Input your search keywords and press Enter.

Le Case dell’Acqua

Oggi le Case dell’Acqua sono più di 200 in tutta Italia, 155 delle quali in Lombardia.

Nella sola provincia di Milano sono quasi 50. Le realizzano, oltre a CAP Holding, le altre società pubbliche del settore idrico milanese Ianomi, Tam, Tasm, che insieme a CAP fanno parte della rete di Aqua Publica Europea. Recentemente le quattro aziende hanno condiviso l’impegno per la diffusione delle Case dell’Acqua con un nuovo sito su cui è possibile consultare la mappa delle strutture presenti sul territorio, ed essere aggiornati su interventi, dati di erogazione e modelli esistenti.

Con 196 litri ad abitante, l’Italia è il terzo consumatore mondiale di acqua in bottiglia, primo in Europa, con un aumento dei consumi dal 1980 ad oggi del 317%. Questi consumi così elevati comportano un enorme impatto ambientale. Lo scorso anno in Italia sono stati raccolti 6 miliardi di bottiglie di plastica: in fila una dietro l’altra, coprirebbero 40 volte la circonferenza della Terra. A questo dato bisogna aggiungere i 300mila TIR che ogni anno attraversano la penisola per trasportare la sola acqua in bottiglia.

Oggi le Case dell’Acqua milanesi erogano in media quasi 3000 litri al giorno per ogni struttura, che equivalgono a un risparmio quotidiano di circa 2000 bottiglie di plastica da un litro e mezzo. Sono diventate inoltre punti di aggregazione e socializzazione, e luoghi privilegiati di comunicazione fra istituzioni e cittadini. Un grande successo e un’occasione per promuovere l’acqua del rubinetto: buona, sicura, controllata, e amica dell’ambiente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *