Maxi sequestro di stupefacenti nella zona di San Cataldo (LE)

Nell’ambito di attività di controllo del territorio avviato dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Martina Franca (TA), gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del Posto Fisso di San Cataldo (LE) hanno rinvenuto, tra la rigogliosa vegetazione retrodunale, un involucro contenente un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

In totale, sono stati posti sotto sequestro 42 kg di marijuana suddivisi in 70 panetti, per un valore al dettaglio di circa 300 mila euro. Il ritrovamento fa ipotizzare un traffico internazionale di stupefacenti tra l’Albania e le coste pugliesi: esso è infatti correlabile al sequestro di un gommone, provvisto di motore, depositato sul litorale lo scorso luglio.

La ricognizione territoriale che ha permesso il ritrovamento delle sostanze stupefacenti, è principalmente finalizzata a un’intensificazione della vigilanza sulle aree naturali protette attraverso mobilità sostenibile, in armonia con gli ambienti naturali tutelati e realizzata con l’ausilio di pattuglie a cavallo e in moto.

Articoli correlati