Input your search keywords and press Enter.

A.A.A., giovani ricercatori cercansi


Parte da Bari il concorso "Energie per la ricerca" (nella foto, il convegno di presentazione dell'iniziativa)

Parte da Bari Energie per la ricerca, il progetto finanziato dalla Fondazione Centro Studi Enel in collaborazione con Fondazione CRUI,(Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), ed Enel Lab, un laboratorio a supporto di start-up innovative nel campo dell’energia; il progetto  destina 20 borse di studio del valore di 15.000 € ciascuna a giovani ricercatori particolarmente talentuosi. Il 2 ottobre il battesimo dell’iniziativa nell’aula magna dell’Università Aldo Moro; successivamente verranno toccate altre 15 università italiane per illustrare il progetto, varato in occasione dei 50 anni dell’azienda. Energie per la ricerca  punta a un futuro basato sull’innovazione, in particolare sul rapporto tra energia e sviluppo. E proprio di energia e sviluppo si è parlato in un convegno a Bari, alla presenza di Paolo Spinelli, Preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Bari, Alessandro Costa, Direttore Fondazione Centro Studi Enel, Valerio Castronovo, già ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Torino e scrittore, Giacomo Scarascia-Mugnozza, Professore del Dipartimento di Scienze Agroalimentari e Territoriali dell’Università di Bari.  Dopo Bari, il Roadshow continua nelle principali università italiane fino a metà dicembre 2012: Politecnico di Milano, Università di Genova, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Università degli Studi di Palermo, Politecnico di Torino, Università di Padova, Università di Trento, Università di Cagliari, Università Ca’ Foscari di Venezia, Università di Trieste, Università di Firenze, Università di Pisa, Università di Pavia e La Sapienza di Roma, queste le sedi accademiche prescelte.

I progetti selezionati prevedono dieci mesi di attività di ricerca presso l'Enel

Il concorso – Il bando di concorso prevede l’assegnazione di 20 borse di studio per progetti di ricerca nell’ambito delle fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica, della qualità dell’aria e della mobilità elettrica, delle smart grid, dell’accesso all’energia, delle politiche energetiche, dell’economia e impresa, della responsabilità sociale d’impresa e della sicurezza nei cantieri. Potranno accedere al programma i laureati al corso di laurea specialistica/magistrale o i dottori di ricerca presso le facoltà di ingegneria, architettura, chimica industriale, scienze ambientali, medicina, economia, statistica, giurisprudenza, scienze politiche e della comunicazione. I progetti selezionati, che saranno finanziati da Fondazione Enel con un importo di 15.000 euro ciascuno, dovranno avere carattere di originalità e prevedere attività di ricerca da svolgere nei 10 mesi successivi al conferimento della borsa. Le candidature dovranno pervenire entro il 31 dicembre 2012 tramite l’invio di domanda di partecipazione redatta in carta semplice secondo il modulo scaricabile dal sito www.fondazionecrui.it.

Largo ai giovani –  All’interno del convengo di Bari è stato  presentato Enel Lab, il programma con il quale Enel ed Endesa hanno dato vita al primo laboratorio di impresa per promuovere progetti di innovazione nella clean technology, che possono essere presentati da start-up italiane e spagnole. La selezione dei progetti, le cui candidature sono partite a luglio e si chiudono il 15 ottobre di quest’anno, si concluderà a febbraio 2013 con la scelta di 6 start-up che riceveranno un finanziamento fino a 650.000 euro e che verranno successivamente incubate all’interno dell’azienda.

Tutte le informazioni sui siti www.enel.it, 50.enel.com, www.enelfoundation.org , lab.enel.com e www.fondazionecrui.it.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *