Xylella, trattamenti obbligatori entro il 10 giugno

xylella_philaenus-spumarius
xylella_philaenus-spumarius

In alcune zone è stato rilevato un aumento della popolazione adulta del vettore. Un’azione immediata è più efficace

 

Cresce costantemente la popolazione adulta del vettore della Xylella. Per questa ragione, l’Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia ha diramato la circolare n. 4 del 24 maggio 2024, che modifica e integra la circolare n. 3 del 22 maggio 2024.

La circolare contiene le indicazioni utili al fine del contenimento e contrasto della diffusione della Xylella fastidiosa.

xylella
nella foto un ulivo colpito nel Salento dalla Xylella

Nei Comuni di Monopoli, Polignano, Alberobello, Castellana Grotte, Mola di Bari, Conversano, Putignano, Fasano, Locorotondo, Martina Franca, Crispiano, Statte, Taranto, Massafra, Mottola, Noci, Cisternino, Ostuni e Carovigno è obbligatorio eseguire entro il 10 giugno 2024 i trattamenti insetticidi, tenendo presente che l’immediatezza dell’esecuzione ne massimizza l’efficacia.

Dai dati del monitoraggio, infatti, si registra un costante aumento del numero di individui adulti dell’insetto vettore, la sputacchina (Philaenus spumarius). Questo incremento della popolazione comporta un elevato rischio di trasmissione e diffusione del batterio. Questi i comuni in area delimitata a Xylella fastidiosa sottospecie pauca, nei quali è necessario intervenire sulle colture di olivo e mandorlo. Non vige l’obbligo sulle altre colture suscettibili in quanto non sono presenti prodotti autorizzati.

Nei Comuni di Triggiano, Bari, Noicattaro, Capurso e Valenzano, rientranti nell’area delimitata per la Xylella fastidiosa sottospecie fastidiosa, sono state individuate anche piante infette da Xylella fastidiosa sottospecie multiplex ed è in corso di aggiornamento la delimitazione dell’area. Gli interventi obbligatori devono interessare le colture di olivo, mandorlo e vite. Non vige l’obbligo sulle altre colture suscettibili al batterio, in quanto non sono presenti prodotti autorizzati.

Infine, nell’area delimitata a Xylella fastidiosa sottospecie multiplex del Comune di Santeramo in Colle gli interventi insetticidi obbligatori vanno effettuati su olivi e mandorli. Anche in questo caso non vi è l’obbligo su altre colture suscettibili, in quanto non sono presenti prodotti autorizzati. I dati di monitoraggio dei vettori raccolti dall’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia segnalano un notevole incremento degli insetti vettori del batterio della Xylella in particolare nelle aree “Gioia” e “Murgia”. Per questo motivo si consiglia, anche nell’area indenne del rimanente territorio regionale, di intervenire con il trattamento insetticida su oliveti, mandorleti e vigneti.

I principi attivi e i relativi prodotti commerciali autorizzati nel 2024 per arginare la presenza della sputacchina (Philaenus spumarius), sono elencati sul portale Emergenza Xylella a questo link http://www.emergenzaxylella.it/portal/portale_gestione_agricoltura/Comunicati/PortalXylellaNewsIstituzionaleIstanceWindow?IDNEWS=799&action=e&windowstate=normal&mode=view&ACTION_NEWS=DETAIL

Articoli correlati