Istituto di Oceanografia, 5 borse di studio per sostenere l’Ucraina

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale a fianco dei colleghi ucraini. Serviranno per l’attività di studenti, docenti, tecnici e ricercatori ucraini nel settore delle scienze della Terra e del mare

 

Da Trieste un altro aiuto italiano per sostenere l’Ucraina e le sue menti. Anche l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS sostiene la comunità scientifica ucraina con diverse borse di studio per accogliere studenti, docenti, tecnici e ricercatori ucraini, coprendo le spese di viaggio, vitto e alloggio per la loro permanenza in Italia.

«Il Consiglio di amministrazione ha approvato il finanziamento di 5 borse di studio di 6 mesi ciascuna per attività di ricerca da svolgere presso una delle sedi del nostro Ente» spiega Paola Del Negro, direttrice generale dell’OGS.

Come altri enti pubblici di ricerca e università italiane, l’OGS ha recepito le indicazioni del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) contenute nel Decreto-Legge n. 16 “Ulteriori misure urgenti per la crisi in Ucraina” approvato dal Consiglio dei ministri del 28 febbraio 2022.

«Questa azione conferma quello che, partecipando alla rete Refugee scientists coordinata dalla TWAS – The World Academy of Sciences, da anni promuoviamo per offrire a scienziati, provenienti da Paesi in guerra, strumenti concreti per affrontare temi delicati, spesso all’interfaccia fra scienza e politica» sottolinea Nicola Casagli, presidente dell’OGS. «Metteremo a disposizione dei colleghi ucraini le nostre strutture che operano nel campo delle scienze della Terra, del mare e delle aree polari offrendo il nostro completo supporto per la realizzazione dei loro progetti» conclude Casagli.

Le manifestazioni di interesse e le eventuali ulteriori richieste di informazioni possono essere indirizzate a sostegnoucraina@ogs.it

Articoli correlati