Input your search keywords and press Enter.

WWF : “No alla scomparsa dell’Orso bruno marsicano”

«Il Comitato Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) della Regione Abruzzo vota contro l’impegno per la conservazione dell’Orso, rinnegando le prescrizioni poste a tutela della specie simbolo della Natura italiana, ormai ridotta a poche decine di esemplari». A dirlo è il WWF Italia che rende nota la decisione della Giunta, di aprire la stagione di caccia, nonostante il parere avverso del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, e degli stessi funzionari istruttori. «Il Comitato – spiega ancora il WWF – ha irresponsabilmente rinnegato la precedente decisione del 3 agosto scorso volta ad assicurare una stretta tutela delle aree a forte presenza autunnale di Orso bruno marsicano (chiusura di tutta l’attività venatoria fino al 1 novembre nelle aree A identificate dall’Accordo PATOM per la tutela dell’Orso bruno marsicano) e evitare qualsiasi possibile disturbo o danno ad una specie a serio rischio di estinzione». Secondo l’associazione ambientalista la decisione, arrivata su richiesta della Direzione Agricoltura, è stata avanzata «al solo fine di permettere di aprire la caccia in questi territori proprio nel periodo in cui le femmine si trovano a dover accumulare le necessarie riserve di grasso fondamentali per la riproduzione, risorse utili alla fase del parto in tana e poi allattare i cuccioli fino alla primavera successiva». Una decisione, dunque, che potrebbe avere conseguenze incalcolabili: «Si rischia – sottolinea il WWF – di condannare veramente l’Orso bruno marsicano all’estinzione».

Print Friendly, PDF & Email