Yellow Day – Il giorno più felice dell’anno. Festeggiamolo con i fiori e con le piante (gialle!)

Esiste un giorno dell’anno, che per una serie di fattori viene considerato il più felice di tutti: è il Yellow Day, e si festeggia il 21 giugno (Foto ThuiHaBich da Pixabay)

Perchè piante e fiori danno un contributo fondamentale alla nostra felicità e buonumore quotidiani. Gli esperti ci suggeriscono una selezione dai toni rigorosamente gialli

 

 Esiste un giorno dell’anno, che per una serie di fattori viene considerato il più felice di tutti: è il Yellow Day, e si festeggia il 21 giugno. Questo perché le temperature solitamente sono più piacevoli, le giornate più lunghe (e sappiamo bene che più luce significa più buonumore), le vacanze sono vicine e spesso si esce di più, anche in settimana dopo il lavoro, è più facile mantenere le relazioni sociali e passare del tempo all’aria aperta.

Proprio per questo, gli esperti di Interflora ci raccontano quali sono i motivi per cui piante e fiori danno un contributo fondamentale alla nostra felicità e buonumore quotidiani e ci suggeriscono una selezione dai toni rigorosamente gialli.

Ecco 9 benefici del circondarsi di natura, in casa e in ufficio

  1. Ambiente che mette buonumore. Un ambiente popolato da fiori e piante è un ambiente che infonde allegria e distende i nervi. I colori delle piante, le loro forme, infondono un senso di pace e di piacere a livello psicofisico. Per questo si suggeriscono sempre piante e fiori colorati.
  2. Soddisfazione nel vedere le piante crescere. Prendersi cura di un essere vivente è una responsabilità e una gratificazione continua. Vedere i progressi e le evoluzioni riempie di orgoglio e aumenta l’autostima.

  3. La sansevieria è tra le piante che migliorano la qualità dell’aria e sono perfette per le zone più umide della casa, maggiormente predisposte a muffe
    (foto zoosnow da Pixabay)

    Impegno nella cura. Essere concentrati su una missione, seguire un progetto, mettere il proprio impegno in un’attività, fa sì che la nostra mente sia assorta e non si perda in pensieri negativi. Inoltre, usare le mani è un buon metodo per lasciare riposare la testa. Il giardinaggio è decisamente un hobby terapeutico.

  4. Piante che fanno diminuire l’inquinamento acustico. Circondarsi di piante ha la funzione importante di ridurre l’impatto dei rumori. Questo avviene per tre ragioni: assorbimento (le foglie assorbono il suono), deflessione (le onde vengono suddivise dalla flessibilità delle piante, che ne attutiscono l’energia) o rifrazione (le onde si frastagliano e si suddividono in dimensioni più piccole). Tra le piante che svolgono questa funzione ricordiamo: il ficus, il tronchetto e le felci.
  5. Rinfrescano e controllano l’umidità. Alcune piante fungono da veri e propri umidificatori, migliorano la qualità dell’aria e sono perfette per le zone più umide della casa, maggiormente predisposte a muffe. Tra queste la sansevieria, l’aloe, le felci, il pothos, l’azalea, l’orchidea, il filodendro…
  6. Profumano l’ambiente. Vi sono piante che hanno un buon profumo, di aria pulita, e tra queste non possono mancare le erbe aromatiche: timo, basilico, rosmarino, menta, salvia. Poi ci sono l’eucalipto, i gerani e la lavanda.
  7. Allontanano le zanzare. In particolare quando si avvicina l’estate, è bene correre ai ripari. Tra le piante che allontanano le zanzare ci sono la citronella, il geranio, il basilico, la menta, il rosmarino, l’erba gatta e il timo.
  8. Purificano l’ambiente. Le piante assorbono l’anidride carbonica e rilasciano l’ossigeno. Alcune di esse neutralizzano anche sostanze organiche volatili nocive. Tra queste il ficus benjamin, la sansevieria, l’edera, la dracena e l’immancabile aloe.
  9. Possono essere usate in cucina per avere sempre ingredienti freschi e naturali. Creare il proprio orto da sfruttare in cucina è una grande risorsa domestica. A seconda dello spazio si possono mettere in balcone piante di limone, peperone, pomodori, fave, piselli. Si tratta di piante dal semplice mantenimento e che possono stupirci con una grande produzione. Per chi non dispone di spazio sufficiente, si può sempre creare una fornita varietà di piante aromatiche, come la salvia, il rosmarino, il timo, la camomilla, l’alloro, il basilico, la menta… tutte piante che oltre ad essere utili in cucina hanno moltissime altre proprietà.

LEGGI ANCHE: Coltivare ortaggi e verdura nel balcone o sul davanzale: cosa fare da giugno a ottobre

 Piante gialle

LisaLa Sansevieria Velvet è una tipologia di Sanseviera che si distingue per le sue punte colorate e vellutate al tatto. Queste ultime non solo le conferiscono un’aria allegra ma anche elegante e originale. Ovviamente la particolarità dell’estremità delle sue foglie non è un dono di madre natura, ma di due aziende olandesi: la prima si occupa di coltivazione di sansevierie, la seconda è specializzata nell’apporto di valore aggiunto ai fiori tramite decorazioni. In occasione del Pride Month, per tutto il mese di giugno Il 10% del ricavato delle vendite di questa Sansevieria Velvet acquistate con Interflora sarà devoluto all’associazione LGBTQIA+ italiana Arcigay.

L’orchidea ha una storia molto lunga, risalente a ben 65 milioni di anni fa (foto leoleobobeo da pixabay)

Limone a spalliera:Pianta originaria del Medio Oriente il cui nome deriva dal termine arabo “Limun”, ossia Agrumi. E’ una pianta che produce meravigliosi fiori bianchi molto profumati, maturi o acerbi secondo la stagione, tutto l’anno. I limoni hanno proprietà terapeutiche e nutrizionali. La pianta di Limone predilige luoghi aperti e assolati ed ha bisogno di una costante innaffiatura nei mesi estivi.

Women Power: L’orchidea ha una storia molto lunga, risalente a ben 65 milioni di anni fa. Nonostante siano trascorsi così tanti anni dalla sua comparsa, questa pianta non ha mai perso il suo prestigio ed è sempre stata tra le più apprezzate. La varietà gialla è particolarmente elegante, profumata ed estremamente decorativa.

Articoli correlati