Sistri ancora tu.. ma non dovevamo vederci più!

Entro il 30 giugno la Consip pubblicherà una iniziativa di gara europea che vedrà la presa in carico dell’attuale servizio rifiuti incluso la progettazione, la realizzazione e la gestione dei servizi
Entro il 30 giugno la Consip pubblicherà una iniziativa di gara europea che vedrà la presa in carico dell’attuale servizio rifiuti incluso la progettazione, la realizzazione e la gestione dei servizi

Continuiamo a parlare del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) e questa volta a seguito di un incontro tenutosi il 15 aprile scorso, tra Il Ministero dell’Ambiente, la Consip S.p.A e i Rappresentanti del Tavolo di concertazione e monitoraggio del Sistema.

Diverse le ipotesi di evoluzione del Sistri discusse, come la possibilità di compilazione in modalità off-line ed eventuale sviluppo di procedure di interazione con le associazioni; la riproduzione della struttura di un formulario; l’introduzione, ove possibile, di template precompilati;la semplificazione delle maschere utente; la possibilità di compilazione della scheda movimentazione del produttore da parte del trasportatore e di  unificazione del registro cronologico per unità locale; l’implementazione della funzione di collegamento tra targa del mezzo di trasporto e le schede di movimentazione ad essa associate che permetterà di velocizzare l’inserimento dei dati; la sostituzione delle black box con strumenti di mercato, ad esempio i nuovi tachigrafi digitali. Il trasportatore non dovrà più inserire i dati di pianificazione del viaggio; si parla anche della sostituzione delle chiavette Usb e valutazione dell’utilizzo, ove necessario, dei certificati virtuali/One Time Password (Otp) per la firma; in discussione anche la possibilità di implementare una App che permetterà di accedere al sistema ed inserire informazioni e annotazioni.

Per coinvolgere gli operatori interessati dal Sistri per individuare altre proposte migliorative, è stato predisposto un questionario di 4 domande, da compilare ed inviare entro il 4 maggio esclusivamente per posta elettronica certificata all’indirizzo mail sistri@postacert.consip.it. (Clicca qui per visualizzare e scaricare il documento di consultazione Sistri) .

E questo anche alla luce di quanto accadrà entro il 30 giugno, data in cui la Consip pubblicherà una iniziativa di gara europea che vedrà la presa in carico dell’attuale servizio incluso la progettazione, la realizzazione e la gestione dei servizi.

In seguito di questo incontro si è tenuto un convegno su questo tema in occasione del Transpotec Logitec di Verona, organizzato da Assotrasporti. Il workshop Incontriamoci, proponiamo, lavoriamo su… trasporto rifiuti. Proposte concrete per ottimizzare la filiera dei rifiuti , aveva come obiettivo quello di stilare un vademecum di modernizzazione del Sistema. Tutti concordi i relatori intervenuti nell’affermare che questo sistema, costato oltre 400 milioni di costi diretti, senza quantificare quelli indiretti, risulta troppo oneroso per un qualcosa che ad oggi non  risulta funzionare – come ammesso dallo Stesso Ministero dell’Ambiente –  e che necessita di essere bloccato subito, come promesso ad Assotrasporti dall’On. Patrizia Terzoni.

E allora tutti a compilare il documento di consultazione per dare nuova fiducia, anche se non la meriterebbe, ad un Sistema che vada veramente a semplificare le procedure e gli adempimenti riducendo i costi sostenuti dalle imprese e andando a gestire in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell’illegalità.

Articoli correlati