Ecoweekend in Puglia tra eremi, grotte, bici e spiagge

Trekking con Gargano Natour tra Vignanotica e Faraglioni.

Il secondo fine settimana di marzo propone una serie di escursioni, sia a piedi che in bicicletta. Dal coast to coast di Polignano al Molfetta bike festival, passando per eremi, spiagge e boschi, l’Ecoweekend è ricco di appuntamenti.

Come sempre, l’invito – oltre a dare un’occhiata alle previsioni meteo – è quello di contattare in anticipo i promotori e gli organizzatori degli eventi, per conoscere eventuali limitazioni dovute al Covid-19 e la precisa modalità di partecipazione alle iniziative.

Valle degli Eremi

La carrellata degli eventi parte dal trekking oltre la soglia messapica in programma domenica alle ore 10. Si va nella valle degli eremi: lì dove la parte degradante della Murgia si protrae verso il sud della Puglia – spiegano da Pugliatrekking -, dove la grande, verde e millenaria piana degli ulivi corre verso l’azzurro dell’Adriatico, si affaccia in quota il promontorio della soglia messapica, un vero e proprio portale verso il Salento. Le sue colline sono un vero e proprio balcone che cela grotte, antichi anfratti depositari dei resti di civiltà preistoriche e luoghi di culto dell’epoca medioevale. È una terra la cui storia non è stata dimenticata, ma appare assopita, in attesa di essere riscoperta. Info 3471152492.

Puglia Archeo Trekking – Le Pietre Tagliate

Tra le proposte di Pugliarte per il fine settimana, sabato alle 10 appuntamento con “Puglia Archeo Trekking – Le Pietre Tagliate”. Un viaggio a ritroso nel tempo nel bosco di Bitonto attraverso un territorio caratterizzato dalle tipiche ondulazioni del paesaggio carsico dovute alla presenza di lame e doline tra i bassi dossi arrotondati. Si passeggia nel bosco di conifere sino ad arrivare allo “Jazzo Pietre Tagliate” un gioiello di architettura rurale, con ben visibili ancora i muretti perimetrali, il casolare, le pietre paralupi ed il mungituro. Info: info@pugliarte.it

Speleo – trekking a Porto Badisco

Speleo – trekking a Porto Badisco

Un viaggio nei tesori speleologici di Porto Badisco, nella magnifica cornice del Parco Naturale Regionnale Otranto-Leuca. E’ l’appuntamento di Speleo-trekking di domenica 13 marzo targato Naturalmente Salento.

Un’avventura tra canyon e grotte che si aprono nella magnifica Valle dei Cervi.  Un trekking su sentieri escursionistici, un percorso immerso in una natura incontaminata e in un sito di immensa importanza paleontologica e archeologica: sentieri e grotte che hanno ospitato l’uomo neolitico della Grotta dei Cervi, considerata la “Cappella sistina del Neolitico”.

Si parte dalla Baia di Porto Badisco, per scoprire le sue risorgive di acqua dolce, camminando poi su una barriera corallina pietrificata, godendo di un panorama costiero unico tra piante rupicole che crescono solo in questo santuario botanico. E ancora, si esplora il Canyon naturale di Porto Badisco e Grotte che si aprono nel geosito. Dotati di tutta l’attrezzatura necessaria, si andrà in grotte e cavità, osservando la fauna che abita questi ambienti particolari e unici, praticando così l’avvicinamento alla Speleologia in tutta sicurezza. Info 3387799477.

Fiera Pessima di Manduria

Agricoltura, artigianato, enogastronomia, turismo, attività economiche, wedding, tempo libero: la 279esima edizione della Fiera Pessima di Manduria si svilupperà su un’area di oltre 15.000 mq di superficie espositiva tra spazi al chiuso e all’aperto. Per il 2022 la manifestazione – in programma fino a domenica nell’area mercatale – darà particolare importanza al comparto agroalimentare, vettore principale dell’edizione, rafforzando il ruolo storico della Fiera Pessima, coniugando come sempre tradizione ed innovazione, in efficace sintesi con il momento espositivo rappresentato da saloni e padiglioni specializzati dedicati ai diversi comparti e filiere. Info: www.fieramanduria.it

Molfetta Bike Festival – Le torri di avvistamento

Prende il via il Molfetta bike festival

Inizia il Molfetta Bike Festival con la prima biciclettata alla scoperta delle torri di avvistamento, tra cui Torre Calderina. Il percorso di domenica 13 marzo è di 13 km è di livello facile, adatto alle famiglie.

