Dieta Mediterranea, da Pollica partono gli eventi per celebrarla nel mondo

Foto di Moira Nazzari da Pixabay

In occasione della settimana della “Cucina italiana nel mondo”, una serie di eventi fino al 9 dicembre, che coinvolge 11 ambasciate italiane nel mondo, che esaltano la sostenibilità

È iniziata ieri “Dieta Mediterranea nel mondo. Tradizione, innovazione e stili di vita per lo Sviluppo Sostenibile”, la serie di eventi, che termineranno il 9 dicembre, organizzati da Future Food Institute e il Comune di Pollica, per promuovere la sostenibilità.

L’iniziava si inserisce nell’ambito degli eventi della settimana della “Cucina italiana nel mondo”, organizzata dal   Ministero  degli   A?ari   Esteri  e  della   Cooperazione   Internazionale   e  celebra  il   decennale   del riconoscimento della Dieta Mediterranea quale patrimonio immateriale dell’umanità UNESCO.

All’iniziava parteciperanno infatti 11 Ambasciate e Consolati d’Italia, da est a ovest del mondo, a testimonianza di come l’importanza delle connessioni globali sia oggi ritenuta sempre più fondamentale per raggiungere l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico, la di?usione dello stile di vita italiano nel mondo e la di?usione della buona pratica della cucina Mediterranea, che giova alla salute delle persone e del Pianeta.

Gli eventi saranno trasmessi sui canali social del Future Food Institute e su quelli delle Ambasciate e Consolati d’Italia all’estero partecipanti, tra i quali San Francisco, Washington, Tokyo, Mumbai, New Delhi, Riad, Taipei, Pechino, Santiago del Cile, Madrid e Città del Vaticano.

«La Food Diplomacy sostiene il sistema Italia nelle strategie e azioni diplomatiche internazionali,    esercitando quel  soft power che vede il cibo al centro delle relazioni culturali con le community di riferimento, come ponte di dialogo inclusivo e aperto, nonché come linguaggio universale capace di esprimere diversità e comunione di intenti – dichiara Sara Roversi, fondatrice del Future Food Instute – la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana si trasforma quindi in un viaggio della Dieta Mediterranea in giro per il mondo ascoltando le voci di scienziati, chef, policy makers, ristoratori e innovatori».

«A Pollica e nel Cilento – spiega Stefano Pisani, Sindaco di Pollica – in questi dieci anni abbiamo continuato a lavorare senza sosta alla preservazione di questo straordinario Patrimonio Culturale e Immateriale dell’Umanità attraverso uno sforzo congiunto con tanti attori locali e internazionali. Adesso abbiamo di fronte a noi la s?da del futuro, in un’epoca in cui la visione del nostro domani è distorta dalla pandemia, dobbiamo guardare allo stile di vita mediterraneo non solo e non più come patrimonio da preservare, ma come la via per garantire una buona lunga vita all’umanità. Un Patrimonio Immateriale che racchiude in sé cultura, tradizione, sostenibilità e benessere ?sico deve rappresentare uno dei principali driver sui quali costruire grandi opportunità per le future generazioni che sapranno coniugare innovazione e storia. La Dieta Mediterranea è senza dubbio la via per dare ancora un futuro al nostro pianeta».

Articoli correlati