L’Ecoweekend di Ognissanti, tra Giornata del Trekking, Ulivo day e rievocazioni storiche

Rievocazione Arboris belli ad Alberobello (foto Arteca)

E’ un lungo Ponte quello che segna la fine di ottobre e la Festa di Ognissanti. In attesa di Halloween e delle feste “spettrali”, c’è tempo (eccome) per un altro Ecoweekend ricco di appuntamenti, a cominciare dalla Giornata Nazionale del Trekking  Urbano.

Anche in questo fine settimana, l’invito a coloro che intendono partecipare e aderire a una delle iniziative è di contattare i promotori e organizzatori degli eventi per conoscere le modalità di partecipazione agli appuntamenti.  E’ infatti importante conoscere numero massimo di adesioni e misure di contenimento del contagio da Covid-19.

Per segnalare iniziative per i prossimi Ecoweekend  è possibile contattare redazione@ambienteambienti.it o fulviodigiuseppe@gmail.com.

Il Trekking Urbano

Domenica 31 ottobre, pertanto, torna la Giornata Nazionale del Trekking Urbano. Giunta alla sua XVIII edizione, la giornata del turismo sostenibile – ideata nel 2002 dal Comune di Siena, in collaborazione con l’associazione nazionale guide turistiche, per riscoprire a passo lento, valorizzare e diffondere l’anima green delle città italiane – andrà in scena da Nord a Sud, lungo tutta la penisola, e animerà i 76 comuni aderenti con un ricco programma di iniziative.

Gli eventi rispondono al tema “Una sana follia. Alla scoperta del territorio attraverso i suoi bizzarri personaggi”, valorizzeranno i territori attraverso storie e racconti legati a personaggi originali e alle loro vicende. Gli itinerari, della durata media di tre ore, porteranno alla scoperta di angoli nascosti delle città italiane aderenti attraverso percorsi che uniscono arte, cultura, spiritualità e prodotti tipici.

Ceglie messapica

Una sana follia, il valore ambientale dei giardini e degli orti nel borgo antico. È questo il tema della visita a Ceglie messapica, con la “follia” intesa non legata solo a personaggi o a fatti accaduti ma a una visionaria idea di connubio tra l’urbano e l’extraurbano. Il borgo antico, imbiancato a calce e arroccato su uno dei colli a confine tra Murgia e Salento, custodisce al suo interno gli “orti urbani” come piccoli polmoni che danno respiro alla pietra e ai monumenti. Una sana follia, quella degli avi che hanno immaginato e costruito giardini legati al vicinato, con agrumeti e piante ornamentali. I toponimi descrivono le loro caratteristiche e i quartieri in cui si trovano, solo per citarne alcuni e fantasiosi: Orto di Burla, Orto Nannavecchia, Orto Lamarina, Orto del Capitolo.

Maglie

Maglie – Trekking urbano

Un percorso insolito alla ricerca dell’arte attraverso giardini e ville private: una visita nella suggestiva Villa Bobò, raggiunta attraverso un percorso nelle verdi campagne circostanti, caratterizzate dalla tipica macchia mediterranea. Sul nostro cammino ci imbatteremo in deliziose, piccole cappelle abbandonate e menhir e dolmen, testimoni di un passato antichissimo. La passeggiata si concluderà, nel suggestivo centro storico di Maglie alla scoperta di chiese private , chiuse da anni, di opere di artisti contemporanei; il tutto in un ideale percorso didattico che abbraccia moltissimi secoli, dal ‘200 al ‘900.

Massafra

Descrivere la geografia emozionale dei luoghi, riviverne la storia attraverso il filtro delle tradizioni popolari e i filtri delle pratiche magiche. Il 31 ottobre, a Massafra, nella notte tradizionalmente legata ai “Masciari”, la passeggiata avrà come location d’eccezione l’antico rione dei SS Medici, conosciuto anche come quello “degli Ostinati”.

Molfetta

Nel Medioevo molti pellegrini, dopo aver raggiunto Roma, proseguivano per la Terra Santa percorrendo la cosiddetta Via Francigena del Sud. Molfetta costituiva una delle tappe intermedie sulla via che i pellegrini provenienti dalla Terra Santa percorrevano lungo la linea costiera per arrivare a Brindisi. Sul percorso troviamo la chiesetta di San Giacomo nei pressi di Cala San Giacomo, l’antico porto medioevale, la Basilica della Madonna dei Martiri e l’Ospedaletto dei Crociati, il Duomo di San Corrado e il centro storico dalla caratteristica forma a lisca di pesce.

Arboris belli

Torna l’appuntamento con la tradizionale rievocazione storica “Arboris belli”, nel rione Aia piccola di Alberobello. Per due giorni, Arteca – rete integrata di persone, valori e luoghi di cittadinanza attiva che promuove cultura, socialità e solidarietà – propone un passo indietro nel tempo. 

Si parte nel pomeriggio del 30 con animazione di strada itinerante, tra artisti di strada, musicisti e figuranti in costume che animeranno le principali vie cittadine con performance in movimento.  A seguire la rappresentazione scenica “In difesa della selva”.  Domenica, ancora animazione, performance artistiche e il “Museo vivente del trullo”. Info: www.artecalberobello.it

PugliArte

Tra gli appuntamenti di PugliArte, sabato 30 alle 10.30 appuntamento con l’itinerario “Suburban Explorer Bari – Lama Baronale”. In questo trekking si scopre una delle più belle lame della città di Bari: lama Baronale, affluente del torrente Picone che attraversa la periferia barese nelle campagne tra Ceglie e Loseto. Si scende nel percorso del torrente per osservare e scoprire le incredibili risorse naturali ivi presenti.

Domenica 31 alle 8.30 appuntamento con “Lucania Archeo Trekking – dai Laghi di Monticchio al Monte Vulture”. Partendo dall’abbazia benedettina di San Michele, si attraversano i laghi di Monticchio (quota 780m) e da qui si inizia a salire, raggiungendo il Monte Vulture a 1327m.

Sempre domenica 31 (ore 10) appuntamento con Puglia ArcheoTrekking – Il bosco delle Pianelle. Escursione lungo i sentieri del Bosco delle Pianelle per conoscere le tracce di lupi, ghiandaie e di altri animali selvatici e per scoprire i segreti delle piante e i loro usi tradizionali, tra maestosi lecci secolari, corridoi di ciclamini delicate felci, incantevoli gallerie di carpini e i profumi della macchia mediterranea d’autunno. Info 3403394708 e info@pugliarte.it

Ulivo Day, alla scoperta dell’arte olivicola

La valorizzazione dell’olio extravergine pugliese è al centro di Ulivo Day, in programma sabato e domenica, 30 e 31 ottobre, nei frantoi soci del Movimento Turismo Olio Puglia.

La due giorni è il riflesso pugliese (terza edizione) di un evento nazionale che intende raggiungere alcuni obiettivi: promuovere un prodotto di eccellenza della dieta mediterranea, l’olio extravergine d’oliva, quale protagonista di un turismo sostenibile e culturale interconnesso con la storia e le tradizioni olivicole italiane.

Tra gli altri obiettivi, quello di educare e formare il consumatore alla conoscenza delle tante cultivar autoctone attraverso la narrazione dei produttori. Il fine è quello di valorizzare il lavoro dei frantoiani che ci regala un prodotto che è pari ad un farmaco naturale per le sue proprietà organolettiche indispensabili per la conservazione dello stato di salute.

Le informazioni sui percorsi, itinerari e programma su www.mtopuglia.it e sui canali social del Consorzio:

Alla scoperta di Torre Guaceto

Avventura in natura per piccoli esploratori, aspettando la notte delle streghe. Prima che il cielo si copra col nero mantello della notte degli spiriti, le piccole creature della riserva preparano i loro succulenti pasti tessendo fili, trappole nascoste e agguati letali per le loro prede.

Un laboratorio alla scoperta dei piccoli abitanti nascosti tra le foglie, per conoscerli a fondo e imparare a rapportarsi con gli strani esseri del mondo animale, mettendo da parte la paura e lasciando spazio alla scoperta. È questa la proposta per domenica 31 ottobre alle 10, nella riserva naturale di Torre Guaceto. Info. 3319277579

Trekking di Ognissanti sul Gargano

Un weekend di trekking alla scoperta del Parco Nazionale del Gargano, tra mare e monti.  Si parte da Mattinata, sabato 30 ottobre con Gargano Natour, per salire, in pochi chilometri, fino a 500 metri di quota attraverso paesaggi terrazzati, pascoli, oliveti, macchia mediterranea bassa e infine valli boscate con aceri e cerri.
Il percorso del primo giorno, di 15km, è molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, con una incredibile varietà di habitat diversi, adatto a chi ama nutrire gli occhi di bellezza e il corpo di chilometri macinati sotto i piedi. A dare ristoro (cena, pernotto e colazione) dopo il primo giorno di cammino sarà l’accoglienza in un’antica masseria restaurata dove oggi si allevano le vacche podoliche dalle quali si ricava uno squisito caciocavallo riconosciuto presidio SlowFood.
Il secondo giorno si cammina lungo un percorso panoramico spettacolare di circa 15 km per raggiungere la perla del Gargano, Vieste con il suo Pizzomunno; qui termina la due giorni di traversata con una visita guidata al bellissimo centro storico di origini medievali. Info  3931753151.

Gli appuntamenti di Serapia

Tra gli appuntamenti di Serapia, visita alla grotta del Sergente Romano

Tra i tradizionali appuntamenti della cooperativa Serapia, c’è un ciclo-trekking a Monopoli nel cuore della piana “olivetata” di Puglia: sabato 30 saranno loro a indicare “la giusta via” tra antiche edicole Mariane, muretti a secco e Masserie fortificate, fino al Giardino Botanico “Lama degli Ulivi” (Info 3470081412).

Domenica 31, invece, escursione nel Bosco delle Pianelle fino alla grotta del Sergente Romano e degustazione in masseria. Nel bosco, sui passi dei briganti, si percorre un’antica mulattiera sul fondo della Gravina del Vuolo, nella Riserva Naturale Bosco delle Pianelle, in uno degli angoli più affascinanti e selvaggi della Murgia, fino alla grotta che diede rifugio al Sergente Romano, bandito di Gioia del Colle che qui, nell’agosto del 1862, riorganizzò la sua banda  Info 366 5999514. 

L’1 novembre è invece in programma l’escursione panoramica sui colli di Ostuni tra oliveti monumentali e antichi santuari scavati nella roccia. Il percorso prenderà avvio dal Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, straordinario luogo ricco di fascino e suggestione, dove la vita dell’uomo, da millenni, si è perfettamente integrata con la natura. Qui, infatti, è stato ritrovato all’interno di una splendida grotta naturale il corpo di una donna incinta vissuta 28.000 anni fa. Info 3665999514

Articoli correlati