Caratteristiche tecniche e funzionalità dei condizionatori

Nella scelta di un condizionatore per uso residenziale, è importante orientarsi verso un marchio affidabile e garantito sia per la tecnologia che per il design

Il climatizzatore non solo svolge la classica azione rinfrescante, offrendo una casa confortevole anche nei mesi estivi e particolarmente afosi, ma è utile anche per vivere in un ambiente più salutare. Per questo nella scelta di un condizionatore per uso residenziale è importante orientarsi verso marchi affidabili e garantiti sia per la tecnologia che per il design

 

La presenza del climatizzatore, che attualmente riguarda qualsiasi ambiente, compresa la maggior parte delle residenze private, permette di ottenere un clima sempre gradevole, soprattutto nei mesi più caldi dell’estate. Inoltre, la funzione deumidificante, della quale sono dotati ormai tutti i condizionatori domestici, è utile per rendere la casa più confortevole, riducendo il disagio provocato da un’umidità eccessiva.

Nella scelta di un condizionatore per uso residenziale, è importante orientarsi verso un marchio affidabile e garantito sia per la tecnologia che per il design.

Un apparecchio di qualità non si limita ad una semplice funzione raffrescante: i condizionatori Daikin, ad esempio, consentono di migliorare la qualità dell’aria sia in fatto di temperatura che di umidità e di purezza.

Dove e perché installare un climatizzatore

Il climatizzatore, come si è detto, non solo svolge la classica azione rinfrescante, offrendo una casa confortevole anche nei mesi estivi e particolarmente afosi, ma è utile anche per vivere in un ambiente più salutare.

La presenza della funzione deumidificante e di alcuni filtri interni consente di equilibrare perfettamente la presenza dell’umidità all’interno di una stanza e di purificare l’aria da polveri, agenti patogeni, allergeni e altri elementi che possono creare disagio. Per queste sue caratteristiche, il climatizzatore è ideale da installare sia negli ambienti abitativi, soprattutto in presenza di persone che soffrono di allergia, sia negli uffici e nei luoghi di lavoro o pubblici, dove spesso sono presenti molte persone.

Inoltre, quasi tutti i climatizzatori fissi possono offrire anche una funzione riscaldante, molto utile nelle stagioni in cui l’impianto di riscaldamento è spento, oppure per le stanze prive di termosifoni e di altri elementi riscaldanti.

Manutenzione del climatizzatore: cosa fare

La presenza della funzione deumidificante e di alcuni filtri interni consente di equilibrare perfettamente la presenza dell’umidità in una stanza e di purificare l’aria da polveri, agenti patogeni, allergeni e altri elementi che possono creare disagio

Per ottenere il meglio dal proprio impianto di climatizzazione e per mantenere a lungo le prestazioni, è importante effettuare alcune operazioni di manutenzione, che in parte possono essere svolte in autonomia ma che richiedono anche l’intervento di un tecnico.

La pulizia e la sanificazione del dispositivo non sono operazioni particolarmente complesse, in commercio è possibile trovare prodotti specifici, di solito spray, che permettono di eliminare batteri, muffe, funghi e altre sostanze potenzialmente dannose.

Un’altra operazione importante è la pulizia o sostituzione dei filtri: è bene consultare il manuale d’uso dell’apparecchio oppure chiedere consigli ad un esperto, poiché alcuni filtri devono essere sostituiti periodicamente, altri semplicemente lavati.

La pulizia e il controllo dei vari componenti del motore sono operazioni che richiedono una certa competenza e manualità: in caso di incertezza, si consiglia di rivolgersi ad un tecnico specializzato o all’installatore che ha montato l’apparecchio.

In questo caso, è necessario rimuovere la copertura di protezione e procedere nel togliere ogni traccia di polvere, terriccio e altro, controllando inoltre la presenza di eventuali parti usurate che richiedono un intervento più complesso.

Un’operazione che invece richiede la presenza di un tecnico qualificato è il controllo del livello di gas per accertarsi che non si siano verificate perdite: è importante rivolgersi ad un professionista per escludere qualsiasi rischio di disperdere il gas nell’ambiente.

Articoli correlati