Input your search keywords and press Enter.

Alto Adige, dove anche il futuro è verde

L’Alto Adige (nella foto, panoramica di Bolzano) non è mai stato così verde. Lo conferma una ricerca Databank, condotta su un campione di 250 piccole/medie imprese del nord Italia, a cui è stato chiesto di valutare l’immagine della Provincia più a nord d’Italia sulla base di parametri quali l’attenzione all’ambiente e al sistema della green economy.

Otto imprese su dieci riconoscono l’Alto Adige come Green Region nei termini di rispetto e cultura dell’ambiente, utilizzo di fonti energetiche pulite, attenzione al risparmio energetico. La percezione del territorio come Green Region trova conferma nel giudizio pienamente positivo di 6 imprese su 10: per queste, l’Alto Adige è un luogo che garantisce sviluppo economico sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo.

Se si guarda alla provenienza geografica degli intervistati, si nota che nel nord-ovest c’è maggiore sensibilità verso i temi dell’efficienza energetica, della riduzione dell’inquinamento e della tutela del territorio. Nel nord-est, si comincia ad associare alla Green Region una migliore qualità della vita: il vivere bene dell’uomo all’interno di una società ed istituzioni che lo rispettano.

Il campione è stato anche interpellato sulle capacità della Provincia nel saper rispondere alle richieste delle aziende: 6 imprese su 10 identificano l’Alto Adige come luogo ideale per fare business. Iniziative di sostegno economico e un apparato burocratico-amministrativo che agevola l’attività dell’imprenditore sono le direttrici di scelta per un insediamento economico.

«Questi risultati dimostrano il lavoro che da anni portiamo avanti verso un’eccellenza nel campo della sostenibilità ambientale. E questo si tramuta anche in habitat ideale per le imprese. Il green rappresenta un segmento significativo della nostra economia che si mette a disposizione di nuove idee imprenditoriali», commenta Thomas Widmann, assessore all’Economia della Provincia autonoma di Bolzano.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *