Stop auto Ue: 7,5 milioni di italiani pronti ad acquistare l’elettrica

Ricarica Auto Elettrica (c) Es sarawuth_lr (1)
450 nuovi veicoli elettrici nel parco auto delle Pubbliche Amministrazioni (foto Es sarawuth_lr )

Come si comporteranno gli automobilisti italiani che dovranno cambiare veicolo da qui al 2035?  Facile.it: quasi 4 su 10 hanno compreranno un veicolo ibrido, 7,5 milioni una vettura completamente elettrica, 1 su 10 opterà per mezzi alternativi, quasi 4 milioni sceglieranno il noleggio a lungo termine

 

Ormai è stata approvata la proposta avanzata dal Parlamento europeo di vietare la vendita di auto a benzina e diesel a partire dal 2035; come si comporterebbero gli automobilisti italiani ora che la misura è diventata realtà? Secondo l’indagine che Facile.it ha commissionato agli istituti mUp Research e Norstat il mese scorso, quindi prima dell’approvazione della norma,  alla domanda Da qui al 2035, se dovesse cambiare auto cosa farebbe? quasi 17 milioni di nostri connazionali (38,7%) hanno dichiarato di voler prendere un veicolo ibrido, valore che raggiunge addirittura il 43% tra i rispondenti del Centro Italia.

LEGGI ANCHE: Stop ai carburanti inquinanti, l’UE ha deciso

Il 17,9%, vale a dire oltre 7,5 milioni di rispondenti, addirittura, opterebbe per una vettura completamente elettrica, percentuale che arriva al 19,8% al Nord Est.

Giovani “alternativi”

auto-ibrida-dettaglio
Secondo l’indagine di Facile.it quasi 17 milioni di nostri connazionali (38,7%) hanno dichiarato di voler prendere un veicolo ibrido, valore che raggiunge addirittura il 43% tra i rispondenti del Centro Italia

Guardando alle fasce anagrafiche, le generazioni maggiormente propense all’alimentazione alterativa risultano essere quelle più giovani; il 43,6% degli italiani con un’età compresa tra i 25 e i 34 anni sarebbe indirizzato all’acquisto di un veicolo ibrido, mentre il 26,6% dei 18-24enni sceglierebbe un’auto completamente elettrica, il tutto chiaramente senza contare i costi del veicolo.

Continuando a scorrere i dati emersi dall’indagine si scopre che, in caso di acquisto anche prima del 2035, il 9,9% non comprerebbe più una vettura ma opterebbe per mezzi alternativi; quasi 4 milioni, infine, coloro che si indirizzerebbero al noleggio a lungo termine.

Dopo il 2035

Lo studio di Facile.it ha voluto poi indagare cosa farebbero i nostri connazionali se dovessero comprare un nuovo veicolo dopo il 2035, quindi quando non sarà più possibile scegliere i motori a diesel o benzina. Più di 1 su 3, vale a dire quasi 15 milioni di italiani, comprerebbe un’automobile elettrica, valore che sale al 46,8% tra i 18-24enni, coloro che, per motivi anagrafici, più probabilmente effettueranno l’acquisto di un mezzo dopo il 2035.

Più di 4 milioni (9,7%), invece, sono coloro che useranno solo auto a noleggio lungo termine, mentre il 7% opterebbe i mezzi pubblici. Tanti, circa 13,5 milioni, gli italiani che invece non hanno ancora le idee chiare su come si comporteranno in caso di acquisto dopo il 2035.

* Indagine mUp Research – Norstat svolta tra il 17 e il 21 febbraio 2023 attraverso la somministrazione di n.1.403 interviste CAWI ad un campione stratificato di individui in età compresa fra 18 e 74 anni, rappresentativo della popolazione italiana residente sull’intero territorio nazionale nell’intervallo di età considerato.

Immagine (c) Es sarawuth

 

Articoli correlati