Input your search keywords and press Enter.

Barriere architettoniche, Puglia esempio di buona prassi politica

«La V Commissione del Consiglio Regionale pugliese  – afferma il consigliere Misto-Psi Franco Pastore – ha dato l’ennesimo esempio di buona prassi politica, approvando un provvedimento che incide concretamente sulla vita dei cittadini, soprattutto, ma non solo, di quelli che abbiano temporanee o permanenti disabilità che li rendono non autosufficienti».  La proposta di legge in questione è relativa all’Abbattimento delle barriere architettoniche, mediante realizzazione di ambienti per persone con disabilità grave, negli edifici di edilizia residenziale in proprietà, sintesi fra la proposta del consigliere Davide Bellomo e quella dell’assessore all’edilizia residenziale pubblica,  Angela Barbanente.  Con questa legge, spiega Bellomo, «si tende al miglioramento della fruibilità e del comfort ambientale degli edifici nei quali è presente un portatore di handicap grave, anche in deroga alle destinazioni d’uso»: sarà infatti possibile il recupero ai fini riabilitativi delle superfici scoperte, quali terrazze a livello o di copertura, di pertinenza delle unità abitative in cui risiedono persone con handicap grave, allo scopo di realizzare servizi, secondo le esigenze del portatore di handicap.

La legge prevede inoltre che, agli spazi così riqualificati, siano installati pannelli per la produzione di energia solare e tecnologie volte all’isolamento acustico. Alla migliore fruibilità degli immobili corrisponde la loro efficienza energetica.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *