Nuovi alberi in città: parte weTree, sostenuto da Ilaria Capua

alberi

La startup italiana scelta dall’ONU per la campagna ActNow sostiene il “Patto di Equilibrio” di weTree per rendere più verdi le città italiane

Nasce un “patto verde” per stabilire un nuovo equilibrio tra umani e natura. Il patto ha il nome di weTree e a siglare la nuova alleanza che vuole dare una sterzata alla crisi climatica è l’ONU attraverso la sua campagna ActiNow  e  AWorld, la piattaforma che guida e incentiva le persone ad intraprendere azioni sostenibili. l’App è stata infatti scelta dalle Nazioni Unite a supporto del progetto.

Nuovi alberi per la salute dell’uomo

La promozione di weTree è la prima di una serie di collaborazioni tra AWorld e Salute Circolare, l’iniziativa della Professoressa Ilaria Capua , ricercatrice in virologia, che mira a individuare soluzioni di tutela della salute umana anche attraverso la protezione di animali, piante e ambiente. Accomunate dalla consapevolezza di quanto sia urgente tutelare e proteggere il nostro pianeta, AWorld, Salute Circolare e weTree si uniscono per raggiungere due importanti obiettivi: aggiungere del verde nelle città italiane a beneficio anche della salute dei cittadini e sensibilizzarli, guidarli e coinvolgerli nel migliorare il proprio stile di vita in ottica sostenibile. L’iniziativa weTree partirà con progetti di piantumazione di alberi nelle città di Torino, Milano, Perugia e Palermo.

IL contagio delle buone pratiche

AWorld_funzionamentoweTree non è un progetto dalla sola valenza ambientale, ma anche sociale: l’iniziativa nata proprio da Ilaria Capua, insieme a Ilaria Borletti Buitoni, vicepresidente del FAI e Maria Lodovica Gullino, professoressa di patologia vegetale dell’Università di Torino, intende infatti chiedere alle amministrazioni locali di tutta Italia di sottoscrivere il progetto e impegnarsi in azioni concrete non solo per realizzare aree verdi, ma anche intitolarle a tutte le personalità femminili che si sono distinte con le loro attività per una società migliore. A questo proposito, Stefania Farina, CSR Manager di AWorld, afferma: “Non si tratta solo di piantumare alberi, ma di coinvolgere i cittadini nel creare città sostenibili e promuovere educazione e salute. Inoltre, si evidenzia l‘importanza della parità di genere nella sostenibilità, intitolando le aree verdi delle città che hanno aderito al progetto weTree a donne che si sono distinte con le loro attività per una società migliore”.

“Mi piacerebbe che questa iniziativa diventasse contagiosa e che diventasse uno dei momenti di rinascita per il nostro paese Questo obiettivo vorremmo raggiungerlo anche attraverso la partnership con AWorld che ci permette di arrivare direttamente a tutti i cittadini” dichiara Ilaria Capua.

Con “Salute circolare” le risposte alle domande dei cittadini

Parallelamente, sull’app AWorld è nato “Salute Circolare”, un team aperto a tutti i cittadini all’interno del quale sono disponibili percorsi di approfondimento e video sui temi della salute, dell’ambiente e della sostenibilità. Tutti gli iscritti potranno ricevere consigli su come migliorare il proprio impatto personale e contribuire, grazie alle proprie azioni, a raggiungere l’ambizioso obiettivo di risparmiare collettivamente 50 tonnellate di CO2 entro il 22 aprile, Giornata Mondiale della terra.

La collaborazione tra Salute Circolare e AWorld proseguirà nei prossimi mesi, promuovendo nuove iniziative che coinvolgeranno cittadini, istituzioni, aziende e organizzazioni per favorire la creazione di partnership e promuovere la Cultura della Sostenibilità. Chi vuol far parte dl progetto e tenere traccia dei suoi comportamenti sostenibili può scaricare qui l’App AWorld, disponibile per iOS e Android. Per ulteriori informazioni sulla campagna ActNow, visitare il sito internet delle Nazioni Unite

Articoli correlati