Input your search keywords and press Enter.

Salvaguardia dell’ambiente: targa d’oro a Giancarlo Morandi

In occasione del Mondiale del Trofeo Kima, la più spettacolare maratona di skyrunner, nella cornice della Val Masino nel cuore delle Alpi Retiche, è stato consegnato il prezioso premio del Comitato Italiano “Carta della Terra” a Giancarlo Morandi (nella foto), presidente di Cobat (Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo). Ogni anno questo riconoscimento viene attribuito al personaggio che si è maggiormente distinto per il forte impegno sociale unito a concrete azioni internazionali per lo sviluppo sostenibile e la protezione ambientale. Tra le iniziative che hanno valso a Giancarlo Morandi il riconoscimento sono state ricordate: nel 2002 l’operazione di recupero delle batterie al piombo esauste giacenti presso la Piramide laboratorio del CNR a 5000 m. s.l.m. in Himalaya vicino al campo base dell’Everest; nel 2005 la campagna di istruzione ai giovani di Puno in Perù presso il lago Titicaca per la costruzione di impianti di distribuzione di acqua calda; nel 2007 e nel 2008 l’installazione di pannelli solari destinati al Tibetan Children’s Village di Choglamsar in India, che a 3500 m. di quota ospita 1500 bambini tra i 3 e i 17 anni, orfani e figli di profughi tibetani in esilio; nel 2010 l’aiuto alla ricostruzione in ladakh (India) di un campo di profughi distrutto a seguito di una devastante alluvione. «Questo riconoscimento – ha dichiarato il presidente di Cobat –rappresenta un ulteriore stimolo a portare avanti il nostro impegno nei confronti della salvaguardia ambientale attraverso il recupero e il riciclo dei rifiuti pericolosi».

La “Carta della Terra”, da cui prende il nome il riconoscimento, è una dichiarazione di principi etici fondamentali che si propone di costruire una giusta, sostenibile e pacifica società globale nel XXI secolo. Il suo Comitato d’onore  è composto da decine di personalità internazionali, tra i quali Michail Gorbaciov, Premio Nobel; Ruud Lubbers, già Alto Commissario Onu per i Rifugiati e primo ministro olandese, Henriette Rasmussen, Delegata dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro; Maurice Strong, già vicesegretario generale delle Nazioni Unite; Pierre Calame, Presidente della Fondazione Meyer; Federico Major, ex Direttore Generale Unesco; Steven C. Rockefeller, Presidente della Fondazione Rockefeller. Tra le personalità italiane insignite del riconoscimento si ricordano Fulco Pratesi quale presidente del WWF, il senatore Augusto Rollandin, quale presidente dei Parlamentari Amici della Montagna e Goeffrey Podger, quale direttore dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *