Input your search keywords and press Enter.

Hybus: seconda vita alla mobilità

Si chiama Hybus, l’autobus ibrido progettato da Pininfarina, appena presentato a Milano in occasione di MobilityTech, il forum internazionale sull’innovazione tecnologica per lo sviluppo della mobilità e dei trasporti. Il modello esposto è il primo prototipo dimostrativo, sviluppato con la collaborazione di Gtt per testare la tecnologia e verificarne la fattibilità industriale. Il progetto si basa sulla conversione di autobus attualmente equipaggiati con motori Euro 0-1-2 in autobus con motorizzazione ibrido seriale. La conversione in ibrido di un vecchio autobus a motore termico permette sia di ridurre l’inquinamento che di contenere i costi. Infatti si è calcolato che Hybus consente di risparmiare circa il 60% rispetto all’acquisto di un bus ibrido nuovo. Una soluzione che va anche a risolvere il problema dello smaltimento di mezzi obsoleti, che possono invece avere nuova vita grazie ad un propulsore diesel di piccola cilindrata: nuovo, ecologico e dall’aspetto più interessante. E proprio a livello di stile, l’autobus mantiene sì le forme originarie ma con alcuni interventi di ripristino della carrozzeria e la proposta di una nuova livrea che riprende i colori della bandiera italiana per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. All’interno, l’intervento più importante riguarda l’area posteriore, opportunamente modificata per consentire l’alloggiamento della struttura di sostegno delle batterie. Restyling anche per gli interni, dove vengono rivisti grafica e colori, sedili e coperture, con la garanzia del design di qualità Pininfarina.

Print Friendly, PDF & Email