Village Nature. A due passi da Parigi tra boschi e acque termali per ricongiungersi con la natura

Villages Nature, vicino a Disneyland® Paris,  nello straordinario contesto dei promontori ricoperti di foreste della Brie Boisée, è stato progettato per dare vita alla ricerca dell’armonia tra uomo e natura

Ricerca dell’armonia tra uomo e natura. È il tema cui si sono ispirati gli ideatori di Village Narure, una destinazione ecoturistica progettata per essere edificata e poi gestita applicando le norme più avanzate dello sviluppo sostenibile.

È stato il Primo ministro francese Manuel Valls a posare la prima pietra del centro vacanze a 32 km da Parigi, per soggiorni di breve e media durata, ideata dai gruppi Euro Disney S.C.A. e Pierre & Vacances-Center Parcs. In particolare il villaggio farà uso di un’energia rinnovabile locale: la geotermia profonda del Dogger dell’Île-de-France, che coprirà il 100% del fabbisogno termico del sito. L’apertura è prevista nel secondo semestre 2016.

Villages Nature, sviluppato attorno a Disneyland® Paris, nello straordinario contesto dei promontori ricoperti di foreste della Brie Boisée, segna l’avvio di una nuova generazione di progetti turistici e di programmazione territoriale che coniuga l’accessibilità mediante i trasporti, la prossimità urbana e l’energia locale. L’integrazione territoriale è prevista da un innovativo Piano d’Azione Sostenibile che stabilisce dieci parametri quantitativi e qualitativi applicati a tutte le fasi del progetto: ideazione, costruzione e sfruttamento turistico.

Questo progetto è sviluppato insieme all’ONG britannica BioRegional della quale adotta la metodologia “One Planet Living” e nel 2013 è stato inoltre scelto dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente come grande progetto al quale applicare la “Partnership Mondiale per il Turismo Sostenibile”.

Vacance Nature farà uso della geotermia profonda del Dogger dell’Île-de-France, che coprirà il 100% del fabbisogno termico del villaggio

Il progetto di Villages Nature ha ottenuto il riconoscimento di pubblica utilità e per questo motivo è stato classificato dallo Stato transalpino “Operazione di Interesse Nazionale” (OIN) e “Progetto di Interesse Generale” (PIG). Due riconoscimenti ottenuti in virtù soprattutto della rilevanza delle ricadute economiche e sociali attese che comprendono la creazione di 4.500 posti di lavoro diretti e nell’indotto, di cui 1.600 occupati diretti alla fine della fase uno (un migliaio di occupati diretti dal 2016 ai quali si aggiungerà l’equivalente di un migliaio di posti di lavoro a tempo pieno nel cantiere di costruzione entro il 2016).

Gérard Brémond, Amministratore delegato del Gruppo Pierre & Vacances-Center Parcs, ha dichiarato che «con la posa della prima pietra si apre una nuova fase del progetto Villages Nature, che costituisce un’importante innovazione del turismo sostenibile. La sua dimensione e le sue caratteristiche uniche – fra cui l’Aqualagon e la laguna geotermica, l’architettura vegetale e i giardini pensili – ne fanno una destinazione turistica di inedita attrattiva per la clientela europea».

Secondo Tom Wolber, presidente del Gruppo Euro Disney S.C.A., inoltre, «Villages Nature apre la strada al turismo del domani. Siamo fieri di lavorare a questo progetto estremamente innovativo insieme a Pierre & Vacances – Center Parcs. Il gruppo Euro Disney concorre a questo obiettivo con la sua arte della narrazione, unica nel suo genere, con la sua tradizione che abbina innovazione e creatività nonché con la sua competenza».

Articoli correlati