Weekend di Ognissanti: tra falò, escursioni e domenica al museo

Un lungo ponte, tra la festività di Tutti i Santi, la commemorazione dei defunti e la domenica. Ma cosa c’è da fare in questo weekend?

Ecco una serie di proposte ‘green’, confidando anche nel clima. Se Halloween non vi attira, c’è tutta una serie di alternative valide tra Puglia e Basilicata.

Weekend di Ognissanti:

I Fucacoste a Orsara

Torna l’incanto dei Fucacoste, una delle feste più attese in provincia di Foggia. Il 1° novembre a Orsara di Puglia spazio alla processione degli incappucciati e delle zucche intagliate, tradizione del XVIII secolo. E al rintocco della campana, la cittadina si illumina con 1000 falò e lanterne. Orsara è Bandiera arancione del Touring Club Italiano, il riconoscimento che l’associazione conferisce ai piccoli borghi che si distinguono per le loro qualità turistiche e ambientali. Anche qui la festa è un buon pretesto per partire alla scoperta non solo del borgo, ma di tutta la Daunia e poi del Gargano: le attrattive, tra borghi, foreste, laghi e monumenti davvero non mancano.

Il nome della ricorrenza che, ogni anno, porta a Orsara di Puglia migliaia di persone è “Fucacoste e Cocce Priatorje”, ovvero ‘falò e teste del Purgatorio’: i primi illuminano il paese, le seconde lo decorano con centinaia di zucche intagliate in modo da raffigurare sembianze umane e accogliere al loro interno dei lumini. L’effetto combinato delle due cose, insieme all’usanza di allestire tavolate all’esterno delle abitazioni per condividere il cibo, rende il primo novembre orsarese una delle ricorrenze più suggestive, coinvolgenti e partecipate d’Italia. Non si tratta di Halloween, niente streghe né dolcetto-scherzetto: i Fucacoste sono un momento di condivisione e di ricordo dedicato ai defunti.

Bitalk a Bitonto

Cinque giorni tra teatro, cinema, musica, arte, e letteratura per raccontare, commentare e riflettere su un periodo storico cruciale della storia del nostro Paese. E’ Bitalk, il festival “diffuso” che torna per la sua terza edizione dal 30 ottobre al 3 novembre tra i più bei luoghi del borgo pugliese di Bitonto, con un programma di eventi – per la maggior parte gratuiti- quest’anno dedicati al tema “dal ’68 agli anni di piombo”.
Dalla contestazione studentesca allo sbarco sulla Luna, dalla nascita del movimento femminista alla pop art consacrata dal genio di Andy Warhol: ne parleranno, tra gli altri, Gherardo Colombo, Vittorio Sgarbi, Pupi Avati, Omar Pedrini, Alessio Boni, Vauro Senesi, Giuliano Turone, Raf. (Info sul programma).

Domenica al museo

Domenica 3 novembre è la giornata giusta per visitare uno dei tanti (e meravigliosi) musei italiani. Anche perché è la prima domenica del mese: come sempre, in tutti i siti gestiti dal Ministero per i Beni e le Attività culturali – si potrà entrare gratuitamente. E la #domenicalmuseo, iniziativa introdotta nel luglio del 2014 dal Mibac, che prevede l’ingresso gratuito nei luoghi della cultura dello Stato.

Si conferma per questa data la gratuità anche nei luoghi della cultura del Polo Museale della Puglia solitamente a pagamento, fatta eccezione per il Castello di Copertino che garantirà l’ingresso gratuito al pubblico sabato 2 novembre 2019. Non fa eccezione la Basilicata, con una serie di strutture aperte liberamente al pubblico. Per consultare i luoghi, info qui.

Autunno al parco nazionale del Gargano

Weekend Ognissanti sul Gargano

Il weekend di Ognissanti si preannuncia come una ghiotta occasione per gite fuoriporta e sorprese inaspettate. Proprio come quelle che può offrire il Gargano fuori stagione, con lunghe passeggiate attraverso il Parco Nazionale. Per sabato 2 e domenica 3 novembre le guide turistiche Domenico Antonacci e Matteo Prencipe propongono un itinerario di 30 km che parte da Mattinata inoltrandosi nel Gargano interno per giungere di nuovo sulla costa e precisamente nella cittadina di Vieste.

Si parte dal mare di Mattinatella per salire, in pochi chilometri, fino a 500mt di quota attraverso paesaggi terrazzati, pascoli, oliveti, macchia mediterranea bassa e infine valli boscate con aceri e cerri. Il percorso è molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, con una incredibile varietà di habitat diversi. A dare ristoro dopo il primo giorno di cammino sarà l’accoglienza in un’antica masseria restaurata dove oggi si allevano le vacche podoliche dalle quali si ricava uno squisito caciocavallo riconosciuto presidio SlowFood.

Il secondo giorno si camminerà lungo un percorso panoramico spettacolare di circa 10 km per raggiungere la perla del Gargano, Vieste con Pizzomunno; qui terminerà la due giorni di traversata con una visita guidata al bellissimo centro storico di origini medievali. Info e iscrizioni: 3931753151.

Alla scoperta di Torre Guaceto

Il 1° novembre è in programma una escursione dedicata al respiro della natura che si prepara ad affrontare il delicato inverno.
Si percorrono i sentieri di macchia mediterranea alla ricerca delle singolari fioriture d’autunno, dei profumi intensi e dei colori caldi, fino a raggiungere il mare che nella sua voce inizia a cantare l’inverno, per poi raggiungere la Torre aragonese con il suo allestimento archeologico e la zona umida che inizia ad accogliere gli uccelli migratori. E alla fine, brindisi al mare. Alle 10 raduno nella riserva di Torre Guaceto. Info qui. info@cooperativathalassia.it

Escursione nel Bosco delle Pianelle

Un giorno di festa speciale al Bosco delle Pianelle, a Martina Franca, tra i muschi, la rugiada e i colori dell’autunno nel bosco. Venerdì 1° novembre si percorreranno sentieri, si raggiungeranno alberi monumentali e un trullo nel bosco, protagonisti saranno la natura e la voce dell’uomo. Canti tradizionali provenienti da diverse parti del mondo saranno, infatti, eseguiti sotto la grande quercia da Canto della Terra Ensemble, accompagnati da chitarra, sax, violino e percussioni. Info sul sito della Cooperativa Serapia.

Notti Verdi a Nardò

Piazza Salandra si fa palcoscenico di natura e bellezza con Le Notti Verdi, un evento organizzato da Nereidi e inserito nel calendario di È autunno, scopri Nardò, il programma stilato dall’amministrazione comunale con visite guidate, tour sul territorio, eventi e iniziative culturali e di spettacolo sino al ponte di Ognissanti.

Fino a domenica 3 novembre, in un centro storico addobbato da piante, alberi e fiori, si presenteranno le “eco tendenze”, i prodotti biologici a Km 0, i materiali innovativi dell’eco-design, dell’architettura e dell’artigianato locale. Ma l’obiettivo è anche quello di valorizzare le eccellenze del posto, delle associazioni, delle aziende e dei privati che utilizzano e contribuiscono alla crescita di materiali, tecniche lavorative, servizi a basso impatto ambientale.

Notti Verdi abbraccerà quattro aree: enogastronomia (con l’esposizione e la vendita di prodotti di enogastronomia locale), la cosmesi e il benessere (con l’esposizione e la vendita di prodotti naturali per la salute e la bellezza), l’artigianato (una “vetrina” per gli artigiani locali, sempre più indirizzati al riuso di materiali lasciando libero sfogo alla creatività e senza privare l’oggetto della sua utilità) e il turismo.

Il fantasma di Canterville a… Castel del Monte

Si protrae idealmente la festa di Halloween con il gioco-spettacolo del Teatro del Viaggio “Il Fantasma di Canterville” promosso dalla Società Nova Apulia – domenica 3 novembre alle 16 – nello scenario magico di Castel del Monte. Ispirata all’omonimo racconto di Oscar Wilde, questa teatralizzazione itinerante nasconde diversi piani narrativi, spaziando dalla tematica della paura al rapporto tra modernità e tradizione, intrisa di umorismo e di una critica sulla società. A metà strada fra teatro e gioco di ruolo, gli attori Gianluigi Belsito e Michela Diviccaro conducono i piccoli spettatori sulle tracce di un intrigo d’altri tempi dove gli stessi protagonisti diventano i bambini forniti di copione e indizi da seguire. Il tutto accompagnato da un enigma da risolvere. E’ una forma di teatro interattivo, quindi, che vede gli stessi partecipanti cimentarsi con un personaggio e con la lettura espressiva. Adatto a tutta la famiglia con bambini di età scolare. Prenotazione consigliata, info 388.3026000

Pisticci e Craco

Una nuova avventura per gli amanti degli itinerari naturalistici originali e fuori dalle solite proposte. Luoghi suggestivi, ricchi di impareggiabili visioni, dove riecheggia nel suo fragoroso silenzio l’impressionante bellezza di una landa desolata, un incredibile paesaggio da Far West in piena Basilicata. E’ il trekking turistico, con escursione tra Pisticci e Craco. Punto di incontro alle 10 a Pisticci paese, in via Meridionale. Info sul sito dell’Asd Pugliavventura.

Articoli correlati