Energiadi, premiate le scuole vincitrici

Le nove Zone di Milano si sono sfidate, da novembre dello scorso anno a marzo, nelle Energiadi: una gara il cui scopo era produrre il maggior quantitativo di corrente elettrica pulita, attraverso dinamo azionate da biciclette. Il progetto è stato ideato e organizzato dalla associazione Socialice, giovane realtà milanese impegnata nella diffusione della cultura della sostenibilità ambientale e sociale.

Alla competizione, già raccontata tra le pagine di Ambient&Ambienti, hanno partecipato 5mila studenti di diciotto scuole (tra elementari e medie) del capoluogo lombardo. Studenti, associazioni ed abitanti dei quartieri hanno usato i Bike Energy System (Bes) installati nelle scuole: generatori di corrente da 1,5kwh a cui erano collegate 10 biciclette. Su di essi i bambini hanno pedalato a turno, partecipando a un laboratorio extra didattico della durata di 2 ore.

A salire sul podio di questa edizione delle Energiadi, le scuole della Zona 4 (prima classificata); a seguire quelle della Zona 6 e della Zona 3. In palio, 10mila euro in beni e servizi da destinare, appunto, alle scuole della Zona vincitrice: la scuola secondaria di primo grado Tito Livio e la scuola primaria Sottocorno.

A premiare i vincitori, l’assessore comunale all’Educazione e Istruzione Francesco Cappelli. «Questa esperienza è una metafora di come si costruisce la cittadinanza partendo dall’impegno di tutti. Infatti, quanto più insieme pedaliamo, tanto meglio siamo in grado di servire i bisogni di tutti. Le Energiadi sono un progetto importante che aiuta i ragazzi a crescere con l’idea del risparmio energetico e con il senso responsabilità verso l’ambiente».

Articoli correlati