Ambiente, nasce ad Andria il Giardino Mediterraneo

Il Circolo Legambiente di Andria Thomas Sankara ha presentato oggi, 23 aprile, il Giardino Mediterraneo. Si tratta di un’area verde, recuperata e gestita dal Circolo grazie ai finanziamenti concessi da Centro Commerciale Mongolfiera.

La valorizzazione di quest’area ha l’obiettivo di fornire alla cittadinanza un luogo nel quale scoprire e osservare le caratteristiche dell’ambiente mediterraneo. Al suo interno, si potranno seguire diversi percorsi didattici come quello botanico, fitoterapico, geologico: soltanto attraverso un contatto diretto con la natura è possibile sviluppare una sensibilità ambientale e quindi acquisire un senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente e della gestione delle sue risorse.

Il Giardino Mediterraneo è stato descritto da Francesco Tarantini e Riccardo Larosa, rispettivamente presidente di Legambiente Puglia e presidente del Circolo di Andria: «Coloro che entrano nel giardino, avranno la possibilità di osservare e di individuare le caratteristiche tipiche del nostro ecosistema. Si potranno osservare campioni di roccia calcarea e calcarenitica tipica del nostro territorio e confrontarli con rocce di genesi diversa, ad esempio vulcaniche. Si potranno scorgere i diversi aspetti che caratterizzano il clima e la vegetazione tipica della macchia mediterranea e scoprire, inoltre, le proprietà terapeutiche di alcune specie vegetali».

Il Giardino Mediterraneo si inserisce nel progetto Differenziamoci con il quale il Gruppo Mongolfiera dal 2009 si impegna, grazie all’ausilio di Legambiente, a diventare un brand verde per la tutela dell’ambiente e punto di riferimento per il territorio.

Articoli correlati