Input your search keywords and press Enter.

Yarrabend, la smart-city di Melbourne

Tesla-Town 01Nella città di Melbourne nascerà un sobborgo che vuole essere un nuovo, ulteriore esempio nel mondo, di cittadella – in realtà di dimensioni molto più limitate – totalmente autosufficiente e a impatto zero (o quasi) sull’ambiente. Si parla di Yarrabend, il quartiere del futuro che vuole diventare la città del futuro.
Anche detta “Tesla Town” – Il nome prende spunto dal fiume Yarra che scorre nella metropoli australiana e dall’omonimo parco, grande 260 ettari, che rappresenta la più grande area naturale di Melbourne, seppur “macchiata” dalla mano dell’uomo che al suo interno vi ha realizzato due campi da golf ed altre costruzioni edilizie.
YarrabendEbbene, 16/17 ettari di questo parco saranno destinati a Yarrabend, già ribattezzata Tesla Town perché su tutte le case di questo quartiere verrà installato un impianto fotovoltaico collegato ad una batteria domestica Tesla PowerWall, dato in dotazione dalle compagnie elettriche di Elon Musk, importantissimo esponente del mondo energetico sostenibile e creatore di SpaceX e Tesla Motors, e presidente di Solar City. Sono già pronte sessanta abitazioni a più piani che aspettano solo di essere acquistate, e che si stima possano ospitare fino a 5mila persone. La prospettiva tuttavia è ben più ampia e si punta a creare una vera e propria città con 2.500 case, tanto da renderla la prima autentica smart-city.
Tesla-Town 02Le caratteristiche sostenibili – Oltre al fotovoltaico e alla Tesla PowerWall, Yarrabend si erge come uno dei più alti esempi di domotica: già di per sé i pannelli solari sul tetto sono in grado di soddisfare il fabbisogno energetico dell’intera abitazione; e soprattutto ci sarà un sistema di gestione e razionalizzazione dei consumi energetici e idrici, gli elettrodomestici saranno – neanche a dirlo – a risparmio energetico, e sono state installate anche le colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Il tutto potrà essere monitorato con uno smartwatch, il cui utilizzo sarà a sua volta favorito da una connessione Wi-Fi ad alta velocità. A completamento di questo perfetto quadro eco-friendly anche lo sfruttamento degli spazi esterni, con terrazze panoramiche per godersi la bellezza del parco e del suo verde, piste ciclabili, zone pedonali, area destinate ai giochi per i più piccoli. In questo modo gli esperti stimano di riuscire a ridurre i consumi del 30/40% e i rifiuti addirittura dell’80%. Un neo di questo capolavoro ambientale-tecnologico? Il prezzo. Come tutti i gioielli preziosi, anche Yarrabend ha il suo: comprare casa nel parco costa circa 1 milione di dollari (quelle più esclusive arrivano fino a 2). Chiaramente non accessibile ai più. La speranza è che sia di fatto un punto di partenza e non una cattedrale nel deserto. O meglio, nel parco.

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *