Earth Day, eventi e impegno per la “Giornata mondiale della Terra”

Earth day, Farmer Kenya

E’ il più potente strumento di richiamo alla tutela del Pianeta in tutte le culture per tutte le generazioni. L’Earth Day (Giornata mondiale della Terra) è la più grande manifestazione ambientale. Quest’anno si celebra il 51° anniversario della manifestazione e, come da tradizione, la data fissata è quella del 22 aprile

Un’occasione per richiamare l’opinione pubblica a un impegno attivo per la salvaguardia del pianeta. E per farlo sono numerose, anche in Italia, le iniziative e le sollecitazioni. Ecco una prima carrellata di eventi in programma verso l’Earth Day.

Le bellezze tra superficie e sottosuolo

Le Grotte di Castellana celebrano l’Earth Day con un progetto di sensibilizzazione sui temi di salvaguardia ambientale e un’iniziativa sui social ufficiali del sito carsico.

Fino a giovedì 22 aprile, per undici giorni consecutivi, immagini che raccontano il territorio al di sotto del quale si celano le caverne – mostrando le bellezze naturali in superficie, e quelle del sottosuolo, del complesso carsico con la sua misteriosa fauna -, si alterneranno sulla pagina Facebook e il profilo Instagram dedicati alle Grotte di Castellana. L’obiettivo è mostrare la bellezza della Terra e allo stesso tempo, attirare l’attenzione su come adottare uno stile di vita più sostenibile e quindi attento a rispettare il pianeta che ci ospita.

Iniziativa social alle Grotte di Castellana

Il racconto per immagini culminerà proprio il 22 aprile con un video che veicolerà un messaggio incentrato su rispetto e sostenibilità ambientale. Per spiegare, inoltre, come l’ecosistema carsico viene influenzato dall’ambiente esterno e invitare quindi gli utenti a rispettare il pianeta e a compiere scelte sostenibili.
Sarà possibile seguire l’iniziativa sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram ufficiali delle Grotte di Castellana.

Un albero per la Giornata della Terra

Chiunque pianterà almeno un albero su treedom.net – la piattaforma italiana che permette di piantare alberi a distanza – ne riceverà un altro in regalo. È la campagna promossa da Treedom dal 19 al 26 aprile in occasione della Giornata della Terra.

Il Baobab, la Markhamia, detta anche tulipano del Nilo, e il Mango da piantare in Kenya sono i protagonisti dell’impegno di Treedom per contribuire a rendere il pianeta più verde e saranno presentati con una speciale veste per celebrare la Giornata della Terra. Con un semplice click l’utente potrà scegliere tra loro e molti altri alberi da piantare e se lo farà ne riceverà un altro in regalo che Treedom a pianterà direttamente in uno dei suoi progetti nel mondo.

TheFork racconta gli sprechi alimentari

Quella del 22 aprile, come detto, è una giornata nata soprattutto per sensibilizzare. Per l’occasione TheFork – piattaforma leader per la prenotazione del ristorante online a livello globale – ha intervistato i suoi utenti per comprendere quali siano le abitudini sostenibili legate al cibo che hanno sviluppato o coltivato nell’ultimo anno e soprattutto il loro punto di vista circa gli sprechi alimentari. Il food waste è infatti una problematica sempre più nominata quando si parla di salvaguardia dell’ambiente e purtroppo non è vincolata alle sole mura domestiche.

Cresce d’altro canto sempre più anche la consapevolezza circa questo argomento. Per l’83,8% degli intervistati i consumi alimentari hanno un impatto ambientale elevato o molto elevato. In particolar modo carne, olio di palma, frutta e verdura di importazione, pesce non di stagione e mais OGM sono percepiti come alimenti ad alto impatto ambientale, contro frutta e pesce di stagione, legumi, cereali e soia che sono invece considerati poco impattanti.

Se parliamo invece di sprechi alimentari domestici e non, per il 54,8% dei rispondenti sono diminuiti durante i vari lockdown, così come il consumo di alimenti ad alto impatto ambientale (39,9%). Tendenza confermata da uno studio Doxa realizzato per Food, secondo il quale durante il periodo di emergenza, quasi 4 intervistati su 10 (il 38%) hanno aumentato la loro attenzione verso lo spreco di prodotti alimentari.

Infine, quasi mai si mettono in pratica abitudini come regalare gli alimenti che altrimenti andrebbero buttati, usare gli scarti per cucinare o ancora utilizzare app di recupero. Dunque, cosa ci impedisce di diventare 100% green in fatto di cibo? Per il 48% degli intervistati si tratta di un problema di reperimento, cioè i prodotti a basso impatto ambientale sono difficili da trovare; il 42% invece ne fa un problema economico, sostenendo che il prezzo degli alimenti sostenibili sia troppo alto; infine per il 22% è un problema pratico perché non trovano abbastanza tempo da dedicare alla spesa – e quindi alla scelta accurata dei prodotti.

Instant booking

Consigli “sostenibili” in campeggio

Altri consigli per l’Earth Day arrivano da Pitchup.com, piattaforma di instant booking per le vacanze outdoor leader in Europa, che suggerisce 10 comportamenti sostenibili per rispettare l’ambiente anche in campeggio. Nonostante la vacanza en plein air sia riconosciuta come la più sicura e la più sostenibile, sono comunque necessarie alcune norme di buon senso. È importante che ognuno di noi faccia la sua parte, impegnandosi attivamente per preservare l’ecosistema.

Quando si parla di comportamenti green si pensa spesso a scelte radicali, ma non è così. Sostenibilità significa un mix di scelte giuste e mirate.

Nella “to-do list” di Pitchup.com, la prima regola è quella di ridurre la quantità dei rifiuti e differenziarli. L’ecologia è un dovere anche in vacanza: portare con sé un sacchetto, possibilmente in tela, per raccogliere i rifiuti e fare la raccolta differenziata seguendo le indicazioni dei singoli campeggi. Preferire thermos e borracce alle bottiglie di plastica.

Poi, ridurre i consumi d’acqua. Ricordarsi di chiudere l’acqua e non lasciarla scorrere quando si lavano i piatti, ma anche per l’igiene personale, quando si lavano i denti, le mani o sotto la doccia.
Optare per stoviglie in materiali lavabili privi di plastica. Se per ragioni di praticità è necessario utilizzare stoviglie usa e getta, preferire piatti, bicchieri e posate interamente biodegradabili e compostabili.

Rispettare la flora e la fauna. Imparare a sentirsi degli ospiti, più che dei padroni: vivere in armonia con l’ambiente circostante significa preservare la sua biodiversità. Non strappare la vegetazione e non portare via fiori, piante, sassi, legni, e così via.

Evitare di accendere fuochi. Oltre a essere pericoloso e vietato se al di fuori degli spazi predisposti, ogni falò brucia inevitabilmente suolo, così come le radici degli alberi che vi si nascondono.

Inoltre, limitare l’uso di veicoli a motore. Girare i dintorni alla scoperta delle bellezze della zona può essere fatto anche, e soprattutto, senza mezzi inquinanti. A piedi, con biciclette o e-bike, le alternative per promuovere la mobilità sostenibile non mancano.

La sostenibilità al volante

Giornata della Terra: le scelte consapevoli al volante

A proposito di motori e di scelte consapevoli alla guida, in occasione della Giornata della Terra automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove, Km 0 ha realizzato con la collaborazione dei suoi esperti una speciale check list dedicata a tutti i piccoli gesti che è possibile compiere quando si è al volante nel segno della sostenibilità ambientale, senza rinunciare alla comodità dell’uso del proprio veicolo.

La prima regola consiste nel tenere sempre sotto controllo la nostra auto. Partire dalla manutenzione generale è importante ed è necessario effettuarla seguendo regolari controlli e revisioni periodiche, così da evitare il rischio di immettere nell’ambiente sostanze nocive dovute da una cattiva combustione o dall’usura di liquidi e componenti meccaniche.

I peggiori nemici di chi è al volante, anche dal punto di vista dei consumi, sono fretta e nervosismo. Evitare una guida “scattosa” e fatta di continui sorpassi, potrebbe non solo migliorare il proprio impatto ambientale, ma anche quello acustico in strada. Inoltre, è anche il modo migliore per risparmiare, poiché moderare la velocità, evitare i sorpassi inutili, accelerazioni repentine o brusche frenate, significa ridurre i propri consumi. Un ottimo consiglio consiste quindi nell’utilizzare le marce più alte non appena possibile e mantenere i giri più bassi.

Iniziamo a riflettere bene sui nostri spostamenti, meglio muoversi solo quando è veramente necessario, e quando possibile evitare gli orari e le strade più trafficate per non trovarsi imbottigliati nel traffico. Spesso basta un po’ di buon senso per anticipare o schivare l’andamento e i flussi di traffico e come una buona pianificazione dei tragitti si può evitare di allungare le tratte più del necessario. Se poi dovesse capitare di ritrovarsi in un ingorgo, è bene ricordare sempre di spegnere il motore quando l’auto è completamente ferma. Se invece la colonna si muove a passo d’uomo, meglio avanzare lentamente piuttosto che fermarsi e ripartire di continuo.

Earth Day Italia e Radio Italia

La comunicazione è fondamentale per la Giornata della Terra. Per questo Earth Day Italia e Radio Italia rinnovano la loro partnership in vista delle celebrazioni del 22 aprile. Per il terzo anno consecutivo, dunque, le trasmissioni e gli speaker dell’emittente nazionale promuoveranno i messaggi e le iniziative che caratterizzeranno le celebrazioni italiane dell’Earth Day che anche quest’anno, data la perdurate emergenza sanitaria, avranno la forma della maratona multimediale #OnePeopleOnepPlanet.

Per avvicinarsi a questo importante evento è partito un countdown ufficiale con la campagna intitolata #Beat4Earth nella quale sul ritmo di un “Cuore che batte per la Terra” tanti artisti, sportivi, testimonial amici dell’Earth Day lasceranno il loro messaggio di amore per il Pianeta, preludio della staffetta di voci e di cuori del prossimo 22 aprile. Primo della serie il percussionista Tony Esposito.

Inoltre, per avvicinarsi all’evento, Radio Italia lancia su Apple Music delle playlist dedicate ai quattro elementi. Si comincia, sulla scia del world water day, con una speciale playlist dedicata all’acqua. Canzoni “fresche” per una durata complessiva di circa 10 minuti, il tempo medio consigliato per fare una doccia senza sprecare acqua. Nelle prossime settimane, ogni lunedì, usciranno le playlist dedicate al fuoco e all’aria per chiudere il 22 aprile con la playlist dedicata alla terra.

La maratona di “Food for Earth”

Di maratona in maratona, con la più grande lezione mondiale sul potere rigenerativo dei sistemi alimentari a beneficio del Pianeta. Il 22 aprile Future Food Institute e FAO e-learning Academy organizzano Food for earth, la maratona digitale globale di 24h sulla Sostenibilità.

Dopo il successo della prima edizione, che ha riunito più di 100 voci di esperti, con 24 sessioni di lavoro, e registrato più di 100mila partecipanti in tutto il mondo, torna la staffetta virtuale per il Pianeta che, come un’ideale torcia olimpica, viaggerà da Est a Ovest e coinvolgerà imprenditori, startup, scienziati, giornalisti, giovani leader, policymakers, consulenti, agricoltori da ogni angolo del mondo con l’obiettivo di confrontarsi sulle migliori esperienze sui sistemi alimentari sostenibili.

Diverse le figure istituzionali che porteranno un loro contributo alla maratona: interverranno, tra gli altri, il Direttore Generale Fao QU Dongyu, il vicedirettore e consigliere speciale Fao Maurizio Martina e il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, oltre a Ministri e Rappresentanze istituzionali da tutto il mondo.

La Global 24-hour Digital Marathon 2021 prevede anche collegamenti con i “Climate Shapers connessi da tutto il mondo ed impegnati in vere e proprie Climate Actions”. Dall’Italia ci si connetterà con Pollica, paese che ha ospitato il primo Boot Camp italiano per Formare Climate Shapers già nel 2020, luogo-simbolo per il rispetto dell’ambiente, della legalità e culla della Dieta Mediterranea. Il sindaco Stefano Pisani, il Forum dei Giovani e i ragazzi delle scuole che saranno protagonisti di una grande lezione sul Pianeta che si terrà sulla famosa spiaggia Cinque Vele di Legambiente dal 2000. È previsto, inoltre, un momento più riflessivo dedicato al cibo e alla sostenibilità ambientale con un focus sulla Dieta Mediterranea, stile di vita che mira all’armonia tra l’uomo e l’ambiente e quindi alla salvaguardia della biodiversità e della nostra identità.

Articoli correlati