Auto elettriche: costi, vantaggi e copertura assicurativa

auto elettrica pexels-mike

Facili da guidare e confortevoli, rappresentano la nuova frontiera della guida. Alcune compagnie scelgono di premiare con particolari sconti tutti quei clienti che, tramite l’utilizzo di veicoli elettrici, contribuiscono a migliorare l’ambiente

 

Cosa sono le auto elettriche

Complice un utilizzo ormai sfrenato e decisamente fuori controllo dei combustibili fossili, senza dimenticare il loro notevole impatto ambientale, nell’ultimo decennio è aumentata la produzione di veicoli elettrici, ossia capaci di alimentarsi tramite l’elettricità. La questione principale per questi mezzi è la ricarica della batteria, che è possibile effettuare tramite le colonnine installate per strada o più semplicemente collegando la vettura alla rete elettrica domestica. Il tempo di ricarica è variabile: può essere compreso tra mezz’ora e dodici ore, in quanto potrebbero incidere in misura diversa i kWh della batteria del veicolo e la potenza del punto di ricarica e dello stesso caricatore.

Occorre prestare molta attenzione anche a possibili variazioni della velocità di ricarica, in quanto potrebbe non essere sempre costante nel tempo: in alcune batterie, una volta raggiunta la soglia dell’80%, potrebbero esservi degli abbassamenti della potenza di ricarica.

Quanto costano le auto elettriche

Ma quanto costa un’auto elettrica? Quando si decide di acquistarla, è inevitabile fare le opportune riflessioni circa le spese da sostenere. Oltre ai costi relativi all’investimento in sé per sé che si vorrebbe effettuare (e considerando eventualmente gli incentivi relativi all’Ecobonus che possono farli scendere in maniera importante), a incidere molto nel portafoglio degli automobilisti sono quelli relativi alla ricarica della batteria della vettura.

In determinati punti strategici delle città sono state installate, negli ultimi anni, delle colonnine adibite alla ricarica delle batterie: ricaricare, chiaramente, non è gratuito e di fatto queste colonnine solo l’alter ego dei classici benzinai per le auto “tradizionali”. Per chi vuole, è possibile ricaricare la batteria della propria automobile direttamente a casa, noleggiando di fatto un contatore aggiuntivo al costo di 60 euro al mese. In alternativa, poi, ci si può collegare direttamente alla propria rete elettrica, con i relativi costi che andranno a sommarsi a quelli che normalmente si dovranno pagare nella classica bolletta elettrica.

colonnina ricarica auto elettrica pexels-erik-mclean
Le colonnine di ricarica colonnine sono l’alter ego dei classici benzinai per le auto “tradizionali” (foto Pexels)

Per quel che riguarda, invece, le spese da sostenere per acquistare un modello elettrico, queste sono ancora molto elevate poiché non sono ancora diffusissimi sul mercato: la domanda è ancora troppo bassa rispetto all’offerta, ma tra qualche anno è probabile che l’equilibrio possa raggiungersi su livelli di prezzo più bassi.

Quali vantaggi ottenere se si acquista un’auto elettrica

L’acquisto di un’auto elettrica permette di ottenere determinati vantaggi rispetto a quelli che è possibile conseguire se si possiede un veicolo ibrido. Innanzitutto, occorre precisare che si tratta di veicoli che non inquinano, dunque possono avere libero accesso alle aree a traffico limitato nelle zone urbane, ovviamente previa autorizzazione del Comune interessato. Inoltre, i costi relativi all’alimentazione sono minori rispetto a quelli dei modelli ibridi, in quanto la ricarica elettrica permette di conseguire un notevole risparmio rispetto a qualsiasi altro carburante.

Per quel che riguarda la guida in città e nelle aree urbane, le vetture elettriche sono molto facili da guidare e dispongono di un’accelerazione abbastanza fluida. Sempre in termini di guida, risultano essere molto confortevoli: tendono a produrre pochissimi rumori, offrendo un ambiente rilassante che contribuisce a ridurre lo stress, sia per il conducente e sia per i passeggeri. Non vanno poi trascurati tutti quelli aspetti che possono riguardare la manutenzione dei veicoli elettrici, che dal punto di vista meccanico (dal motore fino alla trasmissione) dispongono di un funzionamento nettamente più semplice rispetto a quelli ibridi, in quanto vi è una ridotta presenza di componenti e di liquidi da rabboccare. In più, occorre menzionare la frenata rigenerativa, che rispetto alle auto tradizionali prevede un minore utilizzo dell’impianto frenante, che di conseguenza risulterà essere meno usurato nelle vetture elettriche.

Auto elettriche e assicurazione auto

In tema di assicurazione auto, alle varie compagnie assicuratrici non è passato di certo inosservato il sempre maggiore utilizzo di vetture elettriche; di conseguenza esse hanno iniziato a pensare a nuove offerte da sottoporre ai propri clienti. Zurich Connect, per esempio, ha deciso di premiare con uno sconto Eco-City tutti quei clienti che, tramite l’utilizzo di queste automobili, contribuiscono a migliorare l’ambiente. Più in generale, a livello di assicurazione è importante comportarsi esattamente come per le auto a combustibile fossile trovando la soluzione più adatta alle proprie esigenze, in modo tale da non incorrere in brutte sorprese.

Articoli correlati