Input your search keywords and press Enter.

Volontariato al Parco con Inachis

Il programma Erasmus plus, promosso dalla Commissione Europea, comprende anche il Servizio Volontario Europeo (SVE), che permette ai giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni di svolgere un progetto di volontariato all’estero (in paesi europei ed extra-europei) per un periodo che va da un mese a dodici mesi.

In Italia il servizio è coordinato dall’AFSAI – Associazione per la Formazione, gli Scambi e le Attività Interculturali.

Laura (Spagna), Antina e Isabel (Germania) con una volontaria di Inachis

Laura (Spagna), Antina e Isabel (Germania) con una volontaria di Inachis

Il programma l’AFSAI vuole conseguire tre obiettivi fondamentali: promuovere l’accrescimento culturale e personale dei giovani attraverso l’inserimento in famiglie o comunità di una cultura e realtà sociale differente; favorire la creazione di una società interculturale, promuovendo l’abbattimento degli stereotipi e pregiudizi che si hanno nei confronti del “diverso” e dello “sconosciuto”; promuovere la Cittadinanza Attiva, la Tolleranza e la Solidarietà reciproca tra i giovani e tra tutti gli attori che, a diverso livello, sono coinvolti nei progetti SVE: organizzazioni di accoglienza, di invio, tutor e tutta la comunità locale.

Per partecipare ai programmi di volontariato dello SVE è necessario avere tra i 17 e i 30 anni, essere dotati di spirito di adattamento e flessibilità, avere predisposizione nei confronti del volontariato, avere una forte motivazione nei confronti del progetto che si sceglie. Non è necessario, invece, avere specifiche competenze o esperienze lavorative pregresse, competenze linguistiche, esperienze pregresse in viaggi internazionali.

Inachis, associazione di volontariato indipendente che si occupa di tutela e di educazione ambientale, ha promosso il progetto di Servizio Volontario Europeo “Volunteers for Nature with Inachis” (VolNat), finanziato dal Programma ERASMUS+, al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Tre ragazze, Antina e Isabel, in arrivo dalla Germania e Laura dalla Spagna, sono arrivate a Civitella Alfedena, base dell’associazione Inachis nelle sue attività al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, per partecipare al VolNat e saranno impegnate nelle attività “sul campo”  in accordo con il Parco e con il Comune.
Le prime settimane di “servizio” saranno caratterizzate dalla conoscenza del territorio e delle comunità e da momenti soprattutto formativi. Durante la permanenza al Parco, le tre volontarie faranno proprie le conoscenze e le competenze acquisite, avranno modo di creare nuovi contatti e di acquisire una dimensione di cittadinanza attiva ed europea.
La presenza di volontari, in questo caso di volontarie, che provengono da Paesi esteri e restano nel nostro per un lungo termine, avrà ricadute positive in termini di crescita, scambio culturale e linguistico sia su Inachis – spiega l’associazione – sia sulla piccola comunità di Civitella Alfedena. I ragazzi che partecipano allo SVE costituiranno, infatti, anche un esempio per i coetanei che incontreranno in Italia durante la loro esperienza.
Inachis coglie l’occasione per ringraziare i partner di progetto, Europarc Deutschland, Eurocircle Deutschland e Coordinadora Infantil y Juvenil de Tiempo Libre de Vallecas, per l’impegno nella riuscita del programma.
«Antina, Isabel e Laura – ha commentato il presidente dell’Associazione Inachis Luigi La Mura – sono cariche di aspettative e di entusiasmo, pronte a tenere aperto il loro bagaglio per fare il pieno di emozioni ed esperienze. Inachis lo è altrettanto e crescerà, come sempre, insieme a loro! Buona avventura ragazze!».

Print Friendly, PDF & Email

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *