Input your search keywords and press Enter.

Tartarughe in salvo

Si è appena chiusa la Turtle Week, la grande festa del WWF dedicata al Mediterraneo e ai suoi abitanti più longevi: le tartarughe marine. Questi animali sono oggi minacciati dalle attività dell’uomo e la loro sopravvivenza è a rischio. In particolare la cattura accidentale negli attrezzi da pesca va a colpire ogni anno 130mila esemplari (20mila solo in Italia) ma anche l’ingestione di plastica, l’urbanizzazione delle coste o l’attività turistica incontrollata rientrano tra i più importanti fattori di pericolo.

Durante la festa, che per tutta la settimana ha coinvolto 27 località costiere dal Nord al Sud Italia, i volontari del WWF hanno spiegato a pescatori, istituzioni e bagnanti semplici accortezze che possono fare molto per aiutare le tartarughe. Ad esempio: per i pescatori, tagliare corte le lenze degli esemplari che vengono presi all’amo; per i bagnanti rispettare le zone di nidificazione e segnalare al WWF tracce e nidi individuati sulle spiagge. Grande entusiasmo alle liberazioni di tartarughe marine che in tutto hanno restituito al mare dieci esemplari di Caretta caretta curati nei centri di recupero dell’Associazione, mentre, in Sicilia e in Calabria, altri tre esemplari in difficoltà sono stati recuperati.

Print Friendly, PDF & Email