Carpino (FG), CFS coglie bracconiere in flagranza di reato

Ancora episodi di bracconaggio nelle aree protette pugliesi: nel comprensorio Varisce, sito nel comune di Carpino (FG), gli agenti del Corpo forestale dello Stato di Cagnano Varano hanno sorpreso un uomo ad esercitare attività venatoria abusiva. L’area in questione è definita come zona di massima tutela del Parco Nazionale del Gargano.

Il bracconiere, in possesso di regolare porto d’armi, era munito di fucile semiautomatico calibro 12 ad anima liscia caricato a piombo spezzato, equipaggiamento utilizzato probabilmente per la caccia ai fringillidi, specie particolarmente protetta. L’arma utilizzata dal bracconiere e le munizioni sono state poste sotto sequestro penale probatorio (foto).

Il bracconiere, marchigiano, dovrà rispondere di introduzione di armi e materiale esplodente in area protetta, esercizio venatorio illecito, cattura, uccisione e disturbo della fauna selvatica.

I forestali, impegnati in questi giorni in perlustrazioni antibracconaggio, invitano a segnalare comportamenti illeciti al numero verde 1515.

Articoli correlati