Input your search keywords and press Enter.

Bertiolo produce energia grazie al biogas, “petrolio verde”

Spinti dalla crisi che ha investito il settore agricolo, dieci imprese friulane hanno fondato la Greenway Agricola, col fine di sfruttare le opportunità offerte dalle fonti di energia rinnovabile. Grazie al contributo economico del Gruppo Cariparma – Crèdit Agricole e alla consulenza tecnica dello Studio Catullo & Partners di Treviso, il network di agricoltori ha realizzato a Bertiolo (UD) un impianto a biogas.

La centrale, della potenza di un Megawatt, è alimentata da una filiera a chilometro zero: le locali imprese agricole conferiscono all’impianto la biomassa prodotta sui loro terreni, in particolare colture erbacee. Ne conseguono alcuni vantaggi ambientali: la centrale produce del digestato, quindi materiale organico che va a concimare i terreni produttori migliorandone la qualità e riducendo la richiesta di concimi da altri territori; relativamente al funzionamento della centrale, si stima un risparmio di circa 1800 tonnellate equivalenti di petrolio sulla produzione di energia elettrica.

Marco Tam, presidente di Greenway Agricola: «La strada di un nuovo modello di impresa agricola, che integra la sua attività tradizionale con la produzione di energia da biogas, è tracciata. Dal prossimo anno vorremmo realizzare nuovi impianti, più piccoli, per portare a 2 Megawatt la potenza complessiva». Evidenti, per il presidente Greenway Agricola, le ricadute positive sul territorio: «Se è vero che questa energia ha un costo leggermente superiore, essa provoca un positivo effetto volano sull’economia, nel nostro caso su quella di un microsistema che ha rinnovato la sua vocazione».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *