Conflitti ambientali, in Lombardia un nuovo servizio per prevenirli

cantiere strada_foto ArtTower da Pixabay
foto ArtTower da Pixabay

Nasce FacilitAmbiente ed è rivolto a enti e amministrazioni pubbliche, imprese, associazioni di categoria e privati, In Camera Arbitrale di Milano sono aumentate del 10% in un anno le controversie ambientali

Nasce oggi un servizio innovativo in Italia di prevenzione dei conflitti in materia ambientale. Si chiama “FacilitAmbiente” per facilitare la vita di imprese, enti pubblici e cittadini, che sempre più spesso sono coinvolti in controversie e conflitti ambientali.

Il servizio, avviato dalla Camera Arbitrale di Milano e della Camera di commercio di Milano MonzaBrianza Lodi, mette in campo strumenti, procedure e esperti e fa leva sullo scambio di informazioni e sulla creazione di un clima di dialogo e collaborazione tra le parti. L’obiettivo è agire prima che il conflitto esploda.

Cosa è un conflitto ambientale

Sono quelle complesse vicende che riguardano la realizzazione di siti industriali, infrastrutture, sviluppi immobiliari, o ancora l’intervento sul territorio per realizzare opere utili alla collettività.

Solo in Camera Arbitrale di Milano in un anno (dal 2019 al 2020) si è registrato un incremento del 10% di domande di mediazione per risolvere le controversie ambientali. Nel 70% dei casi il conflitto ha visto contrapposte imprese e pubbliche amministrazioni.

Perché nasce FacilitAmbiente

La realizzazione di grandi opere e infrastrutture, progetti immobiliari e siti industriali causano ogni anno frizioni tra imprese, tra imprese e cittadini, coinvolgendo anche gli enti pubblici. La realizzazione di alcune opere, da un lato considerate di pubblica utilità e nel rispetto della legge, trova talvolta resistenza e opposizione da parte delle comunità interessate. Al contrario altre iniziative, da alcuni giudicate indispensabili per una reale protezione dell’ambiente, stentano ad essere realizzate, incontrano resistenze e diventano forieri di ulteriori difficoltà. “Le questioni ambientali – dichiara Elena Vasco, Segretario Generale della Camera di commercio di Milano MonzaBrianza Lodi – causano ritardi nei tempi, aumento dei costi, incertezza sulla realizzazione degli interventi infrastrutturali, e producono danni per il sistema, a livello economico, sociale e ambientale”

Dunque i conflitti paralizzano l’attività economica, ledono la fiducia tra le parti e rappresentano un costo per l’economia, per il tempo dedicato alla gestione della controversia. La soluzione è la prevenzione del conflitto.

Cosa è FacilitAmbiente

E’ un nuovo servizio nato per prevenire i conflitti ambientali, attraverso un “percorso di Facilitazione” con soggetti qualificati. Il servizio offre la possibilità di essere seguiti da un Facilitatore, esperto nelle tecniche di dialogo e negoziazione; promuove l’avvio di una collaborazione tra i soggetti interessati e il facilitatore; garantisce la realizzazione del percorso di facilitazione, dedicato all’analisi e alla ricerca della soluzione delle questioni in modo condiviso finalizzato a prevenire i conflitti in materia ambientale.

A chi è rivolto

I destinatari del servizio sono enti e amministrazioni pubbliche, imprese, associazioni di categoria e privati, operanti nei territori di competenza della Camera di Commercio di Milano MonzaBrianza Lodi. Possono, inoltre, accedere tutti gli altri soggetti, pubblici o privati, potenzialmente interessati al servizio, anche al di fuori delle province di Milano Monza Brianza Lodi, qualora i luoghi e i siti di interesse oggetto dell’istanza di facilitazione siano collocati nell’ambito dei territori di riferimento della Camera di Commercio.

 L’evento

 FacilitAmbiente viene presentato il 5 ottobre dalle ore 17.00, attraverso un webinar gratuito su zoom. Per partecipare, iscriversi a questo link.

 

 

 

Articoli correlati