Key Energy: l’Italia riparte dall’efficienza

Mancano pochi giorni all’appuntamento con l’ottava edizione di Key Energy, il salone internazionale per l’energia e la mobilità sostenibili, che anche quest’anno torna a RiminiFiera dal 5 all’8 novembre. Nelle stesse date, dunque, di Ecomondo, il principale appuntamento fieristico italiano della green economy, che comprende anche Cooperambiente, H2R, Città Sostenibile e nel cui ambito si terranno, per la terza volta, gli Stati Generali della Green Economy.

Key Energy racconterà tutte le diverse anime del mondo delle energie rinnovabili. Nonostante i ripetuti interventi legislativi e un contesto economico molto difficile, settori come eolico, biogas o efficienza energetica (che a Rimini trovano la propria sede naturale) hanno comunque evidenziato incoraggianti segnali di tenuta, se non persino di crescita. E nuove opportunità potrebbero venire presto, per esempio dall’avvio del mercato del biometano, atteso dopo la pubblicazione dei decreti attuativi prevista in questi giorni.

Quest’anno a Rimini sono particolarmente numerose le aziende espositrici provenienti dal mondo delle energie sostenibili. Sono tre i padiglioni di Key Energy dedicati rispettivamente alle rinnovabili e all’efficienza: Key Wind, Key Energy Bio-Green Processing e Key Energy White Evolution. Ed è quest’ultima la novità per il 2014: una manifestazione nuova, che raccoglie prodotti e soluzioni di efficienza energetica per l’industria e il terziario, in collaborazione con ANIE ENERGIA e COGENA, ASSOESCO e FIRE e ITALCOGEN. Qui si trovano anche la White Arena che ospiterà una serie di approfondimenti tecnici e finanziari legati all’efficientamento energetico dell’industria.

C’è attesa anche per Key Energy Bio-Green Processing, la sezione dedicata alle bioenergie, organizzata in collaborazione con CIB, Consorzio Italiano Biogas , che accoglie le aziende della filiera del biogas e del biometano. Si conferma inoltre Key Wind, la manifestazione giunta alla sua seconda edizione, in partnership con ANEV, l’Associazione Nazionale Energia del Vento, per riunire i maggiori player in un unico, grande evento annuale.

In calendario, un fitto programma di convegni. Si parlerà delle due anime del biogas (scarti agricoli e rifiuti organici della raccolta differenziata), di biometano, delle potenzialità del’eolico. Alcuni focus saranno riservati alle direttive UE in materia di efficienza energetica.

Articoli correlati