La nuova mobilità in Puglia: scelte green senza dimenticare la sicurezza

La nuova mobilità con i monopattini

Una mobilità “ibrida”. Un pugliese su due, infatti, pensa a una modalità di spostamento che possa alternare l’auto a mezzi più green, come le bici tradizionali, quelle elettriche o i monopattini, trend del momento.

L’ultimo report che certifica un cambiamento delle abitudini degli italiani è firmato dall’Osservatorio Sara Assicurazioni, la compagnia assicuratrice ufficiale dell’ACI. Ne abbiamo già parlato analizzando i dati nazionali (Leggi: Monopattini e bici elettriche: ambiente batte portafoglio) e scendendo nel dettaglio ‘locale’, emerge come  il mezzo preferito dai pugliesi sia la bicicletta a pedalata assistita (33%), davanti ai monopattini elettrici (26%), mentre restano ancora dietro overboard e i monoruota (5%).

La sicurezza al centro

Nuova mobilità in Puglia

Il tema più importante resta quello della sicurezza. E anche su questo fronte la Puglia sembra in linea con la media nazionale.

Circolare fuori dai percorsi dedicati, e in particolare sui marciapiedi, o trasportare passeggeri (49%), il mancato uso di elementi come casco e luci (27%) e le distrazioni (23%) vengono indicati dai pugliesi come i comportamenti più pericolosi.

Tra i rischi più temuti, i danni arrecati agli altri utenti della strada e a beni come le auto parcheggiate (69%), gli infortuni (68%), nonché noie e spese legali in caso di sinistro (12%). Per questo motivo, più di un pugliese su due (60%) ritiene che occorrerebbe maggiore educazione stradale per stimolare comportamenti più responsabili. 

Monop-attiamo in sicurezza

Ed è quello, ad esempio, che è stato realizzato a Monopoli con la campagna informativa “Monop-attiamo in sicurezza”.

Un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione avviata dalla Polizia Locale nell’ambito delle iniziative “Monopoli – ReStart” prodotte dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Angelo Annese, nel periodo post emergenza da Covid 19. L’obiettivo della campagna di sicurezza è quello di spiegare le regole comportamentali nonché le caratteristiche tecniche partendo dal presupposto che i ciclisti, unitamente ai pedoni e ai conducenti di monopattino elettrico, sono gli utenti deboli della strada. E purtroppo le notizie di cronaca di incidenti stradali ove sono coinvolti i monopattini elettrici sono in crescita. Sul sito del Comune di Monopoli sono stati pubblicati l’opuscolo informativo e la registrazione del corso gratuito organizzato nei mesi scorsi.

Guarda il video

Le multe a Bari

Informazioni, corsi e confronti che sono già stati realizzati e promossi nel capoluogo pugliese. A Bari, però, continuano anche le multe. L’ultimo fine settimana è stato emblematico: oltre ai controlli per le misure di contenimento del contagio da Covid, infatti, sono stati sanzionati automobilisti indisciplinati e monopattini selvaggi. Ben 160 multe per violazioni del codice della strada e otto sanzioni hanno riguardato conducenti di monopattini, sorpresi nell’inosservanza delle basilari regole di sicurezza, come l’utilizzo in due del mezzo.

I numeri di Lecce

Intanto, a Lecce continua a riscontrare interesse e ad essere utilizzato il servizio di sharing mobility di monopattini elettrici fornito in città da BitMobility e, nell’ultima settimana, anche da Reby. A settembre il servizio BitMobility ha registrato 47.438 noleggi, con un incremento degli utenti registrati di circa 8500 (il totale è di 27.238). L’età media di chi utilizza il servizio è di 28 anni. Giungono anche i primi dati relativi all’utilizzo dei monopattini Reby: nel primo weekend, dal 2 al 4 ottobre, i noleggi sono stati 1017.

I buoni dati sull’utilizzo del servizio, che ha la finalità di incrementare gli spostamenti con mezzi ecologici rispetto a quelli motorizzati, si accompagnano all’attività di controllo sul rispetto delle norme del codice della strada da parte della Polizia Locale. Le sanzioni comminate dalla partenza del servizio sono ad oggi 250. È stata inoltre implementata l’attività informativa nei confronti dell’utenza, con l’indicazione esplicita in app e con adesivo sui mezzi, sul divieto di utilizzo “in coppia”.

A Taranto il nuovo servizio

Entra nella famiglia “sharing” anche la Città di Taranto con il servizio gestito, anche in questo caso, da BIT Mobility. Un investimento che rientra in una politica “sostenibile” dell’Amministrazione comunale. «Abbiamo avviato una radicale trasformazione della mobilità cittadina – le parole del sindaco Melucci –, che ha nel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, nel nuovo Piano Generale del Traffico Urbano e nel Piano della Ciclabilità, che è una sua appendice, i riferimenti attuativi. La progettazione della rete di piste ciclabili, le linee di bus a transito rapido, l’acquisto di bus ibridi e oggi la scelta di offrire un servizio di sharing mobility, con mezzi sostenibili, sono tutti elementi di una strategia che ci consentirà di recuperare il ritardo e allinearci alle buone pratiche di molte città europee».

BIT Mobility ha immesso sul territorio 300 monopattini elettrici, distribuiti su 75 hub; con un’area operativa di oltre 18 kmq, compresa tra il quartiere Tamburi e le propaggini esterne dei quartieri Salinella e Solito-Corvisea, si potrà parcheggiare solo in prossimità dei BIT Point, espressamente delineati da un’apposita segnaletica.

Molti i servizi previsti per promuovere il rispetto delle regole di circolazione e il corretto parcheggio del mezzo: innanzitutto il sistema di geolocalizzazione del mezzo in condivisione, che permette un controllo maggiore contro gli episodi di furto e vandalismo. E poi, aree di parcheggio obbligatorio, limitazioni di velocità gestite da remoto h24 e monopattini di ultima generazione con doppio-freno, batterie intercambiabili e interfaccia vocale. Il controllo dei mezzi è effettuato sia dal personale in giro per la città sia da un servizio di sorveglianza.

Il servizio sarà disponibile tramite l’app BitMobility, in modalità “pay per use”, cioè in modo occasionale, pagando 1€ di sblocco e 15 cent/min a ogni noleggio, oppure sottoscrivendo una formula di abbonamento.

Articoli correlati