WWF: annus horribilis per la caccia

A chiusura della stagione venatoria WWF Italia ricorda «come le Regioni non applichino le norme europee a tutela della fauna selvatica», in vigore in Europa dal 1979 e norme di legge anche in Italia dallo scorso luglio. In particolare viene prescritto l’obbligo di vietare la caccia nei periodi di particolare delicatezza per gli uccelli selvatici (riproduzione e migrazione) e l’obbligo di mantenerne o riportarne le popolazioni ad uno “stato di conservazione soddisfacente”.

Ad essere contestate anche le date di apertura/chiusura dei calendari venatori, che terminano il 31 gennaio (il 10 febbraio nel Lazio). Secondo ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) la caccia in Italia dovrebbe aprirsi il 1° ottobre e chiudersi al massimo il 20 gennaio, come indicato nel documento “Guida per la stesura dei calendari venatori ai sensi della legge n. 157/92, così come modificata dalla legge comunitaria 2009, art. 42”.

Articoli correlati