Il Molfetta Bike Festival è ideato per pedalate di gruppo, visite guidate ai siti del territorio, dal Pulo e alle torri di avvistamento, laboratori teorici e pratici sulla bicicletta, ma anche la ciclocucina con i prodotti gastronomici del territorio e un concerto itinerante su un risciò nelle vie del centro per sostenere il commercio di prossimità. Il primo appuntamento, fissato proprio per domenica, propone un percorso di circa due ore lungo ‘Le fortificazioni’.

Info: molfettabikefestival@gmail.com e 3807970408.

In bici nel Parco delle Dune Costiere

Ciclo passeggiata lungo la via Francigena del Sud tra gli ulivi monumentali e masserie del Parco Regionale delle Dune Costiere. Domenica 13 marzo si pedala con punto di partenza l’Albergabici, Casa Cantoniera ANAS e Centro Visite del Parco Dune Costiere, con servizio di ospitalità, noleggio biciclette e ciclofficina. Da qui si procede nella campagna tra Ostuni e Fasano lungo il tracciato dell’antica Via Traiana – strada romana che collegava Roma a Brindisi – tornando indietro nel tempo, sino alla preistoria, con la visita al Dolmen di Montalbano, mentre maestosi ulivi secolari guideranno fino a Masseria Li Santuri.

Prevista poi una discesa nel sottosuolo tufaceo per visitare un antico frantoio ipogeo, testimonianza di un passato di lavoro legato all’oro di questa terra: l’olio di oliva. Si giunge infine, sulla scenografica strada Bianca, nel cuore dell’area protetta luogo incantato dove importanti registi italiani e internazionali hanno trovato ispirazione per girare alcune scene di importanti film e fiction. Info 3470081412.

Polignano coast to coast

Polignano coast to coast

Trekking lungo le meraviglie della costa adriatica, da Polignano a Mare alla Grotta di Sella. Partendo dal Museo d’arte contemporanea “Pino Pascali”, sabato 12 ci si lascia poi alle spalle la città e ci si inoltra in un mondo selvaggio fatto di falesie, calette, marmitte carsiche e grotte costiere, fino a raggiungere la suggestiva Grotta di Sella.

Non mancheranno luoghi straordinari per la loro unicità, come il borgo di pescatori di Port’alga, e Masseria Pozzo Vivo con la lama omonima ricca di grotte e macchia mediterranea. Si raggiunge poi la Grotta di Sella in contrada Passione, chiamata così per la presenza di un arco naturale creatosi dopo il cedimento della volta della grotta marina sottostante avvenuto in tempi antichissimi. Info: 3470081412.

Bosco Selva, stagno e Masseria Mangiato

Escursione per conoscere la Murgia dei Trulli, tra boschi, stagni temporanei e storiche masserie. Domenica 13 marzo, si parte dal Bosco Selva di Alberobello. In compagnia delle guide della Cooperativa Serapia ci si immerge nel bosco, percorrendone i sentieri e conoscendone le piante e le caratteristiche principali. Fuori dal bosco si procede lungo strade di campagna tra campi di grano e di orzo appena inverditi, filari di querce, oliveti ben curati, giardini e trulli fino a raggiungere Masseria Mangiato, autentico gioiello architettonico della Murgia dei Trulli, con la casa padronale, le schiere di trulli, l’ipogeo e la chiesetta riccamente decorata con affreschi. Da qui, tra fragni monumentali dalle chiome ramate, ci si muove a piedi lungo strade di campagna per raggiungere il suggestivo stagno di Mangiato dove, tra i canti dei rospi in amore e il delicato profumo della menta acquatica, si conosce la realtà di questo inaspettato e prezioso ecosistema della Murgia. Info: www.cooperativaserapia.it

Trekking con Gargano Natour

Trekking nelle baie del Gargano

Doppia proposta firmata Gargano Natour per il weekend, entrambe domenica.  La prima è rappresentata da un trekking guidato sul percorso della Via Francigena del Sud, in particolare lungo il tratto che collega il convento di San Matteo Apostolo al Santuario di San Pio. Si tratta di un percorso di circa 10km che comincia dal bosco per poi salire sulla cima di Montenero (seconda cima per altezza del Gargano) Qui, tra evidenti fenomeni del carsismo, si avrà una vista panoramica su tutta la Puglia.

Dalla montagna al mare, con il trekking di due baie tra le più belle della Puglia: Vignanotica e Faraglioni.  Alla scoperta delle due suggestive spiagge con un trekking,  Un saluto al mare d’inverno a cui si arriva attraversando due sentieri che si sviluppano tra macchia mediterranea e uliveti. Lungo il cammino si troveranno anche i segni della primavera che si avvicina, con i primi fiori del 2022 tra cui le bellissime orchidee selvatiche. Info garganonatour.it

Articoli correlati