Input your search keywords and press Enter.

“ReeFestival 2013”, l’arte dello scarto

Un momento del vernissage di presentazione

Il rifiuto è una risorsa; insegniamolo a tutti, spieghiamolo attraverso l’arte, il design, la moda. La filosofia del “ReeFestival” è tutta qui. Giunto alla sua quarta edizione, il festival multidisciplinare e itinerante dedicato interamente al riciclo creativo si sposta da Bari, dove si sono tenute le edizioni precedenti, e approda a Bitonto, dal 20 al 26 settembre (clicca qui per scaricare il programma). Per sette giorni la cittadina pugliese sarà occasione d’incontro per i cittadini e terreno di sperimentazione per gli artisti sensibili al tema dell’ecosostenibilità, attraverso il tema del riciclaggio.

Tre gli appuntamenti fissi giornalieri; i “Mini Lab & Worshop”, laboratori didattici per bambini e adulti sugli antichi mestieri e sul design di riciclo. A seguire gli “aperiforum”, una sorta di aperitivi verdi offerti dai locali commerciali aderenti all’iniziativa, per dibattere, in un ambiente informale e con ospiti prestigiosi, su argomenti legati alla sostenibilità ambientale, alla promozione della raccolta differenziata e alla promozione dell’agricoltura a Km 0 e dei prodotti del territorio. A sera, largo agli eventi  dedicati alla danza, alla musica, al cinema, al teatro e alla letteratura. E, a ribadire il concetto che “lo scarto è arte”, ecco la mostra d’arte itinerante, pensata e coordinata dal direttore artistico Michele Sivo. “ReExhibition”, così si chiama la mostra, trasformerà il centro storico di Bitonto in una galleria d’arte contemporanea a cielo aperto.

Il Teatro Traetta uno dei luoghi del ReeFestival

L’esposizione di opere realizzate con materiale riciclato, infatti, si terrà presso i “Temporary Store”, ovvero siti storico-artistici del centro storico. Grazie a “ReExhibition, dunque, si potranno “riscoprire”, con la collaborazione delle guide della Cooperativa Re Artù, la storia del Sedile di S. Anna (chiesa patronale della Famiglia Rogadeo), della Chiesa Santa Caterina d’Alessandria (antichissima Chiesa del 1086), del Foyer del Teatro Traetta, del Torrione Angioino, della Chiesa di S. Francesco la Scarpa e dello storico Asilo Santa Lucia ora Asilo S. Antonio.

ReeFestival 2013 è organizzato da Remmade – Ready Made in Puglia, presidente dell’associazione Alberto Iovene; direttore artistico dell’evento è Michele Sivo. Ospite d’onore dell’edizione di quest’anno, è Susana Aparicio Ortiz, direttore artistico del festival “Recicla Madrid”, V Salone Internazionale dell’arte del riciclo e della sostenibilità che si tiene nella capitale spagnola e che, assieme ai festival romani “Contesteco”e “Riscarti Fest”, ha avviato una partnership col “ReeFestival 2013”.

Indispensabile e preziosa, ovviamente,  la collaborazione del Comune di Bitonto, delle associazioni di volontariato ambientaliste del territorio, Fare Verde e Legambiente, di Ambiente & Tecnologia s.r.l., Tersan Puglia S.p.a, Sumus Itala s.r.l., e dei locali commerciali del centro storico, del Centro Commerciale Naturale – CCN Bitonto. Nonché di tutti gli ospiti che stanno decretando il successo di questo festival “alternativo” che ha visto sfilate di moda – “Eco-Fashion – La Moda del Riciclo”, discussione sulla moda sostenibile che adotta nuovi metodi produttivi e innovative fibre tessili con la testimonianza di realtà imprenditoriali presenti sul territorio. Rassegne di cinema – i lavori dell’ECO-Logico Film Festival di Lecce, oltre all’arte cinematografica di Pippo Mezzapesa. Performance di danza, come “Danza, Cultura e Riciclo”, una serie di danze popolari con abiti e scene create con materiale di scarto. E la musica dei “Rubbish Drummers”; gli strumenti? Ovviamente pentole, coperchi, tubi, bidoni e vecchie sedie.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=273]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *