Input your search keywords and press Enter.

Ecco gli ecobank, per una nuova raccolta differenziata

Nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti – Riciclare i rifiuti conviene e permette di risparmiare. E’ la strategia messa in atto attraverso gli Ecobank, i macchinari unici in Italia che prevedono la raccolta differenziata delle bottiglie in plastica pet con il sistema del vuoto a rendere (2 cent per ogni pezzo conferito). Dal 2009 sono attive le due postazioni di Alessandria e Valenza Po, che in 2 anni hanno visto oltre 3 milioni di pezzi conferiti. Dal 26 maggio scorso, invece, sono attivi anche i tre macchinari di Piacenza, che permetteranno a chi vi conferisce bottiglie in pet di avere dei bonus per l’acquisto dell’acqua del territorio, incentivando la raccolta differenziata e la fruizione di prodotti a chilometro zero, abbattendo le emissioni di CO2.
Il principio che ha guidato Tradingenia Srl, azienda di Bolzano specializzata nel settore della gestione rifiuti, è quella del vuoto a rendere per riconoscere un “bonus” in euro a chi vi conferisce bottiglie in plastica PET. Dopo le positive esperienze di Alessandria e Valenza Po, dove il sistema ha fatto registrare numeri record, tanto da spingere le amministrazioni delle due città ad aumentare il numero di postazioni, è sul territorio della città emiliana, dove sono state installate tre nuove macchine nei punti vendita Coop Eridana di Cortemaggiore, Borgonovo e Piacenza.

Ecobank, il sistema evoluto per la raccolta differenziata dei contenitori per bevande

Se ne è accorto anche Brunetta – Questo sistema, inoltre, è stato presentato al Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, in quanto fulcro del Citizen Relationship Management, un progetto per l’innovazione della pubblica amministrazione finalista del concorso “Dai voce alle tue idee” dell’Università Bocconi di Milano.

Gli Ecobank installati presentano numerose novità rispetto a quelli già esistenti e per questo rappresentano una nuova generazione di macchinari: pur mantenendo le loro caratteristiche fondamentali, ovvero il riconoscimento della bottiglia in plastica PET attraverso il codice a barre e l’erogazione del bonus, non necessitano di vasche di contenimento sotterranee per le bottiglie conferite, garantendo così un grande risparmio in termini di costi di realizzazione dell’impianto.
La strategia messa a punto da Iren Emilia, società del Gruppo Iren che opera nel settore ambientale, idrico ed energetico per le provincie di Piacenza, Parma e Reggio Emilia, e Coop Eridana, mira non solo ad incentivare la raccolta differenziata di qualità, ma anche a promuovere il consumo di prodotti del territorio ed a chilometro zero. I bonus assegnati, infatti, potranno essere utilizzati per l’acquisto di acqua minerale AltaValle, azienda produttrice del territorio piacentino e tra le prime in Italia ad utilizzare bottiglie in plastica riciclata per la distribuzione del proprio prodotto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *