Input your search keywords and press Enter.

Ecofont, la stampa ecologica


ecco come si presenta il carattere Ecofont

Il buco con l’inchiostro intorno. Ecofont. Un nuovo carattere tutto puntinato che permette di risparmiare fino al 20-25% di inchiostro toner ad ogni stampa lanciata dal proprio computer, permettendo così al contempo sia di evitare il dispendio economico di continui ricambi di cartucce, sia di inquinare meno. Un metodo che inoltre non va ad inficiare sulla leggibilità del testo, che rimane inalterata

Ecofont è nato due anni fa nella società olandese Spa

e fruibile come i caratteri Verdana, Times New Roman, Courier o qualsiasi altro a cui si è normalmente più abituati nella redazione dei propri testi. La pagina sembra solamente un po’ più… sbiadita. Ci avevano già pensato i vari messaggi a fine e-mail a tentare di porre un argine all’eccessivo utilizzo di pagine stampate negli uffici e nelle case di ciascun homo tecnologicus, con l’invito a limitare l’eccesso di stampe. Lo stesso sito della Commissione Ambiente dell’Unione Europea riporta la sua dicitura: “Aggiungere una breve frase come ‘Rispetta l’ambiente: non stampare questa e-mail se non ti è veramente necessario’ contribuirà a diffondere il messaggio e a salvare gli alberi!”. Poi ci ha pensato la pubblica amministrazione a rendersi digitale.

questo è il suggerimento che la Commissione Ambiente dell'UE consiglia di inserire nelle e-mail

E qualche scartoffia è ora probabile che giaccia nella memoria di qualche server, piuttosto che in qualche polveroso archivio. Ma tutto questo evidentemente non è sufficiente. Spesso tanti documenti non si consultano a video, si sprecano carta e toner senza pensarci troppo su. E ogni cestino d’ufficio su questo non sa mentire, a volte rigonfio senza misura di fogli appallottollati con stampe ormai inutili. Allora ben venga la carta riciclata ed, ecco qua, anche un font come Ecofont che, lo dice il nome stesso, consente di ridurre il consumo di inchiostro rendendo ecologici i più comuni caratteri tipografici attraverso la loro costruzione mediante piccolissimi forellini. Econfont, nato all’incirca due anni fa, è un carattere tipografico gratuito, adatto sia al sistema operativo Windows che a Mac, ed ovviamente anche a Linux. Facile da installare, basta trascinarlo nella cartella Fonts di Windows e iniziarlo ad usare. Si tratta di un codice open source messo a punto ad uso collettivo da una società olandese, la Spanq, studio creativo di Utrecht, grazie ad un’idea di Colin Willems.

il logo di Ecofont

Questo set di caratteri, caratterizzato da questi pois bianchi, si è basato inizialmente sul font Vera Sans, uno dei più diffusi nei Paesi Bassi, poiché i ricercatori dell’agenzia ritenevano che le imprese non avrebbero cambiato font da un giorno all’altro ed era quindi così possibile raggiungere il target più vasto possibile, iniziando con la variante a risparmio di inchiostro del font più usato. Ora, uno studio dell’Università del Wisconsin, sostiene che già il normale Century Gothic sia ancor meglio di Ecofont, consumando ancor meno. È stato così messo in uso anche Ecofont Century Gothic, variante Ecofont del Century Gothic. Ma, volendo, si ha anche la possibilità di applicare Ecofont su caratteri Arial, Verdana, Colibrì… E di recente è stato pure insignito dell’European Environmental Design Award a Madrid come progetto di design sostenibile. Resta da capire – agli informatici l’ardua sentenza – chi vinca il primato del risparmio tra carattere Ecofont e stampa in economode (modalità a risparmio di toner). Nel dubbio, l’accoppiata potrebbe essere vincente.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *