Input your search keywords and press Enter.

Ambiente, il verde si insinua nelle città

Nonostante il cemento abbia sottratto aree agricole, in città il verde urbano conquista terreno. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, in merito al rapporto Istat sulla qualità dell’ambiente nelle città italiane nel 2012.

Nei capoluoghi di provincia, la superficie occupata da parchi e giardini cresce dell’1% l’anno. Le città guadagnano 4 mq di verde; ogni abitante ne ha a disposizione 30.

I nuovi stili di vita, ma soprattutto le emergenze ambientali, impongono un nuovo modo di concepire gli spazi urbani. Ecco allora che il verde si insinua negli interstizi delle costruzioni: nascono giardini verticali e sui tetti degli edifici, i muri vegetali, gli edifici incastonati all’interno di dune verdi.

Cia promuove questo connubio fra architettura e vivaismo, ricordando l’importanza ambientale delle aree verdi: «Da una parte contengono gli effetti dello smog, responsabile di alcune patologie respiraorie; dall’altra, aumentano la vivibilità del centro urbano, considerato l’effetto benefico che il verde ha anche da un punto di vista psicologico per i cittadini».

«L’urbanistica delle città – affermano ancora dal Cia – va ripensata in funzione delle attuali necessità ambientali e alimentari che il nostro pianeta è costretto ad affrontare». La rinaturalizzazione degli spazi urbani è una sfida richiesta dal Protocollo di Kyoto, ma anche dalle nuove concezioni di urbanistica, più innovative ed eco-friendly.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *