Weekend in Puglia per scoprire biodiversità e colori del tramonto

Alla scoperta della Foresta Umbra

E’ il secondo fine settimana in giallo. E anche le temperature cominciano ad alzarsi, contribuendo a favorire gite ed escursioni fuori porta. Ma è anche la Giornata mondiale della Biodiversità ed è l’occasione ideale per scoprire le bellezze del territorio

Alle Grotte di Castellana la Giornata Mondiale della Biodiversità sarà occasione per illustrare la vita nelle grotte e in particolare puntare l’attenzione sull’Italodytes stammeri, coleottero endemico della Puglia centro-meridionale e della Basilicata orientale, presente anche nelle caverne castellanesi, che in questo 2021, dichiarato dall’Unione Internazionale di Speleologia (UIS) “Anno Internazionale delle Grotte e del Carsismo”, è stato designato Animale di grotta dell’anno.

L’Animale di grotta

Le grotte di Castellana

Un fine settimana intenso vedrà coinvolti per l’occasione Grotte di Castellana, Gruppo Puglia Grotte, Società Speleologica Italiana, WWF Levante Adriatico, WWF YOUng, in collaborazione con Associazione Grotte Turistiche Italiane e con il patrocinio del Comune di Castellana Grotte, in alcune iniziative online e presso il sito carsico, con l’obiettivo di richiamare l’attenzione alle attività di ricerca e protezione degli ecosistemi sotterranei e dei suoi abitanti e, allo stesso tempo, raccontare le indagini biospeleologiche nei rami laterali delle caverne del sito castellanese, dove si è rilevata la presenza di esemplari di Italodytes stammeri.

I visitatori che fra sabato 22 e domenica 23 maggio dalle ore 9:00 alle 18:00 vorranno visitare il sito carsico potranno approfittare dell’occasione per scoprire qualcosa in più sulle grotte, sul loro ecosistema e sull’importante monitoraggio dell’Animale di grotta dell’anno, grazie ai corner didattici di approfondimento che saranno presenti nella caverna della Grave e anche nell’area esterna. Info  www.grottedicastellana.it.

Camminamenti Civiculturali

Il 23 maggio riparte la rassegna “Il futuro del verbo restare” de La Scatola di Latta, Fucina Salentina e A scuola per restare per il CSV Brindisi-Lecce Volontariato nel Salento. Tre camminamenti (il 23, il 27 e il 28 maggio) tra Lecce e Brindisi assieme alle associazioni del territorio e una performance teatrale con Ippolito Chiarello per un palinsesto che culminerà il 5 giugno. Si riparte così domenica 23 dal quartiere Kolbe-S. Giovanni Battista, con un percorso inedito che non si configura come una visita guidata o turistica bensì come una passeggiata civiculturale compartecipata da “genius loci” locali e interventi spontanei che non avrà una replica.

L’appuntamento per tutti è nei pressi del Parco Trax Road, un luogo non casuale, che sta cercando di essere rivalorizzato dopo tanti anni di inaugurazione e abbandono anche grazie a un altro progetto del CSV Brindisi Lecce Volontariato nel Salento: “Il Palio della Legalità” . Info: scatoladilatta2014@gmail.com

Le visite di PugliArte

Intenso, come da tradizione, il weekend firmato PugliArte.  Sabato 22 maggio (ore 10) appuntamento con “Trekking dell’abbazia medievale di Monte Sacro”: immersi nel Parco Nazionale del Gargano, in un luogo sacro fin dai tempi più antichi dove si è praticato prima il culto pagano di Giove Dodoneo e poi quello cristiano dedicato alla Santissima Trinità.

Nella stessa giornata, alle 10 Puglia Archeo Trekking – Torri & Casali di Giovinazzo. Un percorso volto a ri-scoprire luoghi meravigliosi della nostra storia, luoghi nascosti nelle campagne che però raccontano di radici, di riti antichi, di fede e devozione e di un passato che è stato ma che non può essere dimenticato.

Sabato alle 17 “Bari Sotto la Città”, alle 17.30 appuntamento con “Puglia Archeotrekking – La costa di Monopoli e le sue Torri” e sabato 22 ore 17.30 appuntamento con “Conversano tra archi e torri”.

Domenica 23 ore 09.30 appuntamento con “Puglia ArcheoTrekking – Piana di San Magno“. Insieme percorreremo un tratto meraviglioso del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Alle 10.30 evento speciale con una visita guidata alla Pinacoteca Metropolitana di Bari. Alle 17.30 appuntamento con “Polignano: tra falesie, storia e musica” .

La prenotazione è obbligatoria telefonando al numero 3403394708 o scrivendo a info@pugliarte.it

Trekking e l’arte del riciclo

L’attività escursionistico-culturale Murgia Enjoy in programma per domenica 23 maggio prevede la partecipazione di Giulio Vitale, un giovane cittadino bitontino che da anni si impegna nel riciclare alcuni dei tanti rifiuti abbandonati sulla Murgia mostrando un grande interesse per l’ambiente.

Il suo impegno e la sua inventiva, che generosamente condividerà con i partecipanti all’iniziativa, sono d’esempio tanto che Murgia Enjoy, alla quale il giovane ha più volte segnalato lo stato di degrado del territorio cassanese, ha fortemente voluto la sua presenza durante la prossima attività. Fra le sue “creazioni” si possono citare i tanti frigo-vasi, frigo-legnaia, le isole galleggianti per piante palustri realizzate con pallet in legno e taniche di plastica, stufe a razzo, parabole solari, carrelli con carcasse di lavastoviglie, ecc..

L’incontro dei partecipanti è previsto sul piazzale del Convento di Cassano alle ore 9:00 di domenica 23 maggio. Info murgiaenjoy.it

I trulli al tramonto

Il tour operator Emotional Puglia propone, per tutto il periodo estivo, ogni sabato e domenica (e 2 giugno) alle ore 18:30, visite guidate al tramonto in uno dei luoghi più affascinanti di Puglia: i trulli di Alberobello.

Si passeggia sospesi tra leggenda e realtà, tra vicoli punteggiati da tetti a cono e pinnacoli unici al mondo. Rione Monti, Chiesa a Trullo, Aia Piccola, si snoderanno come per magia. Info www.emotionalpuglia.com
social@emotionalpuglia.com

Viaggio nel passato

Un nuovo tour organizzato dall’Associazione Amici dell’archeologia, patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Canosa e dalla Fondazione archeologica canosina, è in programma per il 22 e il 23 maggio 2021. L’itinerario permetterà ai partecipanti di effettuare un “viaggio nel passato” in un lasso di tempo che va dal III secolo a.C. al XII secolo d.C..
L’itinerario raggiungerà monumenti e siti archeologici appartenenti a diversi periodi storici, in cui l’antica Kanysion, poi meglio conosciuta come Canusium, ha vissuto nella grandezza e nel fasto delle grandi civiltà dell’Apulia. Info 3338856300.

Torre Guaceto

Un percorso per tornare a respirare la natura di Torre Guaceto, sulle tracce della Biodiversità che rende questa Riserva Naturale conosciuta in tutto il mondo. Terra e mare, acqua e cielo: Torre Guaceto è un cammino intenso da fare lento, passo dopo passo, per godere di ogni sfumatura e per comprendere fino in fondo il senso di un luogo d’incanto. Domenica dalle 9.30 si percorre la linea di costa e ci si perde nella macchia mediterranea, prima di raggiungere l’Antica Torre di Guaceto e terminare con la scoperta della zona umida, luogo di riposo degli uccelli in migrazione. Il percorso sarà guidato da una delle guide ambientali esperte e qualificate della Cooperativa Thalassia, che saprà segnare il cammino, garantire la sicurezza e raccontare l’anima nascosta di un luogo magico, passo dopo passo.  Info: 331 92 77 579

Polignano al tramonto

Polignano coast to coast

Polignano coast to coast al tramonto. E’ la proposta per domenica 23, con un trekking lungo le meraviglie della costa adriatica, da Polignano a Mare alla Grotta di Sella. Partendo dal Museo d’arte contemporanea “Pino Pascali” di Polignano a Mare, si lascia alle spalle  la città per inoltrarsi in un mondo selvaggio fatto di falesie, calette, marmitte carsiche e grotte costiere, fino a raggiungere la suggestiva Grotta di Sella. Lungo il cammino ci si servemo, quale unica bussola, del mare e dell‘Isola dell’Eremita, laddove i colori si fanno davvero magici. Non mancheranno luoghi straordinari per la loro unicità, come il borgo di pescatori di Port’alga, e Masseria Pozzo Vivo con la lama omonima ricca di grotte e macchia mediterranea. Info: 347 0081412

Archeo-trekking per famiglie a Mattinata

Si cammina con tutta la tua famiglia su uno dei sentieri più panoramici del Gargano, quello verso la Necropoli Daunia di Monte Saraceno, importante e suggestivo sito archeologico a picco sul mare.

Domenica 23 si cammina lungo un percorso adatto a bambini e famiglie: una passeggiata nella natura per scoprire la vegetazione del territorio, i fossili che costituiscono il Monte Saraceno e il panorama mozzafiato affacciato sulla piana e sulla baia di Mattinata. Infine raggiungeremo la necropoli e le tracce dell’antico villaggio dei Dauni per conoscere la storia dei nostri luoghi di origine e dei popoli venuti da lontano che li hanno abitati.

Trekking nella Foresta Umbra

Domenica 23 maggio si anima la Foresta Umbra. Insieme a I viaggi di Liz – il Travel Blog di Annalisa De Chirico e l’Associazione DauniaTur si va alla scoperta dello scrigno di biodiversità della Foresta Umbra, per vivere una mattinata immersi nella natura più incontaminata. Per tutte le info, il programma, prenotazione e prezzo:  www.iviaggidiliz.it

A cavallo all’Abbazia di Pulsano

Si va a cavallo sull’Abbazia di Pulsano, domenica 23 maggio. Un’emozione da provare grazie agli esperti addestratori di Posta Ruggiano e ai mansueti cavalli murgesi, adatti ai neofiti. Si imparano così le basi del rapporto con questo splendido animale, da sempre fedele compagno dell’uomo, raggiungendo un luogo mistico e magico come l’Abbazia di Pulsano, aggrappata alla roccia su un paesaggio mozzafiato. Un luogo millenario, custodito da eremiti e monaci alla ricerca di Dio attraverso la preghiera e la natura. Info www.garganonatour.it

Sospesi tra l’Adriatico e la Valle d’Itria

Tra le ultime novità della Cooperativa Serapia c’è il trekking naturalistico tra antiche contrade e l’Acquedotto Pugliese. Domenica 23 dalle 17 il cammino prenderà avvio dal borgo rurale di San Marco, situato nel territorio di Locorotondo e immerso nella lussureggiante campagna tra il Canale di Pirro e la Valle d’Itria. Da qui è possibile ammirare anche l’azzurro dell’adriatico tra le folte chiome di boschi di fragno e roverella, un posto davvero unico della nostra Puglia.

Percorrendo piccoli sentieri e antiche mulattiere, ci si ritrova all’interno di un bosco di fragni, lecci e roverelle. Il percorso intercetta stradine di campagna, disegnate dai muretti a secco che limitano piccolissimi fazzoletti di terra dove antichi uliveti spadroneggiano, lasciando un po’ di spazio solo a qualche isolato trullo-palmento. Si giunge poi al canale principale dell’Acquedotto Pugliese, oggi divenuto per buona parte un percorso naturalistico ambito da escursionisti provenienti da ogni parte d’Italia. Info cooperativaserapia.it

Articoli correlati