Viaggiare con animali, un vademecum per vacanze senza stress

Viaggiare con animali in estate richiede particolari attenzioni. Un vademecum di un’azienda specializzata aiuta ad orientarsi con Micio e Fido senza stressarli

Arrivano le vacanze anche per cani e gatti, e i loro proprietari, giustamente, non vogliono staccarsene. Sono attive molte strutture ormai che ospitano i nostri amici a quattro zampe, ma c’è un momento, quello della partenza e del viaggio, che non sempre si riesce a gestire con la dovuta serenità. “Il viaggio – in auto, treno o in aereo – per cani e gatti è spesso difficile da sopportare. La paura del trasporto è un problema concreto e molto comune negli animali da compagnia e può essere associato a sintomi come ipersalivazione, vocalizzazioni, minzione, defecazione e vomito” osserva Andrea Galuppini, Product Manager delle linee Companion Animals di Ceva Salute Animale.

LEGGI ANCHE: Gelati a quattro zampe, è festa per cani e gatti

Così, per permettere ai proprietari dei 14 milioni di cani e gatti  che vivono in famiglia di viaggiare con il proprio gatto o il proprio cane piacevolmente e senza stress, ecco il Vademecum essenziale per viaggiare con il cane e con il gatto compilato da Ceva Salute Animale. Il Vademecum è stato compilato con  l’aiuto di veterinari esperti in comportamento animale.

LEGGI ANCHE: Turismo animal friendly, a Vieste c’è

 Viaggiare con Micio

I gatti non amano essere trasportati fuori dall’ambiente che riconoscono come familiare e sicuro e il trasportino può essere percepito come oggetto “minaccioso” che prelude a momenti spiacevoli e genera stress, soprattutto se non si è opportunamente ripulito dalle tracce dei feromoni di allarme che lasciati in un’eventuale occasione precedente (ad esempio, visita dal veterinario). Ecco quindi cosa fare:

  • Lavare accuratamente con acqua e sapone il trasportino per eliminare eventuale tracce di feromoni lasciate in occasioni precedenti
  • Cercare di rendere familiare il trasportino al gatto lasciandolo aperto ed accessibile in casa, qualche giorno prima del viaggio, in modo che il gatto possa entrare liberamente prima del viaggio
  • Preferibilmente non dare cibo al gatto almeno per 6 ore prima del viaggio, per evitare che possa soffrire di nausea e vomito
  • Spruzzare nel trasportino almeno 15 minuti prima di introdurre il gatto delle sostanze a base di feromoni (sono in vendita nei negozi per pet) che aiutano a prevenire comportamenti indesiderati come legraffiature e le marcature di urina. L’operazione va effettuata  in ogni angolo del trasportino: sul piano e sulla copertura interna (non sul gatto)
  • Per viaggi prolungati, utilizzare dei “diffusori spray di benessere” nel luogo di soggiorno, per aiutare il gatto ad adattarsi al nuovo ambiente e anche al rientro utilizzarlo a casa per rendere il rientro più facile.

 Viaggiare con Fido

? Se non si utilizza una gabbia o un trasportino, è consigliabile utilizzare un guinzaglio da fissare alla cintura di sicurezza dell’auto, per trattenere il cane per motivi di sicurezza

La desensibilizzazione è la chiave per l’addestramento e deve essere effettuata prima dei viaggi in auto secondo la seguente modalità:

  • Spruzzare uno speciale “profumo” (inodore per l’uomo e gli altri animali), che è una copia sintetica dei feromoni che i cani mamma rilasciano naturalmente ai loro cuccioli subito dopo la nascita, per confortarli e rafforzare l’attaccamento tra madre e figli. Questo tipo di prodotto, anche questo in vendita nei negozi specializzati, magari spruzzato sulla coperta utilizzata in auto (ricordarsi di aspettare 15 minuti prima di far entrare il cane in macchina dopo aver spruzzato il prodotto) tranquillizza il cane in partenza per le vacanze.
  • Insegnare al cane a sedersi tranquillamente in auto mentre l’auto è ferma
  • Utilizzare giochi e strategie con tranquillità e calma per far associare l’auto a situazioni piacevoli
  • Tenere breve sessioni, permettendo al cane di sentirsi a suo agio con l’auto prima di procedere alla fase successiva
  • Il passo successivo è quello di incoraggiare il cane a salire in macchina con il motore acceso gratificandolo con complimenti e lodi

Si parte!

  • Una volta che il cane è felice e tranquillo in auto, iniziare con brevi viaggi e successivamente con viaggi più lunghi, ma intervallati anche da viaggi di breve durata
  • Considerare l’utilizzo di una gabbia o del trasportino, per dare conforto. In tal caso il cane va tranquillizzato con una spruzzata nel trasportino (non sull’animale) di “profumo all’aroma di feromone” alla base del trasportino, introducendo il cane solo 15 minuti dopo; oppure si può ricorrere ad un integratore con componenti naturali che aiutano a ridurre la paura
  • Se non si utilizza una gabbia o un trasportino, è consigliabile utilizzare un guinzaglio da fissare alla cintura di sicurezza dell’auto, per trattenere il cane per motivi di sicurezza. Questo deve permettere al cane di sedersi o sdraiarsi, ma anche impedire loro di muoversi nel veicolo
  • Il giorno del viaggio, dare solo un pasto leggero senza limitare l’acqua
  • Mantenere il veicolo ben ventilato e non lasciare mai il cane incustodito in auto e lasciarlo libero di fare i bisogni ogni 2 ore.

Viaggiare con animali in sicurezza

Da un punto di vista del benessere, è stato clinicamente provato che l’utilizzo di feromoni aiuta a ridurre i segnali di stress rendendo la situazione potenzialmente stressante, una esperienza di apprendimento positiva.

Da un punto di vista normativo, vale la pena ricordarlo, è possibile trasportare animali – cani e gatti –  purché legati con le apposite cinture di sicurezza o custoditi in gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida diviso da una rete o da un altro mezzo idoneo (se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C. la Motorizzazione Civile).

 

Articoli correlati