizione di Food for Earth Day, la maratona digitale di 24 ore sulla Sostenibilità organizzata da Future Food Institute e dalla FAO in occasione della Giornata della Terra.

La città del Cilento, simbolo della legalità e della sostenibilità ambientale, ospiterà all’interno della maratona digitale il Panel “Mediterraneo e Dieta Mediterranea: Patrimonio essenziale per il futuro dell’Umanità”.

La Dieta Mediterranea, eletta in questi giorni la migliore al mondo dal ‘best diet ranking 2021’ della testata statunitense U.S. News & World Report, è il perfetto modello da seguire per lo sviluppo sostenibile: dimezza l’uso del suolo e in media il 50% in meno di acqua rispetto ad altre diete. Un esempio concreto: su 100 calorie, la dieta mediterranea provoca un impatto ambientale di quasi il 60 % inferiore rispetto alle abitudini alimentari tipiche del nord America, dove maggiore è il consumo di carni e grassi animali piuttosto che di vegetali e cereali.

Accessori eco-friendly

L’annuncio di nuovi arrivi nella linea Become

Tra le aziende che cercano di fare sempre di più la loro parte, orientandosi verso nuovi modelli di business in grado di avere un impatto virtuoso sulle persone e sull’ambiente, c’è anche Cellularline.

Varie le iniziative concrete che possano portare da subito un beneficio tangibile all’ambiente: ne è un esempio la foresta Seed the Future, un polmone verde creato da Cellularline con Treedom, che – dopo un primo traguardo di 550 alberi lo scorso anno – è oggi giunto a 1.000 alberi piantati in 7 diversi Paesi, in grado di compensare oltre 165.000 kg di CO?.

L’evoluzione green prosegue con l’annuncio di nuovi arrivi nella linea Become, dedicata agli accessori Cellularline realizzati con materiali biodegradabili e compostabili. Anche il packaging sarà al 100% in carta riciclata e riciclabile, certificata FSC (Forest stewardship council®), ovvero proveniente da foreste gestite in maniera sostenibile. In questo senso, già dall’anno scorso Cellularline ha cominciato a ripensare al confezionamento dei suoi accessori, puntando su soluzioni full paper per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Articoli correlati