Discovering Puglia: una regione da scoprire

Una delle locandine proposte dalla Regione

Meteo altalenante, freddo e giornate grigie. Con un tempo così tutto lascia presagire l’ennesimo weekend con telecomando in mano, qualcosa da sgranocchiare, plaid e ancoraggio al divano. Ma siete davvero sicuri di voler trascorrere così tutto l’inverno e – perché no – anche la parte più uggiosa della primavera?  Alternative ce ne sono e si aprono ad un pubblico sempre più ampio. Per destagionalizzare il turismo è partito da fine dicembre Discovering Puglia, progetto dell’Assessorato al Turismo della Regione e dell’agenzia regionale Pugliapromozione. Dopo il successo degli Open Days Estate 2012, ritorna un fitto calendario di eventi per tutti i gusti e gratuiti.

Si tratta di oltre 600 attività suddivise in quattro aree tra Arte e Cultura, Natura e Sport, Riti e Tradizioni, Campagna e Sapori. A queste si aggiungono nel calendario oltre 200 iniziative proposte da cantine e masserie. Un progetto che andrà a dislocarsi lungo tutto il 2013, con un’offerta integrata nei week end e nei giorni di festa. Ad esempio: per conoscere meglio la campagna pugliese ed i sapori della terra è possibile partecipare ad uno dei percorsi interattivi segnalati, oppure a laboratori creativi e del gusto mirati a condurre i partecipanti attraverso masserie e cantine pugliesi da vivere. Il tutto alla scoperta di cibi e ricette della tradizione contadina, percorrendo le “Vie del vino” che Bacco si è divertito a tracciare lungo il tacco d’Italia.

Le 4 cartoguide del progetto

Dalla Puglia non possono mancare, poi, feste e appuntamenti della tradizione popolare. Passeggiate per i boschi, lezioni di cucina per imparare a fare il pane o le orecchiette, per sperimentare la mungitura delle vacche, oppure per imparare a suonare il tamburello o a ballare la pizzica. Tutti percorsi studiati, da praticarsi in compagnia delle guide esperte. Gli itinerari storico-culturali andranno a soddisfare, invece, le menti più desiderose di fare un tuffo nel passato. Le città e i centri più piccoli che partecipano al progetto custodiscono un patrimonio storico, espressione delle correnti artistiche rinascimentali e barocche. Luoghi che rappresentano a pieno titolo importanti contenitori d’arte destinati ad accogliere biblioteche, musei e pinacoteche, laboratori di affresco, percorsi interattivi e rappresentazioni in costume.

Locandina dell'iniziativa

E infine, grazie al clima tutto sommato sempre mite presente in Puglia, via libera agli sport all’aria aperta. Trekking nei parchi naturali ma anche passeggiate lungo appositi percorsi da farsi a piedi, in bici o a cavallo nei parchi naturali e a contatto con la natura.

Le attività gratuite saranno offerte per tutto il 2013 nella stagione non estiva, grazie all’erogazione dei Fondi FESR. «L’obiettivo è valorizzare in modo organico sia gli attrattori pugliesi che la presenza diffusa degli eventi di forte richiamo turistico – fa sapere Silvia Godelli, assessore regionale al Mediterraneo, Sport e Turismo -. Con Discovering, la Puglia è in grado finalmente di mettere in rete un’offerta integrata per i week end e i giorni di festa a partire da dicembre e per tutto il 2013». Prestigiosi i partner dell’iniziativa: Mibac, Anci e Conferenza Episcopale Pugliese, con i quali Pugliapromozione sta per siglare un accordo storico per l’apertura di siti, beni culturali e chiese, e poi ancora Assessorato alle Risorse Agroalimentari e Assessorato alla Qualità del Territorio, Unpli Pro Loco, i Parchi di Puglia, Movimento Turismo del Vino, Puglia in Masseria, Ens Puglia.

Per conoscere il programma di Discovering è possibile consultate il calendario dettagliato delle attività con le modalità di prenotazione sul sito www.discovering.viaggiareinpuglia.it oltre che sulle quattro mappe tematizzate, distribuite presso gli uffici IAT di Pugliapromozione.

Niente più scuse, allora: la Puglia è già pronta per diventare una stagione tutta da scoprire, tutto l’anno!

Articoli correlati