La penisola del tesoro: tappa pugliese a Barletta

Domenica 16 febbraio si svolgerà la quindicesima edizione de La penisola del tesoro. L’evento è organizzato dal Touring Club Italiano (TCI), per far conoscere luoghi di importanza storica, soprattutto quelli meno conosciuti ma di inestimabile bellezza. La giornata sarà all’insegna della valorizzazione e promozione del patrimonio delle città italiane; inoltre, si festeggeranno i 120 anni dell’associazione più grande d’Europa.

Unica tappa pugliese sarà la città di Barletta. I soci TCI e tutti i partecipanti a La penisola del tesoro saranno ospitati nel Castello Svevo. L’imponente bastione (foto) è stato edificato da Federico II su una preesistente rocca normanna, successivamente ampliato e modificato dai D’Angiò e dagli Aragonesi.

Nell’arco della giornata ci sarà la possibilità di visitare l’imponente Cattedrale normanno-gotica di Santa Maria Maggiore e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli detta dei Greci, con una pregevole e monumentale iconostasi, entrambe testimonianza del lungo rapporto tra Barletta e l’Oriente, prima snodo di traffici mercantili e porto da cui salpavano crociati e pellegrini diretti in Terra Santa, quindi rifugio per gli esuli bizantini dopo l’invasione Ottomana dell’Impero romano d’Oriente. Visita, inoltre, all’ottocentesco sontuoso Teatro Giuseppe Curci, intitolato al musicista e compositore barlettano.

Barletta è nota anche per la Disfida che il 13 febbraio 1503 vide 13 cavalieri italiani guidati da Ettore Fieramosca battere valorosamente i cavalieri francesi al comando di Guy de La Motte, da cui erano stati ingiuriati all’Osteria di Veleno (visitabile). Per coloro che raggiungeranno la città nella giornata di sabato (15 febbraio), alle ore 17.00 sarà organizzata dal TCI una visita guidata alla Chiesa del Santo Sepolcro, al Colosso Eraclio (ritrovo dei partecipanti) e alla Chiesa di Sant’Andrea.

Articoli correlati