Input your search keywords and press Enter.

Giappone, il Motomondiale sfida il nucleare

Il business ha avuto ragione delle radiazioni e del terremoto. La Honda, ospita in casa il Gran Premio di motociclismo. Questo fine settimana, infatti, il Gp era in calendario il 24 aprile scorso, invece si tiene il 2 ottobre, a meno di 150 Km da Fukushima, si corre la 15ª tappa del Motomondiale, malgrado la terra continui a tremare; ieri è stata registrata una scossa di magnitudo 5,6.

Le autorità giapponesi assicurano che il livello di radiazioni fuori dalla zona proibita intorno alla centrale non è pericoloso per la salute umana. Tuttavia alcuni team come la Ducati, hanno inviato propri esperti per verificare che la radioattività sia entro i limiti consentiti. Per il Giappone questa gara rappresenta un altro passo verso il ritorno alla normalità dopo la grave emergenza nucleare che si è abbattuta sul Paese del Sol Levante, anche se il 19 settembre scorso, oltre 60 mila persone hanno partecipato, a Tokyo, all’ultima manifestazione contro il nucleare.
Hiroshi Aoyama pilota giapponese del team Honda Gresini ha ringraziato pubblicamente i colleghi.

Quanto al campionato, l’australiano Casey Stoner, con la Honda, punta al secondo titolo mondiale; Jorge Lorenzo, con la Yamaha, insegue.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *