Input your search keywords and press Enter.

Villa Giustiniani sarà museo degli ipogei

La Villa Giustiniani fa ormai parte del patrimonio immobiliare del Comune di Bari. È stato infatti sottoscritto l’atto di compravendita del complesso immobiliare. Si tratta di un edificio storico, del sottostante ipogeo medievale e dell’area verde circostante che rientra nella più ampia e articolata operazione del Programma Integrato di Riqualificazione delle Periferie (PIRP) di San Marcello. Il programma per un importo complessivo di circa 22 milioni di euro si avvale di risorse private e pubbliche con il cofinanziamento di Comune di Bari e Regione Puglia.

Il programma prevede un intervento di rigenerazione urbana ampio e articolato, che comprende tra le varie cose un edificio pubblico con nuovo parcheggio interrato, due rotatorie, alloggi di edilizia residenziale pubblica, aree pedonali e ciclabili, sistemazione delle aree a verde per il tempo libero e lo sport. Per quanto riguarda lo storico edificio, invece, l’amministrazione comunale sta programmando interventi che interesseranno gli spazi verdi esterni, il consolidamento dell’edificio e la sua successiva ristrutturazione ed il recupero dell’area dell’ipogeo. Il consigliere del sindaco incaricato per le politiche di valorizzazione degli insediamenti rupestri e degli ambienti ipogei, Sergio Chiaffarata, spiega che «l’ipogeo di Villa Giustiniani è un insediamento rupestre di medie dimensioni della tipologia con dromos di accesso, scavato durante il medioevo per le attività rurali, e sarà oggetto di recupero, inserito in un progetto di valorizzazione del nostro patrimonio storico-archeologico-artistico che coinvolgerà l’intera area metropolitana. Gli ipogei presenti nel territorio barese rappresentano una unicità di un più ampio discorso sull’habitat rupestre regionale. Un unicum che deve essere protetto e promosso adeguatamente».

La Villa Giustiniani

La Villa Giustiniani

L’idea dell’amministrazione comunale è l’insediamento di un museo degli ipogei che diventi un punto di riferimento per una rete di percorsi di connessione tra questi beni nell’area urbana al margine tra campagna e città. E’ già stato realizzato un rilievo laser scanner del sito dell’ipogeo realizzato nel 2015 dall’Autorità di Bacino nell’ambito del progetto “Ipogeo Villa Giustiniani”.

Tale acquisizione, quindi, rappresenta un passo importante in avanti verso l’attuazione del PIRP che apre a nuovi scenari di rigenerazione urbana e territoriale e di una strategia di valorizzazione dei complessi ipogei. La Villa Giustiniani – dichiara Carla Tedesco, assessore all’Urbanistica del Comune di Bari – è il simbolo importante dei risultati di un percorso di cittadinanza attiva e della mobilitazione dei cittadini, tra i quali molti esponenti del mondo culturale locale che si opponevano alla realizzazione di un parcheggio. Le idee progettuali sul futuro di questo immobile saranno realizzate attraverso un percorso a cui parteciperanno gli abitanti del quartiere, le associazioni e le scuole». In attesa della realizzazione dei progetti, il Comune metterà a punto iniziative temporanee nell’area verde esterna che la rendano fruibile in tempi brevi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *