Input your search keywords and press Enter.

WWF: Fattorie Didattiche Aperte

Le fattorie didattiche di WWF Italia sono un esempio concreto di sostegno della natura e dell’ambiente rurale. Qui l’economia della agricoltura sostenibile incontra il grande pubblico. Domenica 29 settembre oltre cento aziende agricole apriranno le proprie porte a famiglie, bambini, adulti e ragazzi perché tutti insieme possano entrare in una oasi felice a pochi passi dalle grandi città.

L’evento nazionale Fattorie Didattiche Aperte  sarà dunque l’occasione per vivere la natura in prima persona, grazie ad un programma di eventi divertenti e stimolanti. Dalla vendemmia e pigiatura dell’uva a piedi nudi ai laboratori di panificazione, dalla creazione di piccoli oggetti artistici alle passeggiate in calesse, fino all’intrigante caccia al tesoro geocaching.

I partecipanti (geocacher) utilizzeranno un ricevitore GPS per trovare dei contenitori di differenti tipologie e dimensioni (cache). I geocacher si muoveranno nell’oasi WWF seguendo (in modo facile e intuitivo) le indicazioni delle coordinate che il GPS fornisce in tempo reale. L’attività di geocaching si effettuerà nelle oasi WWF di Vanzago (MI), a Le Bine (MN) e lago di Penne (PE).

Nell’ambito dell’evento Fattorie Didattiche Aperte, WWF Italia distribuirà a tutti i visitatori un kit didattico composto da due quaderni (uno per ragazzini e l’altro per un pubblico adulto) per scoprire che cosa è un’azienda agricola e le molteplici iniziative che può offrire. In Italia sono attive oltre 1.900 Fattorie Didattiche (una forma di  diversificazione dell’impresa rurale) e, tra queste molte Fattorie del Panda, cioè gli agriturismi nelle aree protette, la rete promossa in Italia da WWF, ANAGRITUR (che riunisce Terranostra, Agriturist e Turismo Verde, le tre principali associazioni agrituristiche nazionali) e dalla Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali (Federparchi).

L’iniziativa di domenica 29 settembre si inserisce nell’ambito del progetto AGRI@TOUR: la Pac verso il 2020 –  L’agricoltura in Movimento, promosso da Arezzo Fiere e Agriturist, Terranostra, Turismo Verde e WWF e sostenuto dalla Unione Europea. Gli obiettivi del progetto sono informare, spiegare e discutere i nuovi scenari e le varie opportunità della PAC 2014 – 2020, in relazione alla diversificazione delle attività delle aziende agricole (l’agriturismo, l’agricoltura sociale, le fattorie didattiche, la filiera corta) e alle quattro sfide ambientali (cambiamenti climatici, conservazione della biodiversità, produzione di energie rinnovabili, gestione sostenibile dell’acqua). Saranno presentati possibili modelli e buone pratiche di gestione di aziende agricole multifunzionali.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *