WWF, oltre l’Ora della Terra l’incoraggiamento di Papa Francesco

L’Ora della Terra del WWF, giunta all’ottava edizione, ha battuto tutti i record di partecipazione: milioni di cittadini di tutto il mondo hanno aderito al più grande evento al mondo per il pianeta. Lo scorso anno erano oltre 2 miliardi e l’Ora della Terra 2014 potrebbe ancora superare tale cifra. Il viaggio dell’Ora di Buio ha attraversato più di 162 tra paesi e territori, dalla Nuova Zelanda a Tahiti, dopo aver spento le luci dei monumenti e animato piazze e luoghi naturali. Il messaggio del WWF contro il cambiamento climatico ha fatto così il giro del mondo, promuovendo anche progetti concreti di sostenibilità.

Quest’anno l’evento Earth Hour è però andato oltre l’Ora di buio. Il messaggio per il pianeta è stato portato dal WWF in Piazza San Pietro, dove si è potuto assistere allo spegnimento dell’omonima Basilica (foto). Durante l’Angelus, decine di volontari e attivisti del WWF hanno assistito alle parole del Papa esponendo il messaggio «Diamo speranza al futuro». Nel suo messaggio ai fedeli, Papa Francesco ha voluto riconoscere l’impegno dell’associazione: «Saluto i rappresentanti del WWF Italia, incoraggiandoli per il loro impegno nella difesa dell’ambiente».

Dante Caserta, presidente del WWF: «Siamo enormemente felici dell’attenzione che il Papa ha voluto dedicare alla nostra manifestazione, che unisce tutti i popoli della terra nello spirito di collaborazione e speranza per il futuro. Ringraziamo il Santo Padre soprattutto perché le sue parole sono in grado di raggiungere tutti gli angoli del pianeta, specie le aree più povere colpite dagli effetti disastrosi del cambiamento climatico. Ci siamo ispirati alle parole più care per Papa Francesco, per sottolineare l’urgenza di azioni concrete che le generazioni di oggi devono adottare, affinché quelle future possano vivere su un Pianeta abitabile e godere della natura come noi la conosciamo».

Manifestazioni globali come l’Earth Hour, ricorda ancora Caserta, devono essere seguite da azioni concrete da parte dei governi. Tra i risultati ispirati dal successo di Earth Hour negli anni passati, si ricorda che la manifestazione ha portato a una migliore legislazione ambientale adottata dal Parlamento russo, per proteggere i mari dall’inquinamento da idrocarburi. A un’edizione de L’ora della Terra è seguita la creazione di un’area protetta marina 3,4 milioni di ettari in Argentina e la prima foresta targata Earth Hour in Uganda per lottare contro la deforestazione massiccia nel Paese.

Tutti questi risultati, evidenzia il WWF, sono stati alimentati dalla grossa partecipazione all’evento: il cambiamento per il pianeta può essere raggiunto quando l’individuo e il collettivo realizzano il loro potenziale.

 

Articoli correlati