Apicoltura 2.0, la trovi tra i borghi

Si chiama Miele di Borgo” ed è l’idea di un giovane apicoltore toscano che ha fondato una start-up con l’obiettivo di valorizzare l’apicoltura e il miele Made in Italy legandolo a filo stretto con i più suggestivi luoghi storici, primo fra tutti Vicopisano (PI) e unendo gastronomia, cultura e turismo.

Il concetto è ripreso dall’apicoltura urbana, un modo nuovo di fare apicoltura che vede le api protagoniste di una vera e propria urbanizzazione. Le api infatti, esattamente come i gabbiani e molti altri animali, oggi trovano paradossalmente più cibo nelle città che nelle campagne, dove i terreni sono cosparsi di pesticidi e i fiori vengono a mancare. Per questo nel mondo sempre più apicoltori portano le api nelle città creando apiari urbani, che hanno anche molte altre utilità, come il biomonitoraggio della flora cittadina e dello smog.

Giuseppe Cavallo ha dato vita alla start-up "Miele di Borgo"
Giuseppe Cavallo ha dato vita alla start-up “Miele di Borgo”

La start-up Miele di Borgo ha interpretato in maniera ancor più creativa questo concetto, creando un’ apicoltura “periurbana” a metà tra la tradizionale e l’urbana, producendo solo mieli millefiori in località turistiche e storiche, quali borghi, castelli, ville, eremi, ecc. In questo modo le api che “bottinano” (cioè raccolgono e immagazzinano il cibo) nei viali, nei giardini, sui balconi e sugli orti e a seguito dei raccolti. di questi luoghi suggestivi, producono mieli di millefiori caratteristici di ogni singolo luogo, con mille sfumature dovute alle diverse fioriture. Un ulteriore modo di unire turismo e gastronomia, come ci spiega Giuseppe Cavallo, il giovane fondatore di Miele di Borgo: «l’Italia è il paese dalle 1000 torri; abbiamo un patrimonio unico al mondo grazie ai nostri borghi pieni di storia sparsi in tutta la penisola. Unirli a un prodotto unico come il miele, sempre più ricercato e purtroppo sempre più contraffatto, ci è sembrata un’idea per valorizzarli entrambi e allo stesso tempo un interessante percorso di monitoraggio dei territori e del loro stato di salute». Per tutte le informazioni sul Miele di Borgo è possibile visitare il sito  .

 

Articoli correlati