Tutti pronti per il Capodanno 2024 live in Puglia?

fuochi d'artificio foto pixabay
fuochi d'artificio foto pixabay

Dal cenone alla festa in piazza il passo è breve, soprattutto il 31 dicembre.

 

Dalla Cena degli Abbracci al Pranzo dell’Anno Nuovo a Bari, dal party di Capodanno a Lecce all’Alba dei Popoli a Otranto. La Puglia è pronta a festeggiare la notte del 31 dicembre e l’arrivo del 1 gennaio tra feste in piazza, musica, spettacoli e fuochi d’artificio da Foggia a Taranto, dalla Bat a Brindisi.

Tra auguri e festeggiamenti, l’invito è a non dimenticare la sicurezza (per strada e con botti e petardi, anche per non spaventare gli amici cuccioli), la solidarietà e i messaggi sociali, e l’uso dei mezzi pubblici per spostarsi in tranquillità senza congestionare le strade del centro.

Bari

Il grande palco di piazza Libertà si accenderà per il grande concerto dell’ultimo dell’anno con tre protagonisti della scena musicale italiana: i pionieri di un genere crossover tra rap e cantautorato Coez e Frah Quintale ed Ermal Meta. Per il cantautore punto di riferimento nella scena italiana pop-rock, che ha appena lanciato il nuovo singolo Male più non fare (feat. Jake la Furia) che è un invito a vivere la vita rispettando un unico principio: non fare del male, sarà un ritorno a casa. La festa in piazza continuerà fino a notte fonda con il dj set firmato Radio Norba in collaborazione con Radio 105.

“Trascorreremo l’ultimo dell’anno in piazza con tantissimi cittadini ascoltando e ballando con la buona musica italiana. Una novità assoluta per la nostra piazza, i due artisti di straordinaria qualità, presenti sulla scena musicale nazionale ormai da diversi anni, con hit che hanno spopolato in tutte le radio e nelle piattaforme streaming, Coez e Frah Quintale che suoneranno per la prima volta insieme proprio a Bari per il concerto di Capodanno. Siamo molto orgogliosi di questa scelta – commenta il sindaco di Bari Antonio Decaro – perché richiamerà in piazza migliaia di giovani appassionati che potranno così assistere a uno spettacolo che sarà presentato in tutti i palazzetti nei prossimi mesi. Sul palco ci sarà un altro straordinario ospite che sarò felice di accogliere nella nostra e nella sua città: Ermal Meta, con cui balleremo, canteremo sulle note del suo ultimo singolo e lanceremo un messaggio forte contro la violenza sulle donne, come già sta facendo da diverse settimane sui suoi canali, attraverso i suoi più grandi successi che lo hanno portato sul podio di Sanremo. Tanta musica, una piazza tutta da riempire e la nostra città che torna a riunirsi per salutare insieme il nuovo anno”. 

Appuntamenti solidali

In occasione delle prossime giornate di festa, i servizi promossi in favore dei cittadini più fragili dall’assessorato Welfare in collaborazione con le realtà del privato sociale, del volontariato laico e cattolico e della Caritas diocesana, prevedono una serie di momenti conviviali. In tutte le strutture e le case di accoglienza comunali saranno garantiti pasti sociali (pranzo e cena) per gli ospiti, mentre gli operatori delle Unità di strada saranno impegnati ogni giorno nella distribuzione di coperte e beni alimentari in favore delle persone senza dimora. Inoltre, saranno assicurate le attività di domicilio e market sociale in favore delle persone e dei nuclei familiari in carico ai Servizi sociali.

“Siamo giunti alla fine di quest’anno particolarmente duro, soprattutto per quanti versano in condizioni di fragilità. Un anno molto impegnativo per la tenuta sociale, durante il quale molte persone e nuclei familiari hanno dovuto far fronte al costante aumento dei costi della vita, con minori tutele e opportunità rispetto al passato. Ora più che mai desidero ringraziare, per conto dell’amministrazione comunale, quanti in questi giorni di festa decidono di dedicare tempo ed energie a coloro che rischiano di restare ai margini. Sappiamo bene – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – che un semplice pasto non può invertire la rotta nella vita di una persona ma il rafforzamento di legami e relazioni sì. Abbiamo lavorato molto sulla costruzione di una comunità solidale, che fosse in grado di sorreggere chi è in difficoltà, e di questo siamo orgogliosi”.

La Cena e il Pranzo degli Abbracci

Per queste festività, i tradizionali appuntamenti della Cena e del Pranzo degli Abbracci, organizzati dall’associazione In.Con.Tra con il supporto dell’assessorato al Welfare e della Ladisa ristorazione, dedicati a 200 tra persone senza dimora e coloro che vivono in condizione di solitudine, si terranno presso il locale Burger Pork, in via Quintino Sella 128, come di seguito specificato:

  • domenica 31 dicembre: Cenone degli Abbracci (inizio alle ore 19). Al termine  sarà garantito il trasporto gratuito presso le strutture di accoglienza notturne su?i bus navetta
  • lunedì 1° gennaio: Pranzo degli Abbracci (inizio alle ore 12)

Il Centro polivalente comunale per il contrasto alla povertà estrema “Area 51” garantirà 100 pasti in modalità da asporto – sia a pranzo sia a cena – nelle giornate del 31 dicembre 2023, 1 e 6 gennaio. Inoltre si terranno momenti di socializzazione:

  • 31 dicembre: “Brindisi di Capodanno” in collaborazione con Unità di Strada “Care for People” (dalle ore 19 alle 20)
  • 6 gennaio: “Lotteria della befana” (dalle ore 10 alle 12).

Parrocchie Caritas diocesana

Nelle giornate del 1° e del 6 gennaio 2024 la rete delle parrocchie della Caritas Diocesana assicurerà pranzi e cene alle persone più fragili secondo il calendario previsto dal Piano cittadino predisposto per l’emergenza freddo:

  • lunedì 1° gennaio: Pranzo alla parrocchia San Carlo Borromeo e cena dalle Suore Missionarie di carità
  • sabato 6 gennaio: Pranzo nelle parrocchie Santa Chiara / San Nicola (Carbonara) e Cena presso parrocchia San Sabino e Suore Missionarie di Carità

Pronto Intervento Sociale (P.I.S.)

Il Pronto intervento sociale – PIS è rivolto a chiunque si trovi in condizioni di difficoltà, anziani in stato di disagio e/o abbandono, donne vittime di violenza, minori in situazioni che richiedano immediato intervento sociale. Il servizio, attivo h 24 tutti i giorni dell’anno, è promosso dall’assessorato al Welfare in rete con il Servizio sociale dei Municipi, la Polizia Municipale, le Forze dell’ordine, la Polfer, la Questura, la Prefettura, l’ASL, il Centro antiviolenza. Numero verde 800 093470 – tel. 080 8493594.

Sicurezza urbana e mezzi pubblici

Per la manifestazione “Capodanno in musica 2024” prevista il 31 dicembre 2023 e fino al 1° gennaio 2024, l’amministrazione comunale ha disposto alcune misure  per minimizzare i pericoli e i rischi sotto il profilo della sicurezza e ordine pubblico:

Dalle ore 13 del 31 dicembre 2023 alle ore 05 del giorno 1° gennaio 2024 sulle vie corso Vittorio Emanuele, via Roberto da Bari (tratto compreso tra corso Vittorio Emanuele e via Piccinni), piazza Chiurlia e piazza Massari, compresa l’area individuata su corso Vittorio Emanuele delimitata da misure di security in quanto interessata dallo svolgimento dell’evento, è vietato:

  • per gli esercenti di qualsiasi attività commerciale  somministrare e/o vendere per asporto bevande in bottiglie  in contenitori in vetro o in lattine di alluminio, bottiglie di plastica con il tappo
  • per qualsiasi soggetto è vietato detenere, su area pubblica e/o aperta al pubblico nelle zone interessate dalla manifestazione, bevande in bottiglie e/o contenitori in vetro e/o in lattine di alluminio e bottiglie di plastica con il tappo;
  • per qualsiasi soggetto non autorizzato è vietato detenere spray al peperoncino o comunque contenenti sostanze urticanti;
  • è vietato accedere con zaini, borsoni – limitatamente all’area interessata dall’evento, perimetrata da misure di security e ad accesso contingentato – contenenti bottiglie e contenitori in vetro, lattine di alluminio e/o bottiglie di plastica con tappo, spray urticanti (in genere utilizzati per difesa personale) o qualsivoglia dispositivo urticante;

Ferrovie Appulo Lucane assicurerà i collegamenti ferroviari tra Puglia e Basilicata sulla linea Bari-Matera. I treni straordinari FAL previsti per domenica 31 dicembre saranno in funzione dalle 7.50 alle 20.30 in base all’orario ferroviario straordinario affisso nelle stazioni, pubblicato sulla pagina Facebook aziendale e sul sito internet www.ferrovieappulolucane.it. L’Amtab ha predisposto una serie di variazioni di percorso dei bus e delle navette e la rimodulazione dei programmi di servizio delle navette del park & ride mentre su alcune vie sarà vietato transitare o fermarsi.

Leggi Capodanno, SIMA: botti di fine anno, dal 2012 in Italia oltre 3mila feriti gravi e 6 morti

BAT

La Città di Trani si prepara ad accogliere il nuovo anno con il concerto di Raf, che festeggia i 40 anni di carriera, in piazza Quercia. Accenderà la lunga notte di San Silvestro, a partire dalle ore 22,30, il trascinante staff di dj e speaker di Radio Selene, pronti a bissare il successo dello scorso anno. A cadenzare lo spettacolo anche le coreografie interpretate dalle ballerine della scuola di danza “Studio Danza di Trani. Una festa continua che introdurrà il cantautore di “Infinito”, traghettando il pubblico fino al countdown della fine dell’anno con il dj Dario Quagliarella e le coinvolgenti voci di Maria Rita Minoia e Stefano Alicchio e trascinandolo nel 2024 con il brindisi di rito del sindaco Amedeo Bottaro a tutto il pubblico, per poi continuare anche dopo il concerto di Raf con le accattivanti sonorità dei dj Ninni Bellifemine e Nico De Marinis, tutto rigorosamente in diretta sui canali della radio.

È lo stesso cantautore che dà appuntamento alla lunga notte del 31 dicembre a Trani: “Quando un anno sta per finire siamo propensi a tirare le somme, a riflettere sul passato e a cercare di immaginare il futuro prossimo. In questi ultimi anni l’umanità è testimone inerme di eventi avversi con prospettive poco rassicuranti. Nutrire l’odio, fomentare lo scontro, promuovere i conflitti, screditare le diversità, accentuare le differenze, esasperare i toni, ci allontana da possibili soluzioni. Attraverso il linguaggio universale della musica possiamo avvicinarci, superare le disuguaglianze, provare emozioni e sentimenti comuni. La musica deve essere strumento di pace. Soltanto se siamo in pace con noi stessi possiamo avvertire maggiore empatia verso gli altri. Vi aspetto – ha detto Raf – la notte di San Silvestro nella splendida Piazza Quercia a Trani per accogliere il nuovo anno, cantando, ballando, provando tutti insieme le stesse emozioni”.

Foggia

La festa comincia il 29 dicembre con l’Orchestra Ico Suoni del Sud che chiude la seconda stagione concertistica con il consueto Concerto di Capodanno al Teatro Umberto Giordano. L’orchestra stabile foggiana proporrà, oltre a celebri valzer e melodie di Johann e Josef Strauss, musiche di Charles Gounod, Pyotr Ilyich Tchaikovsky, Umberto Giordano, Armando Trovajoli, Dimitri Shostakovich, Ermanno Wolf-Ferrari,  Franz Lehar e Alfredo D’Ascoli. A dirigere sarà Michele Cellaro.

“Siamo contentissimi di tanto successo”. Gianni Cuciniello, responsabile di Suoni del Sud ha detto: “Una stagione così lunga e fortunata non può che terminare con un brindisi musicale che fa ormai parte della tradizione, poiché il Concerto di Capodanno della nostra orchestra è tra gli appuntamenti più attesi e amati; con l’augurio che il pubblico ci continui a seguire con lo stesso entusiasmo anche nella terza. Noi siamo già pronti con tantissime sorprese”.

Niente botti di fine anno, un appello solidale con i quattrozampe

Foto di Sarocha S.

L’assessorato alle Politiche Sociali con delega al randagismo del Comune di Foggia lancia una campagna di sensibilizzazione. ‘Festeggiare, senza spaventare’ è il claim per salvare gli amici a quattro zampe.

“Il 31 dicembre, che per noi è la festa più bella, divertente e spensierata dell’anno, per gli animali domestici è un incubo” osserva l’assessora veterinaria Simona Mendolicchio  del Comune di Foggia che punta a sensibilizzare le famiglie foggiane, con e senza un animale domestico, per eliminare i botti allo scoccare della mezzanotte, che spaventano e traumatizzano cani e gatti. “Un appello al buon senso e una piccola manifestazione di gratitudine per animali che trasmettono amore, affetto, riconoscenza in maniera totale e incondizionata, e sono una compagnia preziosa per tante persone sole e di giochi per tanti bambini. Sarebbe un importante segnale di civiltà e rispetto, in linea con la natura solidale della nostra città, e con la ‘rivoluzione della normalità’ che l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Maria Aida Episcopo intende avviare per restituire a Foggia un’immagine e un racconto degni della sua umanità e del suo spessore. Il denaro riservato all’acquisto di fuochi d’artificio fragorosi potrebbe essere destinato a iniziative solidali, e sarebbe un modo ancora più significativo di festeggiare l’arrivo del nuovo anno”.

Leggi Botti di Capodanno, come proteggere gli amici quattrozampe

Brindisi

La notte di San Silvestro è in piazza Mercato. Appuntamento alle ore 23 con “Capodanno in Città”, lo spettacolo organizzata dal Comune di Brindisi per la notte più lunga dell’anno che trascinerà il pubblico sulle note della musica più coinvolgente e contagiosa. In primo piano, la Blu70 Big Band con il suo viaggio musicale attraverso i grandi classici dei cantautori italiani e le hit internazionali che hanno unito generazioni. A seguire Djwep proporrà un live set fatto di suoni e atmosfere accompagnato dalla voce protagonista di Marianna Voice. Sul palco anche le ballerine della discoteca Malè, che con le loro coreografie aggiungeranno un tocco di spettacolarità. I cerimonieri della notte saranno Sandro Toffi e Mino Molfetta. Al primo toccherà il countdown alla mezzanotte, al secondo la guida del pubblico in una notte di festa e divertimento. Un invito a rimanere in città e fare comunità fin dai primi minuti del 2024.

Taranto

Novità assoluta di quest’anno è il Concerto di Capodanno che si terrà al Teatro Comunale Fusco la mattina del primo gennaio alle 11.30. Ideato dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il “Taranto Opera Festival”, la cui orchestra, composta da musicisti provenienti da diverse realtà, allieterà il primo giorno del nuovo anno spaziando in un repertorio classico, ma molto vario.
Si partirà dalle più note arie tratte dalla Carmen di Bizet per giungere, attraverso le opere di Puccini e Rossini, al gran finale sulle note della marcia di Radezsky accompagnata, come ogni Concerto di Capodanno che si rispetti, dal battito delle mani del pubblico in sala.
Accanto all’orchestra del Taranto Opera Festival, ci sarà Francesca Ruospo, soprano pugliese e tra le voci più interessanti del panorama lirico italiano, vincitrice di diversi premi nazionali ed internazionali. Ha al suo attivo un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero tra cui: Milano (Teatro alla Scala), Monza, Lecce, Bari, Sulmona, Ravello, Chieti, Seul, Chicago, Strasburgo (Parlamento Europeo), Londra, Abu Dhabi, Pechino.

“Questo concerto rappresenta una novità assoluta per Taranto – ha dichiarato l’assessore alla cultura e sport Fabiano Marti – ma la risposta che il pubblico tarantino ci sta dando da quando abbiamo aperto il Teatro Fusco ci ha fatto capire che la città è pronta ad eventi di questo tipo”.

Lecce

Se l’anno nuovo comincerà con la musica d’opera, quello vecchio si concluderà nel segno della musica pop e popolare con un doppio appuntamento gratuito in piazza Libertini.

Il 30 dicembre, alle 21, protagonista sarà Raf, cantautore e padre del pop italiano ha pubblicato 14 album in studio vendendo 10 milioni di dischi in tutto il mondo mentre la notte del 31 dicembre sarà la musica travolgente di Enzo Petrachi con la sua Folkorchestra e di Claudio Prima con la Bandadriatica ad animare la piazza nell’attesa del 2023.

La mattina del 1° gennaio, giornata mondiale della Pace, il Comune di Lecce in collaborazione con PugliArmonica e con l’Associazione Musicale Salentina offrirà alla cittadinanza al Teatro Apollo il Gran concerto di Capodanno della Banda della Città di Lecce “Nino Farì” diretta dal maestro Giovanni Pellegrini. L’ingresso al teatro sarà gratuito fino ad esaurimento posti. Il concerto avrà inizio alle 11, avrà la durata di circa 90 minuti, il programma musicale prevede arie dalla Norma, dalla Carmen, da L’italiana in Algeri, dal Barbiere di Siviglia, dalla Traviata, dalla Cenerentola, dalla Turandot e si concluderà con la Marcia di Radetzky.

La Banda della Città di Lecce “Nino Farì” è stata costituita recuperando una lunga tradizione bandistica risalente alla metà dell’Ottocento. È composta da 38 elementi, organizzata come una tradizionale “banda da giro” con la direzione affidata al maestro Pellegrini con l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare un fenomeno che è parte del patrimonio artistico, storico, culturale e sociale della città, profondamente radicato nella coscienza collettiva e nella tradizione del territorio e che, nel tempo, ha scandito i più importanti momenti della vita civile e religiosa della comunità, avvicinando alla musica ampi strati di popolazione.

Nella notte tra domenica 31 dicembre e lunedì 1 gennaio, alle Officine Cantelmo di Lecce si festeggia l’arrivo del nuovo anno con una party tutto da ballare con tre nomi della scena pugliese: il produttore, chitarrista, compositore e raffinato dj Nicola Conte, sinonimo di qualità e ricerca nella musica deep jazz, latina, afrofuturista, bossa-nova e soul, il percussionista e polistrumentista Gabriele Poso, artista con una forte visione spirituale e musicale, e il producer Populous, noto per il suo approccio globale nel fare musica.

A Otranto la tradizionale Alba dei Popoli

Foto di Avi Chomotovski da Pixabay

Torna anche quest’anno l’Alba dei Popoli, rassegna organizzata da 25 anni dal Comune che pone l’accento su Otranto come luogo simbolo del Mediterraneo e che prevede una grande festa in piazza il 31 dicembre per festeggiare l’ingresso del nuovo anno. Alba dei Popoli prende spunto dalla forza simbolica esercitata dalla prima alba del nuovo anno, nel punto più ad Est d’Italia, dove sorge il nuovo sole del 2024.

“Otranto, come più a est d’Italia, sarà portatrice di speranza e di pace”, dichiara il sindaco Francesco Bruni. “Luce che prima di darsi a noi, avrà attraversato terre di sofferenza e di povertà, terre di adii e terre di accoglienza come il Salento, che continua a ricevere con grande cuore. Auspichiamo in una luce nuova, una luce che illumina, che apre le braccia, che spinge all’incontro e al dialogo, una luce che renda più buoni. Otranto vuol diventare la voce che urla NO alla guerra e al dolore, stringendosi in un unico abbraccio fra i popoli della terra”.

La grande festa sarà in Largo Porta Terra. Si esibiranno sul palco di Otranto i Bundamove, Sud Sound System, Antonio Castrignanò, Cesko & Puccia, Carmine Tundo e Mama Marjas. L’apertura della serata è dedicata alle nuove proposte emergenti della scena live: le esibizioni degli Accasaccio e le selezioni di Dj Castromassi anticiperanno il concertone finale.

 

 

 

Articoli correlati